ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
50 sec

Hangar 1, il Cantone risponde alle Città

Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Ticino
2 ore

Dai Tilo ai bus tra Taverne-Torricella e Lamone-Cadempino

Le misure sono dovute a lavori infrastrutturali per l’adattamento dei marciapiedi nella stazione. Sono da prevedere tempi di percorrenza più lunghi
Luganese
3 ore

Cantori della Stella in missione a Berna

Tra i gruppi svizzeri, che saranno a Palazzo federale per incontrare i membri del Parlamento, anche uno proveniente da Tesserete
Locarnese
3 ore

Valmaggia, il Giro del Mondo di Emilio Balli

In occasione dell’Assemblea di venerdì il Museo illustrerà il programma d’attività futuro. Si ripartirà con una mostra inedita e prestigiosa
Luganese
3 ore

Dfa, consegnati i premi del Lions club Ceresio

I riconoscimenti per le migliori tesi di Bachelor sono stati attribuiti a Martina Poggi (Scuola elementare) e a Sofia Pisottu (Scuola dell’infanzia)
Grigioni
4 ore

Frana in Val Calanca: sgombero a pieno regime

Le previsioni meteo potrebbero compromettere la riapertura della strada attesa per la fine di settimana
Luganese
17 ore

Campione d’Italia in versione Natale 2022 fra musica e doni

Doppio appuntamento, giovedì 8 e domenica 18 dicembre, nell’enclave con la ‘Casa di Babbo Natale’ e tanto altro
Luganese
19 ore

I pompieri di Melide celebrano Santa Barbara

Patrona di minatori e vigili del fuoco; la cerimonia si è svolta presso la sede intervento Ffs
Locarnese
20 ore

Moghegno, 14esima edizione della Via dei presepi

Da domenica al 6 gennaio saranno esposte al pubblico, nelle pittoresche vie del nucleo, 25 natività realizzate con tecniche e materiali tra i più svariati
Bellinzonese
20 ore

Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre

Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
20 ore

Mappo-Morettina, si rifà la segnaletica orizzontale

Per consentire i lavori la galleria stradale verrà chiusa al traffico la notte da domenica 11 dicembre a venerdì 16. Il traffico passerà dalla cantonale
Mendrisiotto
20 ore

Balerna, l’Acp cessa l’attività con una festa

L’Associazione cultura popolare chiuderà definitivamente a fine dicembre dopo 46 anni. Il 16 dicembre un evento pieno di sorprese
07.07.2022 - 14:57
Aggiornamento: 16:46

Leggere il mondo al terzo Cima Norma Art Festival

Dal 9 luglio fino a settembre la fondazione Fabbrica di cioccolato di Torre in Val di Blenio ospita diversi artisti e iniziative culturali e non solo

leggere-il-mondo-al-terzo-cima-norma-art-festival

L’estate bleniese sarà ancora una volta animata dal ricco programma del Cima Norma Art Festival, manifestazione interdisciplinare che "permette di relazionarsi ad alcune delle espressioni più attuali della cultura contemporanea". Dalle arti visive alla musica, dal teatro alla letteratura. La terza edizione della rassegna intitolata ‘Leggere mondi’ avrà luogo da sabato 9 luglio al 4 settembre negli spazi della fondazione Fabbrica di cioccolato a Torre. La metafora attorno a cui ruota l’evento, affidato alla direzione artistica di Elio Schenini, è quella della leggibilità del mondo. Una metafora che "percorre tutta la storia dell’Occidente e la cui origine deriva dal rapporto che fin dall’antichità si instaura fra mondo e libro". Nel terzo millennio, caratterizzato da una società iperconnessa e mediatizzata, "è sicuramente un tema di grande attualità: il libro sembra ormai essere destinato a passare in secondo piano rispetto alle lucide superfici touch degli schermi dei computer, eppure la produzione quotidiana di informazioni ha raggiunto una dimensione senza precedenti. Di fronte all’enorme mole di Big Data sorge quindi spontanea una domanda. Non sarà paradossalmente proprio quest’aumento illimitato di cui possiamo disporre a mettere definitivamente in crisi la nostra possibilità di ‘leggere’ il mondo?".

Piatto ricco mi ci ficco

Per offrire un complemento all’esposizione artistica, talvolta critica sulla modalità con la quale la realtà viene oggigiorno percepita, verranno organizzate tre serate speciali (il 9 luglio, il 30 luglio e il 13 agosto) in occasione delle quali sarà possibile assistere a spettacoli teatrali, concerti e reading letterari. Durante la prima serata (inizio ore 18) verranno svelate le opere di Fragmentin & Lauren Huret, Dominique Koch, Collectif Fact, James Bridle, Salvatore Vitale e Matteo Fieni. A seguire verranno invece proposti i concerti della ginevrina Julie Semoroz, dello zurighese Bit-tuner e il dj-set di Johnny Haway. Il bar in funzione offrirà tutte le sere bibite e piatti freddi di produzione locale, ma in occasione dell’inaugurazione alle 20 elaborerà una speciale proposta gastronomica ispirata alle peculiari ricette del cuoco rinascimentale Martino de’ Rubeis. Nelle altre serate il palco verrà invece lasciato alle performance del gruppo teatrale Trickster-p, alle narrazioni degli scrittori Fabio Pusterla e Sara Catella e alle note melodiche dei musicisti Joke Lanz, Simon Grab e Francesco Giudici, la Chuchchepati Orchestra e Jonathan Frigeri. Tutte le manifestazioni sono accessibili gratuitamente. Per consultare il programma e altre informazioni: www.cnaf.ch.

Arte, ma non solo

A differenza di altre manifestazioni il Cima Norma Art Festival è caratterizzato da un’unità tematica a far da conduttore alle differenti forme ed espressioni artistiche presenti: "Ogni edizione è infatti focalizzata su una di quelle ricorrenti metafore che, secondo il filosofo tedesco Hans Blumenberg, percorrono fra continue variazioni e metamorfosi la storia dell’umanità. Metafore che per la loro coesistenza linguistica e imprecisione riescono a mantenere una molteplicità di connessioni con quel ‘mondo della vita’ dov’è impossibile tradurre direttamente in forma esprimibile. Il loro territorio privilegiato, l’arte, rappresenta così lo strumento attraverso il quale mettere in atto una conoscenza più approfondita e ‘al di là delle possibilità di una consapevolezza chiara e distinta’ ma altrettanto importante; capaci di allargare l’orizzonte simbolico dentro cui si colloca il nostro essere nel mondo". Da queste riflessioni sul ruolo centrale della metafora nel processo attraverso il quale si cerca di conoscere ciò che circonda l’essere umano, il Festival "si propone d’indagare lo sviluppo e le trasformazioni di alcune di queste che più di altre hanno segnato la storia dell’uomo verificando in che forme e con quali caratteristiche (e non solo) continuano a essere declinate all’interno della produzione artistica contemporanea".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved