ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 min

A Intragna le pratiche postali si fanno al San Donato

Dal primo febbraio la Casa anziani accoglierà, all’entrata, la filiale della Posta. Un’insolita collaborazione che animerà, ulteriormente, l’istituto
Locarnese
19 min

Lungo il ‘Maschinenweg’ la strada della gestione si divide

A Ronco s/Ascona vi sono due rapporti sul credito di 100mila franchi necessario alla sistemazione del sentiero antincendio che taglia il pendio
Luganese
26 min

Collina d’Oro si avvicina ai 5’000 abitanti

Importante aumento (+110 persone) di popolazione nel 2022, grazie esclusivamente al saldo migratorio e in larga parte all’accoglienza degli ucraini
Luganese
32 min

Esce di strada e sbatte contro un rimorchio, è grave un 76enne

Incidente intorno alle 13.30 a Villa Luganese. Probabilmente un malore alla base della perdita di controllo del veicolo
Bellinzonese
1 ora

Quasi mille abitanti in più a Bellinzona

Nel 2022 sono stati registrati 3’098 arrivi e 2’315 partenze, 360 nascite e 377 decessi. La popolazione è formata da 198 nazionalità diverse
Luganese
3 ore

L’ambasciatrice svizzera a Roma sarà ospite a Lugano

Monika Schmutz Kirgöz sarà la protagonista della seconda serata del ciclo ‘Incontri diplomatici’ al Consolato generale d’Italia
Luganese
3 ore

A Lugano tornano i corsi di italiano per stranieri

La prossima serie di lezioni è prevista tra febbraio e giugno. Organizza l’Associazione Il Centro, nella propria sede di via Brentani
Luganese
3 ore

Salute e salvezza spirituale, un convegno a Lugano

Nell’era post-pandemica, quale il ruolo della Chiesa? Se ne parlerà l’11 febbraio alla Biblioteca cantonale. Seguiranno rinfresco e visita a una mostra
Mendrisiotto
4 ore

Ai nastri di partenza il Carnevale di Genestrerio

I bagordi di Zenebritt si terranno domenica 5 febbraio, con musica, pranzo in compagnia e giochi
Grigioni
4 ore

Oltre 700 partecipanti alla Mangia e Nevi di San Bernardino

La tradizionale passeggiata enogastronomica, organizzata dall’associazione iSanbe, si è svolta sabato 28 gennaio
Luganese
4 ore

Carnevale di Comano in arrivo

La 56esima edizione di Ur Sgarbelée si terrà dall’11 al 21 febbraio tra maschere, pasti in compagnia e musica
laR
 
21.09.2022 - 05:30

Coppa svizzera: ‘Se possibile si giocherà ad Arbedo-Castione’

Il sindaco Luigi Decarli spera che il campo attualmente impraticabile possa essere pronto per la partita contro il San Gallo in programma a novembre

coppa-svizzera-se-possibile-si-giochera-ad-arbedo-castione
Ti-Press
La squadra biancoverde già affrontata nel 2004, con qualche disagio legato ai tifosi ospiti

«Il Municipio farà il possibile per far sì che il campo sarà pronto». Il sindaco di Arbedo-Castione Luigi Decarli è «fiducioso» che gli ottavi di finale di Coppa Svizzera di calcio – in programma l’8, il 9 e il 10 novembre contro il San Gallo – potranno essere effettivamente disputati ‘in casa’. E questo dopo che il turno precedente è stato giocato, generando alcuni malumori, a Giubiasco: non per volontà della società o delle autorità, ma perché il campo era impraticabile a causa dei festeggiamenti per i 600 anni della battaglia di Arbedo e i 200 anni dell’aggregazione con Castione che si sono svolti dal 2 al 4 settembre. Un «evento epocale programmato da un anno» che si è svolto proprio al campo sportivo, rovinando il manto erboso.

In alternativa ancora Giubiasco o Bellinzona

Campo che ora resterà chiuso a tutte le attività (allenamenti e partite di allievi e prima squadra) almeno fino al 30 settembre. A dipendenza delle condizioni del terreno da gioco, nelle prossime settimane l’Ac Arbedo-Castione deciderà dunque se giocare ‘in casa’ o altrove. L’obiettivo, e la speranza, è sicuramente quella di disputare la partita nella propria struttura, ma se ciò non sarà possibile, le opzioni più accreditate sembrano essere quelle di giocare ancora a Giubiasco o allo Stadio Comunale di Bellinzona. E questo – rileva il sindaco – «grazie agli ottimi rapporti con la Città che hanno permesso di organizzare una festa eccezionale» lo scorso 17 settembre, quando l’Arbedo-Castione (che milita in Seconda Lega) ha battuto per 6-0 il Sarmenstorf (pure di Seconda Lega) nei sedicesimi di finale di Coppa.

La sfida della sicurezza

Una festa alla quale hanno partecipato anche numerosi tifosi della squadra argoviese: «Sono stati molto corretti, malgrado la pesante sconfitta», sottolinea Decarli. Una festa riuscita, anche a livello logistico e organizzativo, «grazie all’ottima collaborazione con la Città di Bellinzona e con l’Us Giubiasco». Dal punto di vista della sicurezza, la partita in programma a novembre contro una squadra della massima categoria come il San Gallo sarà sicuramente più impegnativa. In particolare sarà necessario raggruppare i numerosi tifosi ospiti in un settore chiuso riservato a loro e gestire in modo ottimale l’afflusso allo stadio. In ogni caso l’Ac Arbedo-Castione, responsabile della sicurezza, «sarà sicuramente pronto, indipendentemente da dove si giocherà», afferma il sindaco, precisando che «il Municipio sosterrà la società nell’organizzazione dell’evento».

‘Spero che possa essere una festa, senza episodi spiacevoli’

Decarli ha inoltre già esperienza in quest’ambito, visto che per oltre 20 anni è stato presidente della squadra locale quando si chiamava ancora Us Arbedo. E nel 2004 aveva affrontato nei trentaduesimi di finale di Coppa Svizzera proprio il San Gallo, perdendo 3-1. Allora la partita era stata disputata effettivamente ‘in casa’ e «qualche disagio legato ai tifosi ospiti vi era stato». A far propendere la società per giocare su un altro terreno da gioco, oltre alle condizioni del manto erboso, potrebbero quindi anche essere gli aspetti legati alla sicurezza. Ma, ovviamente, se sarà possibile giocare ad Arbedo-Castione, molto probabilmente gli ottavi di finale si disputeranno nella struttura locale. «Settimana prossima vi sarà un sopralluogo per verificare le condizioni del manto erboso. In seguito si deciderà se si potrà tornare a giocare, Coppa compresa». La speranza è quindi che la partita si possa svolgere ad Arbedo-Castione. «Sperando inoltre che possa essere una festa, senza episodi spiacevoli che potrebbero rovinarla», conclude il sindaco.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved