ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
1 ora

‘Le Corti inCanto’: offriamo delicatezza in cambio di passione

Dopo 15 edizioni il Gruppo Centro Storico di Locarno vuole cedere il testimone a chi intenda dare continuità alla manifestazione
Ticino
3 ore

Divertimento, pregiudizi, didattica, ricerca... cos’è il gaming?

Chiacchierata a tutto tondo col ricercatore Supsi Masiar Babazadeh: ‘Non è solo Super Mario, ci sono programmi usati anche dalle aziende per i neoassunti’
Bellinzonese
3 ore

Una Bellinzona più pulita val bene una fredda giornata di vento

Clean Up Day: oltre alle scuole si è attivato anche un gruppo di volontari capitanato dall’amministratrice di un profilo Facebook dedicato alla città
Luganese
11 ore

Orti familiari comunali a Lugano, ‘tutti devono concorrere’

Il bando scade il 14 ottobre. La municipale Cristina Zanini Barzaghi: ‘Gli anziani i più interessati, già passati attraverso altre crisi economiche’
GALLERY
Mendrisiotto
13 ore

Mendrisio, ‘Sagra del Borgo riuscita al 100 per cento’

Nella tre giorni di festa che ha caratterizzato il nucleo storico non ci sono stati interventi per risse o violenze. Sam sollecitato in due occasioni.
Mendrisiotto
15 ore

Chiasso, natura e paesaggio per il ‘nuovo’ Faloppia

Il Municipio presenta al Consiglio comunale la richiesta di un credito di 300mila franchi per elaborare il progetto definitivo di riqualifica
Mendrisiotto
15 ore

‘ProgettoAmore’ e i fondi per l’emergenza in Ucraina

I proventi della manifestazione sono stati donati all’associazione Insieme per la pace che grazie a due volontari ha portato provviste a Nikolaev
Ticino
15 ore

Il governo dice sì al fondo per apprendisti in difficoltà

Accolta la proposta di Fonio ed Ermotti-Lepori. Sarà gestito dal Decs, rifornito da pubblico e privato, e servirà a rifondere le direzioni delle sedi
08.08.2022 - 15:49
Aggiornamento: 17:49

Castellinaria, ‘Mercato coperto più accogliente e accessibile’

Per Flavia Marone (presidente del festival) la struttura di Giubiasco presenta vantaggi sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario

castellinaria-mercato-coperto-piu-accogliente-e-accessibile
Ti-Press
L’Espocentro comportava un importante lavoro per renderlo adatto alla manifestazione

Il Mercato coperto di Giubiasco è «più accogliente e più accessibile» rispetto all’Espocentro di Bellinzona. Flavia Marone, presidente del Festival del cinema giovane Castellinaria ritiene che la scelta di cambiare sede sia ottimale sia dal punto di vista logistico, sia da quello finanziario. E non da ultimo «andremo ad animare un altro quartiere della Città, con un bacino d’utenza diversificato e più ampio, a vantaggio anche delle attività presenti nelle vicinanze, come esercizi pubblici e strutture ricettive».

I costi di allestimento caleranno in modo importante

Come noto Castellinaria – che si svolgerà dal 19 al 26 novembre – da quest’anno cambierà casa. Marone ricorda a ‘laRegione’ che non è la prima volta nella storia della manifestazione: «Il festival inizialmente si svolgeva al cinema Forum di Bellinzona». Poi crescendo necessitava di ulteriori spazi e si era quindi optato per l’Espocentro quale sede di svolgimento. Ora, però, anche quest’ultima struttura sembrerebbe non essere più la soluzione ottimale. Una struttura che ormai presenta alcuni limiti legati all’età che presupponevano, ogni anno, un importante lavoro per renderla adatta alla manifestazione. In quest’ambito al Mercato coperto «i costi di allestimento caleranno in modo importante e questo ci permetterà di investire in ulteriori attività o ambiti legati al festival».

Numerosi parcheggi e vicino alla stazione

La struttura di Giubiasco presenta anche altri vantaggi: «Si trova vicino alla stazione ferroviaria e offre numerosi parcheggi», spiega Marone. Inoltre Castellinaria potrà generare un indotto per «ristoranti, bar, alberghi che si trovano nelle vicinanze». Insomma, per una settimana il festival animerà questo quartiere di Bellinzona caratterizzato da diverse attività economiche e da una popolazione composta anche da molteplici famiglie che potranno approfittare di questo evento. E infatti pure «il Municipio ha accolto con grande piacere questa iniziativa», vista anche la sua attenzione ai diversi quartieri della Città. Esecutivo che «ci ha sostenuto, mettendoci a disposizione la struttura».

Capienza leggermente inferiore

Rispetto all’Espocentro, il Mercato coperto «avrà una capienza leggermente inferiore. Ma questo non è assolutamente un problema», assicura Marone. Infatti, «grazie all’organizzazione e al fatto che si tratta di un festival diffuso su tutto il territorio ticinese», si riuscirà ad accontentare tutti gli interessati. Non da ultimo sarà anche a disposizione un’offerta online.

In conclusione, in occasione del 35esimo anniversario, «Castellinaria meritava una struttura più recente e accogliente». E il Mercato coperto sembrerebbe dunque la soluzione ideale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved