13.04.2022 - 15:52
Aggiornamento: 17:46

Faido dice ‘sì’ all’installazione di 1’200 lampioni Led

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il credito di 745mila franchi per il rinnovamento dell’illuminazione pubblica

faido-dice-si-all-installazione-di-1-200-lampioni-led
Archivio Ti-Press
Lampioni Led a Bioggio

Ieri, 12 aprile, il Consiglio comunale di Faido ha approvato all’unanimità un credito quadro di 745mila franchi per il rinnovamento dell’illuminazione pubblica. Via libera dunque all’installazione di circa 1’200 lampade con tecnologia Led sull’arco di quattro anni (circa 300 ogni anno). I lampioni passeranno così da una potenza media di 107 a 60 Watt, garantendo un importante risparmio energetico. Attualmente il consumo totale per l’illuminazione pubblica ammonta mediamente a 460mila kWh annui, per un costo di circa 100mila franchi. Nel relativo messaggio, il Municipio aveva indicato che con la sostituzione delle lampade si potrebbero risparmiare 44mila franchi. Risparmio che dovrebbe salire a 61mila franchi tenendo conto del previsto sistema di gestione che permetterà di adattare l’illuminazione a seconda delle esigenze delle diverse zone del territorio comunale, nel rispetto della percezione degli abitanti e della luce necessaria nelle varie fasce orarie.

Accolti i 2,4 milioni di franchi per le sottostrutture di Chiggiogna

Durante la seduta vi è stata un po’ più di discussione sul credito di 2,7 milioni di franchi per il risanamento delle infrastrutture del nucleo di Chiggiogna. Sono infatti emersi alcuni timori, vista l’importate cifra prevista per questo investimento. Il credito è poi comunque stato accolto con 21 voti favorevoli, 3 contrari e 6 astenuti. Ricordiamo che il relativo messaggio era già stato approvato nel marzo 2021, ma ha dovuto essere nuovamente licenziato dal Municipio alla luce del ricorso – accolto dal Consiglio di Stato che ha annullato la decisione del legislativo – che lamentava una violazione della Legge organica comunale, e in particolare l’assenza nel messaggio delle indicazioni sulle conseguenze dell’investimento sulle finanze comunali. Nel nuovo messaggio l’esecutivo aveva definito l’investimento come "assolutamente sostenibile e inferiore alla media degli ultimi 10 anni". Dedotti i contributi cantonali e della Confederazione, il costo totale a carico del Comune è di 1,72 milioni di franchi. Concretamente, il progetto prevede, oltre alla sostituzione delle infrastrutture, la sistemazione della zona d’intervento in modo decoroso e funzionale al fine di garantire la viabilità e migliorare la vivibilità del comparto originario di Chiggiogna, così come la valorizzazione degli elementi storici e culturali.

Infine, il Consiglio comunale di Faido ha pure approvato all’unanimità anche il credito di 232mila franchi riguardante i costi residui a carico del Comune per il progetto ‘Sistemazione idrico antincendio boschivo Predelp-Mairengo-Prodör’, quello di 145mila franchi per il ripristino della strada comunale Calonico-Cesù a seguito dei danni alluvionali dell’estate 2021 e quello di 1,17 milioni di franchi inerente agli investimenti previsti per la legislatura 2022-2024 riguardanti l’Azienda comunale acqua potabile.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved