nuova-officina-ffs-l-unione-contadini-si-sdraia-sui-binari
Ti-Press
Il terreno agricolo di Castione sul quale è previsto il nuovo stabilimento industriale delle Ffs
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
6 ore

Preti in assemblea, per riflettere su sfide e missione

Una tre giorni a Lugano con contributi anche di relatori esterni e gruppi di lavoro. L’evento si aprirà il 29 agosto
Bellinzonese
6 ore

Tutto pronto per la 5ª edizione del Greina Trail

Gli organizzatori informano che è ancora possibile iscriversi alle varie tipologie di corsa
Bellinzonese
6 ore

Addio a Carlo Rivolta: ‘Mancherà a tutta Bellinzona’

A lungo attivo sulla scena della politica della Turrita, titolare dello storico negozio di biciclette in Piazza Orico, è deceduto all’età di 71 anni
Luganese
6 ore

Magliaso festeggia San Rocco

Sabato la comunità locale si ritroverà nella corte del municipio per condividere la ricorrenza tra devozione e tradizione popolare
Bellinzonese
7 ore

Polenta storna all’Alpe Géira

Il tradizionale pranzo organizzato dal Patriziato di Dalpe si terrà domenica 21 agosto alle 12
Bellinzonese
7 ore

Cinque concerti d’organo in Leventina

Mercoledì 17 agosto a Giornico, sabato 20 a Faido, mercoledì 24 a Quinto, sabato 27 a Chironico e mercoledì 31 ad Airolo
Luganese
7 ore

‘Bissone Arte ’22’ e il villaggio diventa un museo

Il paese darà spazio per oltre un mese alla creatività di una trentina di artisti. Opere esposte sul territorio
Mendrisiotto
7 ore

Riva San Vitale verso nuove... rive lacustri

In pubblicazione la domanda di costruzione per il progetto di sistemazione degli accessi a lago in zona Lido, in modo da uniformarne l’aspetto
Bellinzonese
7 ore

Festa in onore del generale Guisan al Sasso San Gottardo

Sabato 20 e domenica 21 agosto si celebreranno i 60 anni dalla scomparsa del generale Henri Guisan, rinviati di due anni a causa della pandemia
Ticino
7 ore

Costo benzina sulla fascia di confine, la forbice si allarga

Rapida panoramica sui prezzi praticati al di qua e al di là della frontiera. Il decreto aiuti del governo Draghi. L’immobilismo del Consiglio federale
Mendrisiotto
7 ore

Tre eventi per il Festival delle famiglie a Balerna

Teatro di figura, cinema e racconti nei parchi per adulti e bambini chiudono la stagione estiva
Bellinzonese
8 ore

Carì, birre artigianali abbinate a formaggi nostrani

Appuntamento per domenica 21 agosto dalle 11 alle 12.30 all’osteria Belvedere con l’esperto Roberto Storni
Locarnese
8 ore

Assemblea Losone Sportiva nella sala del Consiglio comunale

L’appuntamento è per giovedì 18 agosto alle ore 20. Al termine dell’assemblea verrà offerto un rinfresco.
Mendrisiotto
8 ore

Al nastro di partenza la Camminata popolare castellana

Sui percorsi di Castel San Pietro torna la kermesse non competitiva. Dieci chilometri nella natura e nel paesaggio
Locarnese
8 ore

Il Castello incantato fa tappa a Muralto, Frasco e Contone

Giovedì 18 agosto al Burbaglio l’Antico circo de madera, sabato in Valle Verzasca e domenica a Gambarogno anche i laboratori di costruzione di burattini
Mendrisiotto
8 ore

Vacallo, eventi di fine agosto in arrivo

Si potrà scegliere tra film, mostre e letture. Ottime occasioni per passare del tempo in compagnia
Mendrisiotto
9 ore

Antiquariato e arte tornano ad animare il cuore di Mendrisio

Appuntamento con la Fiera dedicata ad appassionati e collezionisti, giunta alla sua edizione numero 35
laR
 
30.04.2022 - 11:55
Aggiornamento: 13:28

Nuova Officina Ffs, l’Unione contadini si sdraia sui binari

Castione, criticato l’esercizio di compensazione dei terreni agricoli Sac: sarà inoltrata opposizione all’Ufficio federale dei trasporti

Il Comitato direttivo dell’Unione contadini ticinesi (Uct) riunitosi ieri sera nella sede di Cresciano ha deciso d’impugnare il progetto di nuova Officina Ffs prevista a Castione inoltrando un’opposizione all’Ufficio federale dell’ambiente (Uft) contro i piani in pubblicazione fino al 24 maggio e presentati questa settimana ai media e alla popolazione. Come già fatto nel 2019 in occasione della procedura di riservazione d’area – nell’ambito della quale le Ferrovie avevano appunto formalizzato la necessità di destinare al nuovo stabilimento di manutenzione 15 ettari, di cui 8,3 attualmente Superfici per l’avvicendamento delle colture (Sac) – l’associazione che rappresenta il settore primario continua a giudicare negativamente il sacrificio di terreno verde pregiato in assenza di una reale compensazione. In questa fase, poi, criticata è la soluzione di compensazione terreni individuata da Ffs e Cantone che hanno preso in considerazione quattro siti dislocati fra Riviera, Bellinzonese e Locarnese: a Iragna 1,2 ettari, a Camorino 3,1, a Preonzo 0,8 e a Losone 3,7. "Le nuove aree Sac individuate – specificano le Ffs nella documentazione consegnata ai media durante la presentazione dei piani – permettono un compenso reale pari a 9,2 ettari (su base catastale) per una superficie arabile netta pari a 8,8 ettari". Terreni che dovranno dunque venire migliorati, rispetto alla situazione attuale, per raggiungere la qualità Sac richiesta in ottica di coltivazione. Non dovranno insomma essere destinati al solo sfalcio come prati estensivi.


Ti-Press
Il segretario agricolo cantonale Sem Genini

Camorino e soprattutto Losone ‘troppo distanti’

«Proprio su questo punto, ma anche su altri, dubitiamo che la compensazione Sac, così come proposta, possa essere ritenuta adeguata», spiega alla ‘Regione’ il segretario agricolo cantonale Sem Genini. «Anzitutto – elenca – riteniamo fondamentale che i terreni alternativi individuati non abbiano vincoli e restrizioni nella lavorazione agricola; inoltre facciamo notare che l’attuale proprietario delle Sac di Castione, uno dei maggiori commercianti di pecore del Ticino, si vedrebbe costretto a far pascolare gli animali da reddito in quattro siti diversi che non si trovano proprio dietro l’angolo. Ci riferiamo a Camorino ma soprattutto a Losone». In quest’ottica «non sono per niente rispettate le regole del buon senso e soprattutto le nostre richieste iniziali, fatte quando ci avevano convinto a non lanciare un referendum, secondo le quali la compensazione ‘uno a uno’ deve avvenire in prossimità del terreno da destinare a uno scopo diverso da quello agricolo».

Wwf critico, Municipio favorevole

Su Losone, ricordiamo, sono peraltro planate questa settimana (vedi ‘laRegione’ del 26 aprile) le critiche ambientaliste. Il Wwf è poco incline ad accettare la bonifica in ottica Sac dei prati magri situati nella Piana di Arbigo che lo stesso Cantone sta gestendo da alcuni anni per preservarne la ricca biodiversità caratterizzata da un notevole valore ecologico essendo, fra le altre cose, ambiente di caccia del pipistrello Vespertilio maggiore e habitat della cavalletta Aiolopus thalassinus, detta anche Smeraldino che vive negli ambienti umidi, paludi e prati. Nelle prossime settimane l’organizzazione ambientalista – forte di un proprio studio datato 2021 che chiede un maggiore sforzo alle autorità cantonali per preservare questa specifica area e la vasta zona naturalistica circostante – valuterà quindi la possibilità di impugnare i piani delle nuove Officine davanti all’Uft. Questo mentre dal canto suo il Municipio di Losone accoglie molto positivamente le intenzioni delle Ferrovie, poiché a ovest dell’ex Caserma oltre alle Sac verrebbero aggiunte una pista finlandese per la corsa a piedi, un sentiero pedestre e una pista ciclopedonale; opere alle quali il Comune aggiungerebbe la rinaturazione di un riale situato sul confine fra l’ex Caserma e la Piana di Arbigo.

‘Ancora una volta bistrattati’

Dal canto suo l’Uct ritiene inopportuno anche il programma dei compensi ambientali previsti nelle immediate vicinanze della nuova Officina. Tecnicamente vengono descritte dalle Ferrovie come ‘piantagioni di protezione’ e ‘collegamento ecologico’ e ancora ‘rivitalizzazione riale’. «In parole povere – obietta Sem Genini – si tratta di altro spazio tolto all’agricoltura produttiva. Saranno anche situazioni puntuali minori, saranno soluzioni particolari volte ad attenuare dal profilo ambientale il forte impatto generato sul territorio dal nuovo impianto industriale… ma ancora una volta il nostro settore viene bistrattato. Chi ci rimette di più in tutta questa vicenda è l’agricoltura, sebbene fin dall’inizio avessimo sempre cercato di trovare soluzioni pragmatiche e compromessi». Insieme all’Uct è praticamente certo l’inoltro di un’opposizione all’Uft anche dal gruppo edile Mancini & Marti (suo l’unico ricorso attualmente pendente al Tribunale federale sulla riservazione d’area) che rischia di perdere 32mila metri quadrati di depositi di ghiaia e terra. Mentre il Wwf sta riflettendo, non saranno per contro della partita i Comuni della Bassa Leventina, quello di Biasca e la Commissione dei trasporti Tre Valli inizialmente oppostisi alla riservazione d’area ma infine sconfessati dal Tribunale amministrativo federale che li ha ritenuti non legittimati a ricorrere. Come il gruppo Mancini & Marti peraltro.

Leggi anche:

Fotovoltaico, cippato e tetto verde per le nuove Officine Ffs

Terreni Sac e Officine Ffs: Wwf contrario alla soluzione Losone

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ffs terreni sac
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved