ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarno
5 ore

Originalità e ambizione: la Cultura è in due parole

Direzione dei Servizi, con il bando uscito ieri la Città di Locarno cerca una figura in grado di ridisegnare l’intera struttura
Ticino
8 ore

Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’

A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla Commissione giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
8 ore

Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’

La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
8 ore

Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’

Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
9 ore

Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione

Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Mendrisiotto
9 ore

‘Goccia a goccia’, i primi vent’anni di Espérance Acti

Il documentario che testimonia l’attività dell’associazione di Balerna verrà presentato il 14 e 15 ottobre alla Torre dei Forni
Luganese
9 ore

Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr

Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
9 ore

Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’

I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
24.07.2022 - 14:30
Aggiornamento: 26.07.2022 - 17:47

Alla Cima Norma il suono dei ghiacciai che si sciolgono

Sabato 30 luglio serata ricca di eventi all’Art Festival di Torre: il libro di Sara Catella, lo spettacolo Eutopia e due concerti

alla-cima-norma-il-suono-dei-ghiacciai-che-si-sciolgono
La Chuchchepati Orchestra

Inaugurato il 9 luglio e dedicato al tema della leggibilità del mondo, il Cima Norma Art Festival che si tiene nell’ex fabbrica di cioccolato a Torre in Val di Blenio propone sabato 30 luglio una serata ricca di eventi che vanno dalla letteratura al teatro, dalla musica alle arti visive.

Ad aprire la serata sarà la giovane scrittrice Sara Catella che alle 17 presenterà il suo primo romanzo ‘Le malorose’ pubblicato recentemente da Casagrande. Ambientato nella Valle di Blenio d’inizio ’900 e ispirato ad alcune fotografie di Roberto Donetta, il libro rilegge la realtà contadina del Ticino di un secolo fa dal punto di vista della condizione femminile. Alle 18.30 si potrà assistere all’ultimo spettacolo ideato dal duo ticinese Trickster-p, composto da Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl, vincitori nel 2017 del Premio svizzero per il teatro: spettacolo a metà fra teatro, performance e gioco partecipativo, ‘Eutopia’ è soprattutto un’occasione coinvolgente per riflettere sulla capacità di leggere il mondo e gli ecosistemi in cui viviamo. Siccome ogni rappresentazione prevede un numero limitato di spettatori, per assistere allo spettacolo, che è rivolto sia a un pubblico adulto che ai più giovani, è necessaria la prenotazione che può essere effettuata mandando una e-mail a info@cnaf.ch. Oltre allo spettacolo di sabato, sono previste due repliche il giorno successivo, domenica 31 luglio, alle 18.30 e alle 21 (anche in questo caso è richiesta la prenotazione).

La serata di sabato proseguirà poi con due concerti. Alle 20 sarà la volta della Chuchchepati Orchestra, un gruppo fondato dal musicista svizzero Patrick Keller, i cui membri dialogano dal vivo con i suoni prodotti dai ghiacciai che si stanno sciogliendo e che il Politecnico di Zurigo ha registrato negli scorsi anni nell’ambito del progetto Melting Landscapes. A chiudere la serata sarà il duo composto dallo zurighese Simon Grab e dal ticinese Francesco Giudici, che dalle 21 proporranno le loro ultime composizioni accompagnandole alle immagini video dell’artista Aline d’Auria.

In occasione della serata, l’esposizione al centro del festival che comprende opere di James Bridle, Dominique Koch, Collectif Fact, Fragmentin & Lauren Huret, Salvatore Vitale e Matteo Fieni sarà aperta fino alle 23. Esposizione che può essere visitata fino al 4 settembre, dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 18. Tutti gli eventi in programma sono accessibili gratuitamente, mentre al bar del festival si possono degustare bibite e piatti freddi di produzione locale. Info www.cnaf.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved