mantenere-i-carnevali-vivi-con-una-festa-estiva
Ti-Press
Riaccendere lo spirito carnascialesco
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
1 ora

Violento temporale nel Luganese causa smottamenti e allagamenti

I pompieri sono stati sollecitati più volte. Colpito in modo particolare il Malcantone
Ticino
3 ore

Premi cassa malati +10%, Dss: ‘Nel campo delle speculazioni’

La cifra dell’aumento indicata da uno studio di Accenture è ancora solo un’ipotesi, secondo Paolo Bianchi: ‘Indicazioni precise arriveranno prossimamente’
Luganese
3 ore

Tentato assassinio ad Agno: 49enne ha sparato a un 22enne

In pericolo di vita il giovane. È accaduto stamane in via Aeroporto. Arrestato l’autore. Gli inquirenti indagano sul movente.
Luganese
5 ore

Alla Biblioteca di Lugano, letteratura e colazione offerta

Domani doppio incontro sul tema del viaggio. Matinée sulla cronaca locale di prossimità
Luganese
6 ore

StraLugano, seconda edizione per il trofeo dedicato a Borradori

La 10 chilometri CityRun in programma il 10 settembre aggiudicherà il titolo speciale in memoria del sindaco scomparso un anno fa
Locarnese
6 ore

Muralto, prosegue la rassegna Jazz al lago

Giovedì 11 agosto alla Palma au Lac si esibisce il ‘Cool guitar trio’; musica dalle 19 alle 22
Bellinzonese
6 ore

PerBacco! è già tempo di Festa della vendemmia a Bellinzona

La manifestazione invaderà il centro storico cittadino dal 1° al 4 settembre
gallery
Bellinzonese
7 ore

L’alpe Arami di Gorduno diventa ‘un patrimonio di tutti’

Inaugurato l’importante lavoro di recupero e ristrutturazione della baita con ristorazione, dotata di dormitorio, e dei pascoli
Mendrisiotto
7 ore

Otr Mendrisiotto forma altri due selvicoltori

L’Organizzazione turistica regionale dà anche il benvenuto alle nuove leve. Ci sarà per la prima volta anche una donna
Bellinzonese
7 ore

La musica di montagna al lavatoio di Mascengo

Appuntamento giovedì 11 agosto col folclore ticinese e italiano
Luganese
8 ore

Viganello, grave un inquilino caduto nel palazzo

Nella notte un uomo è rimasto ferito sul balcone tetto dello stabile. Sul posto l’intervento degli agenti della Polizia cantonale e cittadina
Locarnese
8 ore

Ascona, Campionato ticinese di lancio del sasso

Uomini e donne in gara sabato prossimo, sulla pedana allestita presso l’autosilo comunale
Locarnese
9 ore

Pre-asilo Pardy, iscrizioni sempre aperte

Vi sono ancora alcuni posti disponibili per bimbi dai due anni in su
Locarnese
13 ore

Centovalli, pompieri ancora al lavoro

Un fulmine sabato sera ha innescato un rogo boschivo sopra il Monte Sauree. Militi ed elicottero in azione. In corso la bonifica
Locarnese
13 ore

Hotel Arcadia, la Sinistra vuole vederci chiaro

Interrogazione al Municipio di Locarno sul clima di lavoro e le tensioni all’interno della nota struttura ricettiva
Bellinzonese
1 gior

Reintrodotto il limite di visite allo Iosi

Nei reparti di oncologia medica, ematologia e radioterapia potrà entrare un solo visitatore al giorno per massimo 30 minuti.
Bellinzonese
1 gior

Cassis incontra a Bellinzona la prima ministra estone

Durante i colloqui si è parlato di relazioni bilaterali e guerra in Ucraina, come pure dell’utilizzo delle nuove tecnologie nella politica estera.
Luganese
1 gior

Incidente a Lugano, deceduto un 72enne

È successo questa notte. L’uomo ha perso il controllo dell’auto mentre entrava in un garage.
Mendrisiotto
1 gior

La Ferrovia Monte Generoso si rilancia con agosto

Dopo i numeri record del 2021, i mesi clou dell’attuale stagione ha visto una diminuzione del volume. Il mese corrente sembra però di buon auspicio
Ticino
1 gior

‘Non siamo riusciti a fidelizzare tutti i turisti svizzeri’

Forte aumento dei pernottamenti, eccezion fatta per il nostro cantone. Trotta (Ticino Turismo): ‘Cifre comunque più alte rispetto a prima della pandemia’
Bellinzonese
1 gior

Gottardo, code uguali ma al portale sud si sta fermi più a lungo

Ustra ha tentato di spiegare il fenomeno senza riuscirci. Un’ipotesi: chi si reca in vacanza tende a guidare più velocemente, anche in colonna
Ticino
2 gior

‘Tra le vittime del lupo anche l’attuale strategia del Cantone’

L’Unione contadini ticinesi: i tiri di abbattimento sono necessari., ecco per quali motivi
laR
 
18.06.2022 - 05:30

‘Mantenere i Carnevali vivi’ con una festa estiva

Stando agli organizzatori del Carnevaa Iunaited che si terrà a Lumino questi due anni di stop sono coincisi con una ‘perdita di entusiasmo e motivazione’

Una festa estiva per ballare, divertirsi e stare in compagnia, volta a riaccendere quello spirito carnascialesco che negli ultimi anni si è attenuato a causa della pandemia. Il Carnevaa Iunaited che si terrà il 24, 25 e 26 giugno a Lumino mira proprio a «mantenere i Carnevali vivi», sostengono gli organizzatori, ovvero il Rabadan di Bellinzona, Or Penagin di Tesserete, la Lingera di Roveredo e la Stranociada di Locarno. Un evento che, nel malaugurato caso in cui dovessero tornare in vigore restrizioni legate al coronavirus, potrebbe anche ripetersi nei prossimi anni non necessariamente a Lumino. Tuttavia, la speranza è che si possa tornare a organizzare i tradizionali bagordi e cortei nel febbraio del 2023.

Un evento carnascialesco estivo era già stato evocato nel 2021, dopo la rinuncia – concordata fra tutti i grandi carnevali della Svizzera italiana già nella seconda metà del 2020 – a organizzare i tradizionali festeggiamenti. Tuttavia, allora l’idea non era andata in porto, visto che si confidava in un miglioramento della situazione epidemiologica che avrebbe permesso di proporre nuovamente i Carnevali all’inizio di quest’anno. Come tutti sappiamo, però, così non è stato. E dove si è potuto organizzare qualcosa all’ultimo momento (come a Chiasso o Roveredo), la festa è stata molto limitata.

Comitati, guggen, gruppi e carristi perdono membri

È così riaffiorata la necessità di proporre un evento alternativo in un periodo che garantisce una maggiore sicurezza a livello di pianificazione, ovvero l’estate caratterizzata negli ultimi anni da un allentamento o (come è il caso attualmente) dall’assenza di restrizioni anti-Covid. «Eravamo comitati amici già prima, ma con l’avvento della pandemia ci siamo avvicinati ulteriormente e i legami si sono rafforzati», afferma a ‘laRegione’ Paolo Deprati, responsabile eventi per il Rabadan. «È così nato il desiderio di organizzare un evento assieme, con l’obiettivo di oliare un po’ i meccanismi organizzativi dopo due anni di stop, riuscendo anche nell’impresa di invitare due artisti di fama internazionale come Gabry Ponte e Davide Van De Sfroos». Due anni durante i quali la mancanza di Carnevali ha causato una «perdita di entusiasmo e motivazione» fra tutti gli attori coinvolti: i comitati hanno perso membri, ma anche guggen, gruppi e carristi devono far fronte a diverse defezioni. «La gente si abituata a fare altro, piuttosto che suonare, preparare maschere o ideare carri. E se va avanti così noi ci ritroveremo senza gli artefici del carnevale». Proprio per coinvolgere e cercare di rimotivare un po’ tutti, alla festa estiva vi saranno guggen che suonano e il venerdì, così come il sabato sono previsti aperitivi ai quali sono invitati in particolare rappresentanti di gruppi e carristi con l’obiettivo «di incontrarsi nuovamente e passare una bella serata assieme».

‘La mancanza di entrate può diventare un problema serio’

Non va poi dimenticato che i Carnevali «garantiscono un indotto a tutte le società che vi partecipano, le quali fanno affidamento su queste entrate per garantire lo svolgimento di attività durante tutto l’anno», sottolinea da parte sua Livio Mazzuchelli, presidente de Or Penagin di Tesserete. L’aspetto finanziario è dunque un altro aspetto importante: «Tutti i carnevali hanno spese fisse a cui devono far fronte. Ovviamente senza carnevale non vi sono entrate e quindi questo può diventare un problema serio. Se riuscissimo quindi a fare anche qualche utile (che poi divideremo) sarebbe dunque molto positivo. Resta il fatto che un evento di questo genere, mai organizzato prima, che si tiene d’estate rimane un’incognita». Loris Agustoni, responsabile comunicazione della Lingera di Roveredo, ricorda inoltre che i Carnevali tradizionali hanno sempre fatto affidamento sul volontariato: «Anche per questa festa estiva abbiamo dovuto ingaggiare volontari: è necessario rimotivare pure queste persone che sono essenziali per il funzionamento di queste manifestazioni».

‘Importante avere il supporto dai Municipi’

Il progetto è in realtà nato «già lo scorso ottobre», precisa Deprati. «A gennaio prevedevamo cinque giorni di carnevale al Parco Urbano a Bellinzona con due cortei, uno al sabato con le guggen e uno alla domenica con i carri». Due cortei nel mese di giugno che «avrebbero avuto un impatto non indifferente e che avrebbero anche generato un indotto interessante, ad esempio a livello turistico. Tuttavia, non siamo riusciti a trovare un’intesa con la Città», in particolare a causa della concomitanza di altri eventi. «Quindi, piuttosto che annullare tutto, abbiamo optato per una soluzione diversa, più simile a una festa estiva, a Lumino». In ogni caso «è importante avere un buona collaborazione con le autorità», rileva Mazzuchelli. «I Municipi devono essere vicini e supportare gli organizzatori. Perché, in caso contrario, i comitati dovranno far fronte ad ulteriori defezioni e questo metterebbe in serio pericolo l’esistenza dei Carnevali stessi». Un supporto ancora più «importante in un periodo come questo già caratterizzato da una motivazione che va scemando».

Porta aperta per un evento simile anche in futuro

Una soluzione è quindi stata trovata e la speranza è che l’evento organizzato alla Scuderia Equi-Team Dama di Lumino – che in caso di brutto tempo garantirà anche un abbondante spazio coperto – possa attrarre molte persone magari anche mascherate. Ma se questa festa estiva dovesse avere successo, sarà ripetuta anche in futuro? «Se dovessero tornare in vigore restrizioni legate alla pandemia, allora dovremo per forza valutarlo, anche per motivi finanziari», rileva Deprati. «Nel caso penseremo a un evento estivo con anche cortei che potrebbe avere un riscontro turistico non indifferente e andrebbe a vantaggio di tutta la popolazione. Se invece a febbraio 2023 riusciremo a organizzare un Carnevale tradizionale con cortei, guggen e così via, da parte nostra ci accontenteremo di questo». In ogni caso, «se vi sarà la richiesta da parte delle autorità – aggiunge Agustoni –, noi manterremo la porta aperta. Ma bisogna ricordare che non siamo professionisti e che per organizzare un Carnevale ci vogliono mesi di duro lavoro. In realtà siamo impegnati praticamente tutto l’anno, ma nel caso sarebbe un sacrificio che faremmo volentieri». A ciò va poi aggiunto che «abbiamo l’esperienza per riuscire ad organizzare al meglio grandi eventi. E in questo senso ad esempio la sicurezza sarà garantita grazie a un dispositivo adeguato». Quello che invece è un po’ mancato in occasione del cosiddetto Rababar – che non aveva nulla a che fare con il Rabadan – a Bellinzona, quando l’assenza di controlli all’entrata del centro storico ha generato alcuni disagi, in particolare a causa del grande numero di vetri rotti presenti in Città.

L’invito degli organizzatori è quindi quello di partecipare a questa festa rivolta a bambini, famiglie e adulti, così da risvegliare un po’ in tutti lo spirito carnascialesco che ha caratterizzato e continuerà a caratterizzare il Ticino da oltre cento anni. La prevendita è in corso su rabadan-tickets.ch.

Leggi anche:

Il Covid ferma i grandi carnevali in Ticino nel 2021

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
carnevale festa estiva guggen lumino
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved