Seattle Kraken
2
NAS Predators
4
fine
(1-1 : 1-2 : 0-1)
VAN Canucks
2
EDM Oilers
3
fine
(0-0 : 2-0 : 0-2 : 0-1)
a-grono-primo-passo-verso-la-pista-ciclabile-intercomunale
Tolti i binari della Castione-Mesocco, circoleranno le bici (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

In mountain bike sul San Giorgio. Ma l’idea non piace a tutti

Da un anno il progetto è fermo. Tra la decina di opposizioni vi sono anche le censure di Pro Natura e della Stan
Luganese
1 ora

Melide entra nella videosorveglianza di Lugano

Sottoscritta una convenzione fra i due Comuni. L’accordo è provvisorio: l’adeguamento della base legale è in corso. Telecamere posate in primavera
Ticino
8 ore

Livelli e sperimentazione, domani il giorno del giudizio

Oggi in Gran Consiglio i gruppi hanno anticipato quanto andrà in scena con l’emendamento del governo: sarà tirata, con possibili sorprese
Luganese
8 ore

Parlamento dei giovani di Lugano, eppur qualcosa si muove

Inattivo dal 2017, giovedì quattro ‘aspiranti politici’ incontreranno la responsabile delle politiche giovanili: ‘Si sono proposti loro’
Bellinzonese
10 ore

A Castione idee alternative per la ciclopista intercantonale

Il co-fondatore dell’Amica, Fabrizio Falconi, nella propria opposizione suggerisce un tracciato più sicuro e l’inserimento di strutture per la popolazione
Luganese
10 ore

Bedano, Stella Maris in rete con la struttura di Mezzovico

Pronto il preventivo 2022 della casa per anziani consorziata. Piace la proposta di accogliere una ventina di utenti per i lavori in Al Vedeggio
Ticino
10 ore

‘La pianificazione ospedaliera non dipende dalla pandemia’

Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa conferma il ruolino di marcia: entro la fine dell’estate arriverà il messaggio e per il 2023 i mandati
Ticino
11 ore

‘Carcere, nell’autunno 2023 l’apertura della sezione femminile’

Così Norman Gobbi in Gran Consiglio. Undici celle, di cui una per detenuta con bambino, per le donne in espiazione di pena o in esecuzione anticipata
Luganese
11 ore

Agno-Magliaso, nuotata popolare nella Festa nazionale

I due Comuni ripongono la traversata del golfo che diventa pure benefico con la collaborazione con Greenhope
Luganese
11 ore

Giovani indipendenti, ‘un contributo per tenerli a Lugano’

Il consigliere comunale leghista, Andrea Sanvido, propone in un’interrogazione versamenti di 2500 franchi una tantum
22.06.2021 - 13:300
Aggiornamento : 18:27

A Grono primo passo verso la pista ciclabile intercomunale

Sì unanime del Cc al credito d 1,51 milioni, a luglio toccherà a Roveredo e San Vittore; voto popolare il 26 settembre. Il Cantone sussidia il 50%

La pista ciclabile-pedestre più lunga dei Grigioni ha ottenuto ieri sera luce verde dal Consiglio comunale di Grono che all’unanimità ha preavvisato favorevolmente il credito di 1,51 milioni di franchi necessari al tratto di sua competenza, mentre a luglio si esprimeranno il Legislativo di Roveredo (962mila franchi) e l’Assemblea di San Vittore (2,42 milioni). Il finanziamento dell’opera da 4,8 milioni e lunga 6,6 chilometri sarà infine posto in votazione popolare nei tre Comuni domenica 26 settembre. Importante il sussidio cantonale, che con 2,24 milioni coprirà quasi il 50% dell’investimento globale. Sempre all’unanimità il Cc ha pure votato il consuntivo 2020 che nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia chiude con un avanzo di 290mila franchi, ciò che testimonia il riuscito consolidamento finanziario avviato dopo l’aggregazione.

Più collaborazione intercomunale

Pianeggiante, interamente asfaltato, largo tre metri, dotato di illuminazione notturna, particolarmente indicato per favorire il turismo ciclistico e il pendolarismo quotidiano in piena sicurezza di adulti e bambini a piedi e su due ruote, il tracciato si snoderà sopra quello della smantellata Ferrovia Castione-Mesocco: a sud di Monticello si collegherà con i progetti avviati da Lumino, Arbedo-Castione e Bellinzona nell’ambito del Programma di agglomerato del Bellinzonese; a nord di Grono con il tratto già esistente che risale il fiume Moesa sulla sponda sinistra fino ai piedi di Soazza. «Si tratta di un progetto intercantonale e intercomunale e in tal senso confido che possa contribuire a incentivare la collaborazione tra i Comuni della bassa e media Mesolcina», commenta un raggiante sindaco di Grono, Samuele Censi, molto attivo nel promuovere la ciclomobilità come pure i temi legati all’ambiente (ne è un esempio l’iniziativa ‘Temperature in sella’ che si ripeterà questa estate). 

Nuova vita per le vecchie stazioni

Un tassello importante è costituito anche dal recupero delle vecchie stazioni ferroviarie destinate a nuova vita: al passo già compiuto dal Comune di San Vittore (nuovi spazi per popolazione, turismo e cultura), a Soazza (integrata nel Centro culturale) e da un privato a Leggia, potrebbe aggiungersi anche quello di Grono con l’ipotesi d’inserire un infopoint vista anche la vicinanza con l’imbocco stradale della Valle Calanca e l’intenzione di procedere col bike sharing, anche qui allacciando collaborazioni con l’offerta bellinzonese che a sua volta già collabora con quella locarnese.

Anche il tratto ticinese avanza

Durante la seduta di legislativo, ieri sera c’era un invitato speciale: Peter Oberholzer, responsabile cantonale del traffico non motorizzato, si è felicitato per come l’iter stia concretamente avanzando e ha evidenziato che il sussidio riconosciuto, in virtù dell’importanza del progetto, è il più cospicuo mai elargito nell’ambito della ciclomobilità retica. A livello di tempistica se tutto filerà liscio anche a Roveredo e San Vittore, e se la popolazione darà il proprio consenso nell’urna ai rispettivi crediti, dopo i primi brevi tratti nel frattempo già realizzati il cantiere vero e proprio potrebbe entrare nel vivo il prossimo autunno e l’inaugurazione tenersi fra un anno. Sul lato ticinese, il tratto fra la stazione Tilo di Castione e il confine con i Grigioni dovrebbe essere ultimato verso fine 2022.

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved