nuova-officina-ffs-l-unione-contadini-si-sdraia-sui-binari
Ti-Press
Il terreno agricolo di Castione sul quale è previsto il nuovo stabilimento industriale delle Ffs
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
12 min

Lumino: contro pericoli naturali e roghi si punta pure sul bosco

Chiesti al Cc 50mila franchi per elaborare un piano di gestione del territorio forestale e prevedere strutture idonee per contrastare gli incendi
Ticino
1 ora

Estate: in bilico fra santi e falsi dei... e controlli radar

Come ogni venerdì la Polizia cantonale comunica le località nelle quali verranno effettuati controlli elettronici della velocità dal 22 al 28 agosto
Mendrisiotto
1 ora

Sat Mendrisio organizza una gita in Val Formazza

Si partirà dal capoluogo momò alle 6.30 di sabato 3 settembre. La camminata durerà cinque ore. Le iscrizioni entro il 27 agosto
Locarnese
1 ora

Assemblea dell’Associazione Football Club Locarno

Per i soci del sodalizio calcistico del Lido ritrovo martedì a Palazzo Marcacci. Oltre al preventivo vi saranno le nomine del comitato
Mendrisiotto
2 ore

Riva San Vitale, festa di fine estate con concerti dal vivo

Musica live dei gruppi Luis Landrini Band e Vasco Jam. Appuntamento per sabato 27 agosto al Lido comunale tra rock e folclore latino
Locarnese
2 ore

Orselina, proiezioni cinematografiche al Parco

Tre serate all’insegna della settima arte nel giardino del paese. Organizzate dalla Pro in collaborazione con Festival, Cisa e Ticino Film Commission
Grigioni
2 ore

Maloja/Isola, elicottero fallisce l’atterraggio: 3 feriti lievi

Il velivolo si è ribaltato lateralmente. I tre passeggeri hanno lasciato l’abitacolo da soli
Locarnese
2 ore

Cevio, consegnate le firme per i due referendum

A decidere sulla vendita di un terreno e la costruzione di una scuola ‘patriziale’ a Bignasco saranno i cittadini
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio, mercato dell’usato a scopo benefico

Appuntamento venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 al Mercato coperto organizzato dall’Associazione per la cooperazione tra Ticino e Uganda
Mendrisiotto
3 ore

Morbio Superiore, sabato 27 stand di tiro obbligatorio

Dalle 14 alle 18.30 a Rovagina si potrà tirare 25 m con la pistola e 300 m con il fucile. Impegno da assolvere entro il 31 da tutti i soldati
Mendrisiotto
3 ore

Truffa alle assicurazioni sociali, condannata una 47enne

Inflitta una pena di 24 mesi sospesi condizionalmente. La donna ha truffato per quasi 600’000 franchi. Ora sogna l’indipendenza finanziaria
Locarnese
3 ore

‘Accesso alle rive, il Ticino segua l’esempio di Neuchâtel’

Dopo le transenne posate (e rimosse) in un campeggio di Tenero, interviene l’associazione ‘Rives publiques Suisse’
Locarnese
3 ore

Centovalli, rimpasto dei dicasteri

Con l’ingresso di Cristina Tanghetti, che assume la responsabilità della Sicurezza pubblica e dell’Ambiente, vi sono stati alcuni cambiamenti
Luganese
3 ore

Lugano dedichi una via a Giorgio Salvadé

Interrogazione leghista formula la richiesta per ricordare il medico e politico che fu tra i promotori dell’Università della Svizzera italiana
Luganese
3 ore

Lugano promuove il confronto sui rapporti tra Svizzera e Taiwan

Al Campus Est si terrà una conferenza organizzata dal Dipartimento tecnologie innovative della Supsi in collaborazione con la Città
Bellinzonese
3 ore

‘Ottimizzato’, prosegue il test della Cupra verso i passi

Osservata la reazione dell’utenza nelle scorse settimane, Ustra ha apportato delle migliorie alla corsia di uscita preferenziale tra Quinto e Airolo
Bellinzonese
4 ore

Corso sulle tecniche di innesto con i frutticoltori ticinesi

Appuntamento a Biasca per sabato 27 agosto
laR
 
30.04.2022 - 11:55
Aggiornamento: 13:28

Nuova Officina Ffs, l’Unione contadini si sdraia sui binari

Castione, criticato l’esercizio di compensazione dei terreni agricoli Sac: sarà inoltrata opposizione all’Ufficio federale dei trasporti

Il Comitato direttivo dell’Unione contadini ticinesi (Uct) riunitosi ieri sera nella sede di Cresciano ha deciso d’impugnare il progetto di nuova Officina Ffs prevista a Castione inoltrando un’opposizione all’Ufficio federale dell’ambiente (Uft) contro i piani in pubblicazione fino al 24 maggio e presentati questa settimana ai media e alla popolazione. Come già fatto nel 2019 in occasione della procedura di riservazione d’area – nell’ambito della quale le Ferrovie avevano appunto formalizzato la necessità di destinare al nuovo stabilimento di manutenzione 15 ettari, di cui 8,3 attualmente Superfici per l’avvicendamento delle colture (Sac) – l’associazione che rappresenta il settore primario continua a giudicare negativamente il sacrificio di terreno verde pregiato in assenza di una reale compensazione. In questa fase, poi, criticata è la soluzione di compensazione terreni individuata da Ffs e Cantone che hanno preso in considerazione quattro siti dislocati fra Riviera, Bellinzonese e Locarnese: a Iragna 1,2 ettari, a Camorino 3,1, a Preonzo 0,8 e a Losone 3,7. "Le nuove aree Sac individuate – specificano le Ffs nella documentazione consegnata ai media durante la presentazione dei piani – permettono un compenso reale pari a 9,2 ettari (su base catastale) per una superficie arabile netta pari a 8,8 ettari". Terreni che dovranno dunque venire migliorati, rispetto alla situazione attuale, per raggiungere la qualità Sac richiesta in ottica di coltivazione. Non dovranno insomma essere destinati al solo sfalcio come prati estensivi.


Ti-Press
Il segretario agricolo cantonale Sem Genini

Camorino e soprattutto Losone ‘troppo distanti’

«Proprio su questo punto, ma anche su altri, dubitiamo che la compensazione Sac, così come proposta, possa essere ritenuta adeguata», spiega alla ‘Regione’ il segretario agricolo cantonale Sem Genini. «Anzitutto – elenca – riteniamo fondamentale che i terreni alternativi individuati non abbiano vincoli e restrizioni nella lavorazione agricola; inoltre facciamo notare che l’attuale proprietario delle Sac di Castione, uno dei maggiori commercianti di pecore del Ticino, si vedrebbe costretto a far pascolare gli animali da reddito in quattro siti diversi che non si trovano proprio dietro l’angolo. Ci riferiamo a Camorino ma soprattutto a Losone». In quest’ottica «non sono per niente rispettate le regole del buon senso e soprattutto le nostre richieste iniziali, fatte quando ci avevano convinto a non lanciare un referendum, secondo le quali la compensazione ‘uno a uno’ deve avvenire in prossimità del terreno da destinare a uno scopo diverso da quello agricolo».

Wwf critico, Municipio favorevole

Su Losone, ricordiamo, sono peraltro planate questa settimana (vedi ‘laRegione’ del 26 aprile) le critiche ambientaliste. Il Wwf è poco incline ad accettare la bonifica in ottica Sac dei prati magri situati nella Piana di Arbigo che lo stesso Cantone sta gestendo da alcuni anni per preservarne la ricca biodiversità caratterizzata da un notevole valore ecologico essendo, fra le altre cose, ambiente di caccia del pipistrello Vespertilio maggiore e habitat della cavalletta Aiolopus thalassinus, detta anche Smeraldino che vive negli ambienti umidi, paludi e prati. Nelle prossime settimane l’organizzazione ambientalista – forte di un proprio studio datato 2021 che chiede un maggiore sforzo alle autorità cantonali per preservare questa specifica area e la vasta zona naturalistica circostante – valuterà quindi la possibilità di impugnare i piani delle nuove Officine davanti all’Uft. Questo mentre dal canto suo il Municipio di Losone accoglie molto positivamente le intenzioni delle Ferrovie, poiché a ovest dell’ex Caserma oltre alle Sac verrebbero aggiunte una pista finlandese per la corsa a piedi, un sentiero pedestre e una pista ciclopedonale; opere alle quali il Comune aggiungerebbe la rinaturazione di un riale situato sul confine fra l’ex Caserma e la Piana di Arbigo.

‘Ancora una volta bistrattati’

Dal canto suo l’Uct ritiene inopportuno anche il programma dei compensi ambientali previsti nelle immediate vicinanze della nuova Officina. Tecnicamente vengono descritte dalle Ferrovie come ‘piantagioni di protezione’ e ‘collegamento ecologico’ e ancora ‘rivitalizzazione riale’. «In parole povere – obietta Sem Genini – si tratta di altro spazio tolto all’agricoltura produttiva. Saranno anche situazioni puntuali minori, saranno soluzioni particolari volte ad attenuare dal profilo ambientale il forte impatto generato sul territorio dal nuovo impianto industriale… ma ancora una volta il nostro settore viene bistrattato. Chi ci rimette di più in tutta questa vicenda è l’agricoltura, sebbene fin dall’inizio avessimo sempre cercato di trovare soluzioni pragmatiche e compromessi». Insieme all’Uct è praticamente certo l’inoltro di un’opposizione all’Uft anche dal gruppo edile Mancini & Marti (suo l’unico ricorso attualmente pendente al Tribunale federale sulla riservazione d’area) che rischia di perdere 32mila metri quadrati di depositi di ghiaia e terra. Mentre il Wwf sta riflettendo, non saranno per contro della partita i Comuni della Bassa Leventina, quello di Biasca e la Commissione dei trasporti Tre Valli inizialmente oppostisi alla riservazione d’area ma infine sconfessati dal Tribunale amministrativo federale che li ha ritenuti non legittimati a ricorrere. Come il gruppo Mancini & Marti peraltro.

Leggi anche:

Fotovoltaico, cippato e tetto verde per le nuove Officine Ffs

Terreni Sac e Officine Ffs: Wwf contrario alla soluzione Losone

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ffs terreni sac
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved