foto Ti-Press
Grigioni
08.09.2019 - 15:440

Regali a politici e funzionari per gli appalti nei Grigioni

Secondo una fonte della Nzz nell'appaltopoli grigionese alcuni funzionari avrebbero ricevuto denaro e favori dalle imprese

Nuovo colpo di scena nello scandalo grigionese degli appalti. Ossia il coinvolgimento di alcuni funzionari pubblici. Secondo una fonte della NZZ am Sonntag dipendenti cantonali e comunali sarebbero stati ricompensati con soldi o regali (in forma di lavori gratuiti in proprietà private) per la loro partecipazione agli accordi sul prezzo delle offerte degli appalti pubblici.

Di recente il vice direttore della COMCO, Frank Stüssi, aveva detto che era davvero difficile immaginare che il cantone non avesse notato che qualcosa non quadrava. Le cifre parlano da sole:  650 appalti manipolati per 190 milioni di franchi di fatturato.

Nell'articolo del domenicale si parla anche di buste contenenti migliaia di franchi passate di mano e del coinvolgimento di politici.

Le indagini della COMCO hanno dimostrato come per anni numerose imprese attive nel settore della costruzione si siano accordate per fissare i prezzi delle offerte e chi si sarebbe aggiudicato le commesse pubbliche e private.

1 mese fa Appaltopoli, la ComCo stabilisce 11 milioni di multa
1 anno fa Appaltopoli grigionese, tocca alla popolazione
1 anno fa L'appaltopoli grigionese finisce al Taf
1 anno fa Appaltopoli: gli impresari grigionesi fanno mea culpa
Potrebbe interessarti anche
Tags
funzionari
politici
regali
appalti
imprese
fonte
alcuni funzionari
nzz
© Regiopress, All rights reserved