ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
6 ore

Affittacamere, nei Comuni la verifica è diventata una ‘gimcana’

La Città risponde ad Angelini Piva e cofirmatari sull’introduzione della nuova procedura per gli alloggi ad uso turistico messi sulle piattaforme online
Ticino
8 ore

‘L’uso dell’automobile privata per i frontalieri va agevolato’

A chiederlo è la Commissione dell’economia e tributi. La misura riguarda l’uso per lavoro: ‘Non si deve per forza dover usare quella aziendale’
Mendrisiotto
8 ore

Monte Generoso, si chiude un capitolo lungo 130 anni

Con la posa degli ultimi elementi delle rotaie e della cremagliera si è concluso oggi il risanamento del binario, risalente al 1890
Bellinzonese
8 ore

Bellinzona: chiesto un progetto sociale nell’ex vivaio comunale

Lorenza Röhrenbach, Ronald David e Giulia Petralli chiedono al Municipio se intende valutare di realizzare un orto comunale sul sedime in via San Biagio
gallery
Mendrisiotto
8 ore

Il Nebiopoli incontra i bambini delle Elementari di Chiasso

L’obiettivo è trasmettere il vero spirito del Carnevale e mostrarne l’organizzazione. Un modo, anche, per prevenire atti di violenza futuri
Luganese
9 ore

Sottopasso Genzana, luce verde unanime dalla Gestione

Firmato il rapporto per la realizzazione di un’opera che rappresenta un tassello del riordino di tutto il comparto della stazione
Luganese
9 ore

Caslano, ciclista colto da malore sulla cantonale: è grave

L’uomo, un 54enne svizzero domiciliato nel Luganese, si è accasciato a terra ed è stato soccorso dalla Croce Verde di Lugano. Traffico molto perturbato
Luganese
9 ore

Un ‘Incontro’ per la nuova casa anziani a Melano

La giuria ha premiato il progetto dell’architetto Lorenzo Orsi per la realizzazione della struttura geriatrica che sorgerà al posto del vecchio posteggio
16.09.2022 - 22:39
Aggiornamento: 18.09.2022 - 15:17

Giardinieri multati a Bellinzona perché non accompagnati

Ammende di 250 franchi se manca il committente: insorge il consigliere comunale Rusconi che chiede il perché di tanta severità e sollecita alternative

giardinieri-multati-a-bellinzona-perche-non-accompagnati

Che problema c’è coi giardinieri? A chiederlo è il consigliere comunale Plr di Bellinzona Patrick Rusconi che in un’interpellanza al Municipio riporta quanto capitato recentemente agli ecocentri. "Alcuni giardinieri – scrive – sono stati multati con 250 franchi perché da controlli effettuati al momento dello scarico nei punti di raccolta non erano accompagnati dai proprietari dei giardini" nei quali lavoravano.

Un obbligo di presenza che non figura nel Regolamento comunale rifiuti, né nell’ordinanza di applicazione. Nel primo, l’articolo 17 stabilisce soltanto che "la consegna di scarti vegetali alla piazza di raccolta è riservata unicamente alle economie domestiche. Le imprese del settore (giardinieri, selvicoltori, arboricoltori, ecc.) devono provvedere in proprio allo smaltimento degli scarti vegetali appoggiandosi a un impianto di compostaggio autorizzato. Per l’accesso alle piazze di consegna è necessaria una specifica tessera annuale, acquistabile agli sportelli multifunzionali".

‘Non si fanno eccezioni’

Alcuni privati – spiega Rusconi – hanno telefonato all’ufficio apposito (quartiere di Monte Carasso) avvertendo che per motivi vari non potevano accompagnare il giardiniere, telefonate specifiche con nome del proprietario e della ditta di giardinaggio, "un gesto che reputo rispettoso e corretto". Ma le risposte – prosegue il consigliere comunale – sarebbero state alquanto inopportune, del tipo "La discarica è aperta anche in altri orari"; "Può andare il giorno dopo"; "Le regole sono regole"; "Non si fanno eccezioni"; "Siamo 44mila abitanti".

Inizialmente per monitorare la situazione "si impiegavano, pagandole, più persone che controllavano le tessere, il giardiniere si presentava con la tessera del committente e lo scarico era consentito. Oggi si controlla con la video sorveglianza, e infatti delle aziende sono state ammonite e sollecitate a comprovare con nome e cognome che lo scarto arrivava da giardini privati. Mi sembra un po’ una caccia alle streghe". Da qui una raffica di domande volte a capire se la presenza del proprietario col giardiniere sia veramente obbligatoria, il perché di tale scelta, e se non sia possibile trovare delle procedure alternative discutendone con le ditte di giardinaggio.

Va peraltro osservato, per finire, che con la prevista realizzazione della nuova centrale a biogas di Giubiasco promossa dall’Azienda multiservizi cittadina Amb, la gestione dei rifiuti vegetali dell’intero comprensorio e di quello locarnese subirà dei cambiamenti. Con quali modalità, lo si saprà a tempo debito. Il Consiglio comunale – questo il prossimo passo – deciderà il 26 settembre lo stanziamento del credito multimilionario necessario a costruire l’impianto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved