Foto Anya Censi
Grigioni
16.06.2019 - 19:140
Aggiornamento : 20:11

Grono festeggia in grande la sua aggregazione

In 400 sono accorsi alla serata che celebrava anche il nuovo stemma. Il sindaco Samuele Censi: 'Siamo un Comune attivo, dinamico, industrioso e di cultura'

Grande successo sabato a Grono per la festa popolare indetta per celebrare il nuovo Comune nato il 1° gennaio 2017 dall'unione di Grono con Leggia e Verdabbio. Un'occasione ottima per sancire l'entrata in vigore del nuovo stemma comunale prevista il prossimo 1° luglio. Ma lo stemma disegnato dal grafico locarnese Jason Piffero (e scelto dopo concorso, fase di selezione e poi votazione popolare) non è stato il solo protagonista della serata. Veri protagonisti della festa erano proprio gli abitanti di Grono, accorsi numerosi: in circa 400 hanno partecipato all'evento che ha preso il via con una parte ufficiale con alcuni interventi e intermezzi musicali da parte di Filarmonica di Roveredo, Scuola di musica del Moesano e coro delle scuole comunali, seguita da un aperitivo e dalla cena nella sala multiuso.

"Grono è da sempre un Comune attivo, dinamico, industrioso e di cultura, a due passi dai centri e lontano dai fragori, offre tutti quei servizi indispensabili al vivere quotidiano, ma anche negozi di alimentare, una macelleria, ristoranti e bar ma anche studi medici e dentistici, una farmacia, case di riposo, spazi ludici e sportivi per i giovani, la libreria e una biblioteca e altro ancora con collegamenti efficienti tramite servizio pubblico". Così il sindaco Samuele Censi è intervenuto durante il momento ufficiale, cogliendo l'occasione per rivolgere un pensiero all'ex sindaco di Verdabbio Antonio Spadini, grande sostenitore del progetto aggregativo, scomparso prematuramente lo scorso dicembre.

Tra i rappresentanti del Comune, della Regione Moesa e del Canton Grigioni, era presente anche l'ex consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, considerata “madrina dell'aggregazione", che ha portato un saluto alla popolazione. Al di là del rammarico per la perdita dell’ufficio postale di Grono, il sindaco ha guardato al futuro e in particolare all'apertura del nuovo semisvincolo per o da Bellinzona. "Un’opera attesa da anni e che migliorerà la vivibilità del centro paese, grazie anche alla caparbietà del Municipio di allora e al sostegno dei nostri Consiglieri agli Stati Stefan Engler e Martin Schmid", ha sottolineato Censi. 

Nel corso della serata è stato anche consegnato un riconoscimento alla Belloli SA, azienda familiare alla quinta generazione nell'ambito dei metalli e delle alte tecnologie, per essere stata recentemente insignita del premio SVC Svizzera italiana. Ringraziati e salutati anche due dipendenti comunali dopo molti anni di onorato servizio: Dario Pesenti, entrato in servizio quale segretario comunale nel 1988, il 1° di luglio passa il testimone a Mascia Navoni mentre il docente Erno Menghini, entrato in servizio nel 1976, conclude la sua carriere alla fine del corrente anno scolastico. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
servizio
sindaco
comune
aggregazione
serata
censi
© Regiopress, All rights reserved