ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità

La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
3 ore

Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità

Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
3 ore

Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione

I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
Luganese
11 ore

Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’

Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
11 ore

Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione

Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
Mendrisiotto
11 ore

Morbio Inferiore, a dicembre torna Natale in piazza

Dal 2 al 23 saranno diverse le attività e proposte. Non mancheranno il tradizionale albero addobbato e lo chalet, ma non verranno usate luminarie
Mendrisiotto
12 ore

Mendrisio, ufficializzato il primo Consiglio dei giovani

Il progetto, avviato dal Dicastero politiche sociali e politiche di genere in stretta collaborazione con il Dicastero istruzione, è una prima in Svizzera
Luganese
12 ore

Val Mara, arriva il concerto di Natale

I canti gospel e natalizi del coro dell’Accademia ticinese di musica e il sestetto vocale Atm avranno luogo giovedì 8 dicembre a Maroggia
Ticino
12 ore

Premi cassa malati, deduzioni in più per i figli verso il sì

Lega, Plr, Centro e Udc sottoscrivono il rapporto che dà via libera alla loro iniziativa. Il Ps: ‘Valutiamo il referendum, favorisce i più ricchi’
Luganese
12 ore

Lugano, Test Hiv anonimi, gratuiti e senza appuntamento

Verranno effettuati in occasione della Giornata mondiale di lotta all’Aids, giovedì 1° dicembre presso la sede di Zona protetta in via Bagutti 2
Mendrisiotto
12 ore

Rancate festeggia due nuovi servizi pubblici

Le novità per il comune saranno festeggiate alla Farmacia Santo Stefano in via della Posta 5 il 13 dicembre alle 18.30
Ticino
12 ore

Preventivo, il sì borghese vincolato alla revisione della spesa

Lega, Plr, Centro e Udc sostengono la previsione per il 2023 del governo (-80 milioni), ma con dei paletti. Il Ps: ‘No a queste politiche neoliberiste’
Mendrisiotto
13 ore

Ligornetto, mattinata musicale al museo Vela

Domenica 4 dicembre le note del clarinetto, del violoncello e del pianoforte allieteranno gli spettatori della 44esima Stagione concertistica di musica
Mendrisiotto
13 ore

L’artista dei presepi in mostra a Morbio Inferiore

Giuseppe Bollini, sacrestano presso la chiesa San Giorgio, espone le sue opere alla Fondazione Casa San Rocco
Bellinzonese
13 ore

Biasca, alla Bibliomedia un ‘viaggio musicale trasversale’

Domenica 4 dicembre alle 17.30 si terrà il concerto con i musicisti Mario Milani (fisarmonica) e Fausto Saredi (clarinetto)
Ticino
13 ore

Targhe, Centro e Udc firmano un rapporto senza maggioranza

Calcolo della nuova imposta di circolazione, la Lega per ora si defila mentre Plr e Ps confermano il loro no al testo Dadò/Pamini. E il clima è teso
Mendrisiotto
13 ore

Castel San Pietro, concerto di inaugurazione dell’organo

L’evento avrà luogo alle 20.30 presso la chiesa parrocchiale di Sant’Eusebio. Sarà il musicista Passuello a eseguire i brani
Bellinzonese
14 ore

A Bellinzona torna la giornata dedicata alla riparazione

La propone il Dipartimento del territorio sabato 3 dicembre presso la propria sede in via Franco Zorzi
Mendrisiotto
14 ore

Il Nebiopoli 2023 svela i suoi contenuti

Il Carnevale di Chiasso sarà in programma dal 2 al 5 febbraio. Ampliato il Villaggio, oltre ai consueti appuntamenti anche ospiti internazionali
Locarnese
14 ore

PCi, la guerra in Ucraina ‘rispolvera’ i rifugi atomici

Il Consorzio ha avviato su tutto il territorio controlli dei bunker in caso di catastrofe nucleare. Attese nuove ondate di rifugiati e novità per la sede
Bellinzonese
14 ore

Squadra esterna di Biasca, a processo per vie di fatto

La Procura ha firmato un Decreto d’accusa nei confronti di un operaio comunale, che si è opposto. Si va in Pretura penale
laR
 
07.10.2022 - 05:10
Aggiornamento: 16:43

Bellinzona-Locarno, dacci il nostro cantiere quotidiano

La cantonale di sponda destra è diventata negli ultimi due anni una via crucis. La mappa dei lavori che terminano, che tornano e che sono previsti

bellinzona-locarno-dacci-il-nostro-cantiere-quotidiano

Apprezzata da molti ticinesi, turisti compresi, come alternativa alle onnipresenti code sulla Cadenazzo-Quartino, la cantonale di sponda destra fra Bellinzonese e Locarnese dall’anno scorso è diventata un’autentica via crucis. Avviati talvolta quasi contemporaneamente, gestiti in modo complesso e durati ben più del previsto, i molti cantieri stradali installati hanno messo a dura prova – in taluni casi lo stanno ancora facendo, e come vedremo lo faranno ancora nei prossimi anni – la pazienza dei conducenti, trasporto pubblico incluso. D’altronde è stato chiaro l’avvertimento lanciato lo scorso marzo dagli addetti ai lavori al momento di presentare ai media l’avvio del maxi cantiere di due anni e mezzo per la realizzazione del semisvincolo sul ponte Tatti che sarà pronto verso fine 2024: «Abbiate pazienza per trenta mesi», accennando appunto anche ai vari interventi che erano già stati in parte avviati in direzione del Verbano, e gli altri che sarebbero iniziati di lì a poco. Interventi in sé previsti dal Cantone per la sola sostituzione del manto di usura col nuovo asfalto fonoassorbente, ma che regolarmente finiscono per coinvolgere anche i Comuni estendendosi così su più mesi per poter aggiornare le sottostrutture elettriche e idrauliche d’interesse locale. Un’elevata concentrazione temporale di cantieri peraltro verificatasi a seguito della pausa forzata di alcuni mesi provocata nel 2020 dalla pandemia, e della necessità di posare il nuovo asfalto fonoassorbente entro fine 2023 così da beneficiare dei sussidi federali.

Tanti lavori concomitanti

Partendo da est, in fondo a Sementina ha dato filo da torcere per un paio di mesi un cantiere edile privato affacciato sulla cantonale: a creare code e rallentamenti sono state varie fasi di scarico materiale e costruzione. Poco più in là, in direzione della curva a ‘S’ di Gudo, è tutt’oggi presente il cantiere (con gestione diurna su una sola corsia) per la realizzazione del nuovo ciglio dotato di guardrail a norma in sostituzione della vecchia ringhiera, nonché la posa da parte dell’Azienda multiservizi di Bellinzona di sottostrutture necessarie all’allacciamento elettrico della galleria faunistica di 70 metri prevista pochi metri più avanti (inizio cantiere forse nel 2024). Nell’attuale cantiere – ci spiegano i servizi del Dipartimento del territorio incaricati di pianificare e gestire cantieri e autorizzazioni – i lavori di Amb hanno richiesto più tempo del previsto, tanto che la posa dell’asfalto fonoassorbente agendata entro fine settembre è slittata, a causa delle temperature ora insufficienti, alla prossima primavera; mentre da lunedì 10 ottobre e per la durata di tre settimane vi sarà la posa solo degli strati portanti. Poco oltre, all’altezza dell’abitato di Progero, la scorsa primavera è invece stata realizzata senza intoppi la nuova carreggiata oggi più confortevole e silenziosa, un intervento ‘rapido e indolore’ per gli automobilisti ma che per qualche notte ha inevitabilmente rovinato il sonno al vicinato.

Tutti fermi a Cugnasco

Il viaggio a singhiozzo prosegue verso ovest e si ferma (è il caso di dirlo) a Cugnasco, dove il Comune da svariati mesi sta sostituendo le tubazioni per l’acqua e l’elettricità su un lungo tratto di cantonale, ciò che la mattina per due ore rende necessario trasferire il traffico veicolare sulle stradine agricole e ciclabili del Piano. Dopo una pausa estiva, voluta per non intralciare troppo il transito turistico, i lavori sono ripresi recentemente con riduzione su una sola corsia, com’era successo prima, gestita con semafori e ‘securini’. Viene comunque assicurato che l’intervento si concluderà entro fine 2022, mentre la posa dello strato d’usura avverrà di notte nella primavera 2023. Oltrepassato questo collo di bottiglia, in fondo a Gerra Piano in direzione di Riazzino è andata abbastanza liscia la realizzazione del nuovo tratto di ciclopista laterale (sempre due le corsie per veicoli disponibili durante i lavori) che è praticamente ultimata dopo la recente posa del nuovo asfalto. Sempre a Riazzino è previsto il risanamento della carreggiata nel tratto all’altezza di Migros, Aldi e Vanilla, intervento che però alcuni ricorsi bloccano da anni.

Gordola e Tenero, a volte ritornano

A Gordola ha tenuto banco per tanti mesi – con attese da era geologica ai semafori – il cantiere per sottostrutture comunali nel tratto compreso fra il centro paese, l’incrocio per la Verzasca e il Ponte Asciutto. Mentre a Tenero l’anno scorso, dalla rotonda fino al Ponte Asciutto, la circolazione è stata resa monodirezionale per vari mesi a causa di analoghi lavori, finendo per diventare un vero incubo in caso d’incidenti sull’A13 e sua chiusura temporanea con riversamento del traffico sulla cantonale. Tutto a posto? Affatto. Il Dt spiega che la prossima primavera l’intervento di Tenero dovrà essere ripetuto, sull’altra corsia, a causa di un errore di valutazione commesso dalle autorità locali che nel 2021 non hanno adeguatamente considerato anche la necessità di sostituire le canalizzazioni della fognatura contemporaneamente a quelle per elettricità e acqua potabile. Dalla rotonda dell’oratorio fino al Ponte Asciutto sono quindi da mettere in conto seri disagi durante tutto il 2023, ciò che finirà per posticipare al gennaio 2024 la sistemazione definitiva del nodo di Gordola al bivio per la Verzasca (altri mesi di lavoro, solo in parte eseguiti contemporaneamente a quelli di Tenero).

Tunnel faunistico e la Sementina-Tatti

Risalendo verso est, sono due i ‘cantieri-cotoletta’ che nel prossimo futuro incideranno sull’umore dei conducenti: oltre al tunnel faunistico alla ‘S’ di Gudo previsto fra due anni, citiamo il lungo tratto di cantonale, due chilometri in tutto, fra il campo sportivo di Sementina e il semisvincolo Tatti. Qui dal 2025 è previsto a carico del Cantone il risanamento generale della carreggiata con un lifting da 6 milioni cui si aggiungeranno molto probabilmente le sottostrutture di competenza Amb. Vi saranno un filare alberato, illuminazione a Led, nuovi marciapiedi, passaggi pedonali e isole spartitraffico che agevoleranno la mobilità lenta, nonché asfalto fonoassorbente e restringimento della carreggiata in virtù dell’attesa diminuzione dei transiti grazie al semisvincolo. Tutto bello, ma prima bisognerà soffrire.

I motivi

Tempi non rispettati dalle aziende comunali

A lasciare perplessi è la durata esagerata dei vari interventi alle sottostrutture. Qui il Dipartimento del territorio si autoassolve: parlando senza mezzi termini di scarsa professionalità, i nostri interlocutori spiegano che sovente i Comuni ticinesi e i rispettivi progettisti preannunciano tempistiche che, non rispecchiando le reali necessità, si rivelano infine sbagliate. Troppo facilmente – ci viene spiegato – le aziende comunali si lasciano infatti sorprendere, al momento di eseguire gli scavi, dalle precarie condizioni in cui versano le sottostrutture di loro competenza. Emblematico il caso di Gordola, dove i lavori hanno richiesto tre mesi più del previsto, concludendosi ad agosto anziché a giugno quando peraltro è passata la carovana del Tour de Suisse. Sono state tre, qui, le richieste di proroga; e addirittura sette a Tenero, con tempi infine enormemente dilatati rispetto alle previsioni.

Leggi anche:

Cantiere semisvincolo al via: ‘Abbiate pazienza per 30 mesi’

Bellinzona: finito il semisvincolo si attacca con le cantonali

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved