25.07.2022 - 12:10
Aggiornamento: 14:25

Paolo Locatelli lascia il Consiglio comunale di Bellinzona

Il capogruppo del Centro (ex Ppd) rinuncia dopo 14 anni a causa degli inconciliabili crescenti impegni professionali (e privati) nell’Ocst

paolo-locatelli-lascia-il-consiglio-comunale-di-bellinzona
Ti-Press
Paolo Locatelli

Uscita di scena di peso per il Ppd di Bellinzona (ora Centro) che in queste ore registra la decisione del consigliere comunale Paolo Locatelli di lasciare il seggio occupato da ben 14 anni nel legislativo cittadino. Tre legislature e mezza trascorse per metà del tempo (gli ultimi sette anni) nel ruolo di capogruppo. Sindacalista di lungo corso, professionalmente ricopre la funzione di vicesegretario cantonale dell’Organizzazione cristiano sociale ticinese (Ocst). E proprio l’aspetto lavorativo, insieme agli impegni privati, è alla base della decisione già segnalata due settimane fa agli organi sezionali: impegni "non più conciliabili – scrive Locatelli nella comunicazione inviata stamane al Municipio – rispetto al carico e all’attenzione che il lavoro nel legislativo richiede". Non appena possibile comunicherà all’esecutivo chi gli subentrerà nella funzione di capogruppo (dovrebbe essere Gabriele Pedroni) e chi in qualità di consigliere comunale fra i primi subentranti a disposizione (Elena Scossa-Baggi oppure, quale seconda subentrante, Lorenza Rigozzi). Quello del 57enne, in passato messosi tre volte a disposizione anche per le elezioni del Gran Consiglio, non è comunque un addio alla politica attiva: "Continuerò a fare politica per la sezione – spiega alla ‘Regione’ – non più come ‘uomo sul campo’ ma negli organi del partito, in qualità di copresidente della sottosezione La Turrita e come membro del Comitato sezionale di Bellinzona".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved