13.06.2022 - 17:07

Bellinzona, le scuole elementari donano oltre 4’500 franchi

Il gesto di beneficenza a favore dell’associazione Aqua Alimenta permetterà di portare l’acqua a decine di famiglie in Madagascar

bellinzona-le-scuole-elementari-donano-oltre-4-500-franchi
Michele Canonica e Corrado Piattini di Aqua Alimenta con i docenti Milijan Sinicco e Giorgia Stivan

Gli allievi delle scuole elementari della Zona Arancione di Bellinzona hanno raccolto 4’533,50 franchi grazie alla vendita di targhette da appendere in casa con varie frasi che si focalizzano sull’uso parsimonioso dell’acqua. La somma è quindi stata donata all’associazione Aqua Alimenta che da oltre 20 anni si occupa di fornire pompe per l’acqua di falda nei paesi in via di sviluppo. Concretamente questo gesto di beneficenza permetterà "di portare l’acqua a decine di famiglie in Madagascar", si legge in un comunicato odierno diffuso dal Municipio. Gesto che "continua il solco tracciato da alcuni anni in occasione del mercatino natalizio che non si è però potuto svolgere nel 2020 e 2021".

Pompe a prezzi contenuti che garantiscono il sostentamento di intere famiglie

La consegna dell’assegno con tanto di dimostrazione pratica sul funzionamento della pompa dell’acqua è avvenuta recentemente alle Scuole Nord di Bellinzona alla presenza di due membri del gruppo regionale della Svizzera italiana di Aqua Alimenta. Il manufatto meccanico, sviluppato in Svizzera in collaborazione con il Dipartimento federale degli affari esteri, ha il pregio di poter essere realizzato direttamente sul posto a un prezzo contenuto (circa 100 franchi) con materiali facilmente reperibili e con poca manutenzione. A ciò va poi aggiunto che una sola pompa permette a intere famiglie di irrigare i propri appezzamenti di terreno garantendo così il loro sostentamento. Nella nota il Municipio precisa infine che le donazioni ricevute dall’associazione "vengono investite nella realizzazione di questi manufatti anche attraverso la creazione di appositi laboratori e la formazione di persone sul posto, generando così anche posti di lavoro".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved