ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
23 min

Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’

Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
2 ore

Per la Stranociada un successo… incontenibile

Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
4 ore

Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito

Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
5 ore

Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’

Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
5 ore

Valle di Blenio, ultime settimane per distillare a Motto

Il Consorzio Alambicco comunica che l’attività terminerà il 28 febbraio
Bellinzonese
7 ore

Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla

Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Mendrisiotto
8 ore

Castel San Pietro celebra i 100 anni di Elena Solcà

Per sottolineare l’importante traguardo familiari e comunità della casa anziani don Guanella si sono stretti attorno alla festeggiata
Luganese
9 ore

Consegnato alla Fondazione Vanoni l’incasso della riffa

L’iniziativa benefica delle sezioni Plr Centro+Loreto e Molino Nuovo ha permesso di sostenere il progetto ‘Appartamento protetto’ con 900 franchi
Luganese
9 ore

Una serata per parlare di inclusione scolastica

L’appuntamento è per martedì 14 febbraio al cinema Lux di Massagno. Verrà inoltre proiettato il film ‘Tutto il mio folle amore’
Locarnese
12 ore

Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita

Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
Mendrisiotto
1 gior

La Castello Bene conquista il Nebiopoli 2023

Il corteo mascherato ‘cattura’ 20mila spettatori. Per gli organizzatori del Carnevale chiassese è l’edizione dei record
Luganese
1 gior

Auto contro moto a Novaggio, grave il motociclista

L’incidente sulla strada verso Miglieglia. Il giovane è stato sbalzato a terra dall’impatto frontale
Mendrisiotto
1 gior

Il Corteo di Nebiopoli fa il pieno di satira e pubblico

La sfilata mascherata si riappropria del centro cittadino tra guggen, gruppi e carri (venuti anche da fuori) e le cannonate di coriandoli da Sion
Luganese
1 gior

Scontro auto-moto a Manno, ferito il motociclista

L’incidente intorno alle 15:45 in via Cantonale. Non sono note le condizioni del ferito, portato in ospedale dopo i primi soccorsi sul posto
Luganese
1 gior

A Lugano incendio in una discarica in zona Stampa

Un grosso incendio si è sviluppato questa mattina provocando molto fumo e un odore sgradevole. Una persona in ospedale per intossicazione
Locarno
1 gior

Solduno, un poliziotto di prossimità gentile e apprezzato

Dopo 37 anni di servizio va in pensione il sergente maggiore Fabrizio Arizzoli. L’Associazione di quartiere esprime la sua gratitudine
Mendrisiotto
1 gior

“Nei paesini la gente è solidale, ma in città...”

Non sembra essere un periodo facile per il volontariato, che dopo la pandemia sembra aver perso drasticamente attrattiva
laR
 
02.11.2022 - 05:30
Aggiornamento: 19:47

A Gudo la lunga attesa dei progetti è finita (forse)

Il Dop ha riattivato i dossier per Santa Maria, piazza Centro civico e nuovo ecocentro. Sentita la mancanza di una commissione di quartiere

a-gudo-la-lunga-attesa-dei-progetti-e-finita-forse
Ti-Press
+3

Anche dove la vita di paese sembra proseguire senza particolari sussulti o necessità, c’è sempre grande attesa per quei progetti che a scadenze regolari riemergono da qualche cassetto e poi vi rifiniscono. Lo si è percepito giovedì scorso a Gudo (quartiere di 880 abitanti) durante l’incontro fra popolazione e Municipio di Bellinzona presente in corpore. Per l’ennesima volta progetti già trattati dal vecchio Comune prima dell’aggregazione, come la riqualifica stradale e degli spazi comuni nella frazione residenziale di Santa Maria, il nuovo piazzale del palazzo comunale e scolastico e il nuovo ecocentro dotato anche di magazzino (questo l’auspicio) per le società di paese, sono stati sollecitati dalla sala (una trentina i presenti) che ha ottenuto risposte abbastanza rassicuranti. Il Dicastero opere pubbliche li ha infatti ripresi per aggiornare i preventivi, in base all’evoluzione dei prezzi, e passare alla realizzazione entro due/tre anni. Tre progetti di cui si era già parlato durante l’ultimo incontro col Municipio tenutosi nel settembre 2019.

‘Abbiamo dovuto priorizzare’

«Bisogna anche considerare – ha spiegato il municipale Henrik Bang, responsabile del Dop – che alcuni ex Comuni in vista dell’aggregazione hanno votato vari crediti per opere in divenire i cui progetti sono poi stati ereditati dalla Città. Ebbene oggi su 350 progetti aperti nella nuova Bellinzona, ben 150 si trovano nella fase esecutiva. Un numero elevato di opere che ha richiesto da parte nostra una priorizzazione, considerando anche la gestione delle urgenze com’è stato il caso, proprio qui a Gudo, dell’onerosa messa in sicurezza della frana scesa in zona Sasso Grande». Da notare che l’atteso nuovo ecocentro previsto su terreno patriziale, lungo la strada cantonale all’altezza del parco giochi, permetterà di eliminare sia quello provvisorio situato in via alla Chiesa (situazione non ideale anche per la maleducazione di troppi utenti), sia i container presenti nel piazzale del Centro civico.

Migliorie fluviali e in ciclopista sul ponte del Ticino

A proposito di progettualità, ha osservato l’ex sindaco Marco Antonini, «Gudo meriterebbe una riflessione. Non vedo infatti grandi novità all’orizzonte e temo che si finisca per conservare quanto c’è di esistente senza una visione su aspetti o esigenze magari emergenti». Gli ha risposto il vicesindaco Simone Gianini, capodicastero Territorio e Mobilità: «Il Programma d’azione comunale, documento base per il futuro nuovo Piano regolatore unico, indica per Gudo la conferma delle sue peculiarità di quartiere residenziale caratterizzato dalla bellezza del paesaggio fra piano e colline vignate. Comunque, quando si metterà mano al Pr, verranno debitamente tenuti in considerazione gli auspici della popolazione locale». Quanto ai cosiddetti progetti importanti, oltre a quelli già citati Gianini ha ricordato due prossime realizzazioni: le migliorie fluviali in zona Boschetti e riale di Progero (finanziate in gran parte da Confederazione e Cantone) e la messa in sicurezza dell’inserimento della ciclopista sul ponte del fiume Ticino. Dal profilo stradale, dopo via alla Chiesa e il sentiero tra San Nazario e Cimalloco, ultimati, è il turno attualmente della collinare via alla Rocca.

Stradonino: preoccupano presente e futuro

Sul fronte viabilità, spicca sempre il traffico crescente nella frazione di Santa Maria dove sono sorte diverse nuove abitazioni e dove una scuderia attira molti utenti motorizzati: qui, dove vige il limite di 30 km/h, un abitante ha sollecitato il completamento di un marciapiede e l’aggiunta di uno specchio per migliorare la visibilità. Ribadita poi la situazione problematica dello Stradonino Gudo-Cadenazzo, via d’accesso principale ai centri commerciali di Sant’Antonino e all’autostrada: di fatto è una strada agricola intercomunale risalente a decenni fa, poi leggermente allargata e dotata di isole di rallentamento. «Ma specialmente di notte c’è chi la percorre ad alta velocità», ha rimarcato il presidente della Pro Gudo Claudio Gnesa sollecitando controlli di polizia; l’ex sindaco Claudio Verzasconi ha lamentato la presenza di troppe buche laterali, visto che la fascia in asfalto o ghiaia cede regolarmente. Stradonino peraltro percorso, specie nella bella stagione, da turisti diretti nel Locarnese. Le misure di accompagnamento del collegamento veloce A2-A13 prevedono il suo declassamento dopo il 2040, «inoltre il Puc del Parco del Piano prevede una riduzione del carico viario e specialmente del traffico parassitario», ha ricordato Gianini. I residenti a Gudo confidano comunque che il transito sia loro sempre garantito.

C’è voglia di un negozietto di paese (con ufficio postale)

Sempre Verzasconi ha evidenziato che si fa parecchio sentire l’assenza di una commissione che faccia da collegamento fra popolazione e Servizio quartieri per risolvere questioni locali: «Possibile che non vi siano tre persone disponibili?». Il Municipio la scorsa primavera ha avviato l’iter per costituirla ma purtroppo senza esito, hha ricordato il sindaco Mario Branda rilanciando l’appello a eventuali interessati. Non sono poi mancate altre sollecitazioni, come un migliore collegamento via bus alla zona commerciale di Sant’Antonino (ma una soluzione diretta sembrerebbe impossibile in un contesto di Trasporto pubblico sostenibile finanziariamente), più sicurezza alla scalinata della scuola che dà sulla cantonale ed è priva di corrimano, nonché la messa a disposizione a Palazzo civico o altrove di uno spazio per l’inserimento di un negozio di quartiere. Il quale – dove presente insieme a uno sportello postale di cui Gudo è sprovvisto da anni – riscontra solitamente un elevato tasso di gradimento.

Leggi anche:

A Gudo, Sementina e Monte Carasso regna il disinteresse

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved