ULTIME NOTIZIE Cantone
Video
Ticino
1 ora

La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale

Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
4 ore

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
4 ore

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
4 ore

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
13 ore

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
13 ore

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
Ticino
14 ore

‘Polizia unica? Sfruttiamo le potenzialità del sistema attuale’

Fsfp in assemblea. E sul delicato e controverso dossier si attende che la politica decida.‘Venga però sentita anche la nostra Federazione’
Luganese
14 ore

La proposta: due vie a senso unico a Cassarate

In un’interrogazione, la consigliera comunale Lara Olgiati (Plr) ritiene che la modifica viaria delle vie Pico e Vicari migliorerebbe traffico e sicurezza
Gallery
Mendrisiotto
14 ore

Boffalora: al posto della villetta arrivano due palazzine

Altro cantiere residenziale in vista alla porta nord di Chiasso. L’operazione annuncia un investimento di oltre 6 milioni di franchi
Luganese
14 ore

Il 46° parallelo a Lugano? ‘Lo promuoverà l’ente turistico’

Non sarà il Comune, se non indirettamente, ad assumersi la promozione della latitudine geografica che attraversa la città
Locarnese
15 ore

Picchiò un ragazzo in Piazza Grande, 3 anni di carcere

Un 19enne di origini siriane residente nel Luganese colpevole anche di rapina, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti
Luganese
15 ore

Lugano, viadotto del Brentino: ‘Progetto in pausa’

Slitta qualsiasi ipotesi di riqualifica del comparto, in attesa che si completino gli approfondimenti su altri temi (PoLuMe e svincolo Lugano Sud)
Ticino
15 ore

Il salario minimo legale non sarà adeguato al rincaro

Il Consiglio di Stato boccia la mozione di Ivo Durisch (Ps): ‘Un adeguamento sarebbe contrario alla volontà del legislatore e alla legge’
09.09.2022 - 20:44
Aggiornamento: 22:02

Blenio, morto anche il secondo 14enne varesino caduto

Si aggrava il bilancio dell’incidente avvenuto domenica sotto la capanna Scaletta. Oggi il funerale del coetaneo, il primo a precipitare

blenio-morto-anche-il-secondo-14enne-varesino-caduto
Ti-Press

A dolore si aggiunge altro dolore. Nel giorno del funerale del 14enne varesino Karim Larbi Damir, morto domenica scorsa scivolando rovinosamente per un centinaio di metri lungo il sentiero non ufficiale che si snoda sotto la capanna Scaletta, oggi a causa delle gravi ferite riportate è deceduto all’ospedale Civico di Lugano anche il suo coetaneo Christian Maccarrone, domiciliato a Induno Olona, travolto durante la caduta. Restano inoltre sempre molto critiche le condizioni del terzo giovane precipitato, un 14enne del Mendrisiotto che non faceva parte del gruppo italiano e che si trovava in zona con la madre: buon conoscitore del posto, sentite le richieste d’aiuto si stava avvicinando al luogo della tragedia, probabilmente per verificare quanto fosse realmente successo o nel tentativo di portare soccorso, quando a sua volta è caduto.

Un sentiero già percorso in passato

I due varesini facevano parte della polisportiva Virtus Bisuschio, gruppo agonistico che come ogni anno stava svolgendo a Campo Blenio un campo di allenamento in vista della ripresa del campionato di calcio. Giornate prescolastiche di svago e spensieratezza che comprendevano anche alcune escursioni in zona, come appunto quella fino alla capanna Scaletta. Una gita compiuta già in passato, senza che si sia mai verificato alcun incidente, anche passando lungo il sentiero non ufficiale dove cinque giorni fa si è consumata la tragedia. Una parte del gruppo – ha spiegato nei giorni scorsi alla ‘Regione’ il legale della Virtus, l’avvocato Maurizio Montalbetti – lasciata la capanna verso meggiorno, nella discesa fino a Pian Geirett ha optato per la via lunga e più sicura che richiede mezz’ora in più di cammino; l’altra parte del gruppo, assistita da un monitore, si è invece incamminata lungo il percorso più ripido.

L’ultimo saluto a Karim e il tema dell’integrazione

Come riportato dal quotidiano ‘Varese News’, due comunità religiose si sono unite per dare l’ultimo saluto a Karim, che da oggi riposa al cimitero di Belforte a Varese. Dopo il rito musulmano celebrato nel centro islamico di viale Giusti, a Belforte si sono unite tutte le comunità che gli volevano bene: quella musulmana, quella cristiana di Bisuschio, i compagni di scuola, il team della squadra di calcio dove giocava e anche la comunità di Induno Olona. «Questo fatto ci insegna tanto, ci fa riflettere», ha sottolineato l’imam di Varese Said Bengasi prendendo la parola: «Se abbiamo litigi, se abbiamo mal comportamenti, dobbiamo cessarli finché siamo vivi. Perché non sappiamo quanto staremo sulla terra, e dobbiamo pregare Dio di ritrovare gli amici e i fratelli perché non si sa mai: un giorno escono e possono non tornare più». Il padre di Karim, Younes Damir, rivolgendo parole di ringraziamento a tutti i presenti per l’aiuto dato ai suoi quattro figli, ha detto che «questa è una dimostrazione che non c’è differenza tra noi: viviamo tutti i giorni tutti insieme, siamo fratelli». Il vicesindaco di Bisuschio, Angelo Conti, ha motivato la vicinanza dimostrata come «la cosa giusta da fare, adesso come in futuro. E questo momento, pur nel suo enorme dolore, si è trasformato in qualcosa di importante e bello, un momento di fraternità».

Sepolto con la maglia della Virtus

Karim è stato sepolto con la sua maglietta della Virtus, salutato da tutti i compagni di squadra. «Vedo qualcosa di grande nel buio del dolore. È una luce che brilla, oggi, grazie ai fratelli musulmani che guardo negli occhi da fratello», ha commentato il parroco di Bisuschio, don Adriano Bertocchi: «Guardo anche i miei fratelli cristiani e dico: avete visto come guardano la vita, e ciò che c’è dopo la vita questi fratelli? Ci avete fatto del bene, siete stati una luce per noi. Continuiamo ad illuminarci a vicenda, sperando che ci siano occasioni più felici per farlo».A sua volta il sindaco di Induno Olona, Marco Cavallin, ha chiesto una preghiera per Christian Maccarrone, che sarebbe mancato di lì a poche ore: «Sono qui a manifestare la vicinanza del mio Comune e di tutta la Valceresio alla famiglia di Karim, perché questa è una tragedia che ha colpito tutti, e che ha fatto emergere il senso di comunità, l’integrazione tra i cittadini: nella tragedia di questo evento, è stato fatto un passo in più in questa direzione».

Leggi anche:

‘Percorso noto al gruppo: non sono partiti all’avventura’

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved