26.08.2022 - 16:14
Aggiornamento: 29.08.2022 - 17:07

Più di 700mila franchi dal Cantone per Casa ‘La Montanina’

Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio per la concessione di un sussidio unico a fondo perso per la ristrutturazione dello stabile

piu-di-700mila-franchi-dal-cantone-per-casa-la-montanina

Il Consiglio di Stato ha licenziato il messaggio per la concessione di un sussidio unico a fondo perso di 776’900 franchi per la ristrutturazione della Casa ‘La Montanina’ a Camperio, Comune di Blenio. Datato metà anni 60 e immerso nel verde, l’edificio di proprietà della Cooperativa la Favilla verrà adattato agli standard di sicurezza ed energetico rendendola moderna e funzionale alle attività con bambini e assicurando al contempo l’accoglienza e l’accessibilità di persone con disabilità. L’inizio dei lavori è previsto a fine o inizio anno in modo da permetterne la riapertura a fine luglio.

"Il settore delle colonie di vacanza nel nostro Cantone – afferma in una nota il Governo – coinvolge storicamente oltre una quarantina di enti, un migliaio di volontari e oltre 2’000 bambini. I soggiorni estivi costituiscono per le famiglie un valido sostegno alla conciliabilità lavoro/famiglia, in particolare, per quelle dove ambedue i genitori lavorano o per quelle monoparentali. Inoltre rappresentano un’esperienza formatrice ed educativa per ogni giovane partecipante". L’edificio è utilizzabile tutto l’anno e dispone di 106 posti letto suddivisi in 28 camere singole, doppie e multiple. "La Montanina rappresenta una delle strutture più grandi e utilizzate del cantone. Può accogliere gruppi numerosi, come gli scout, le colonie riconosciute e le scuole montane, nonché gruppi più piccoli o famiglie. La struttura è inoltre facilmente accessibile durante tutto l’anno con mezzi di trasporto sia pubblici sia privati".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved