salvate-la-biglietteria-di-biasca-mozione-mps-al-governo
Ti-Press
Una delle biglietterie Ffs sparse sulla rete ferroviaria ticinese
13.04.2022 - 15:04

‘Salvate la biglietteria di Biasca’: mozione Mps al governo

Consiglio di Stato sollecitato a mobilitarsi per trovare una soluzione che garantisca continuità

Il Movimento per il socialismo (Mps) ritorna sui servizi di biglietteria della stazione Ffs di Biasca, chiedendo in una mozione al Consiglio di Stato di mobilitarsi affinché riesca a trovare una soluzione che garantisca continuità anziché la chiusura. L’Mps, come già annunciato il 30 marzo, aveva già inoltrato un’interpellanza nella quale riteneva "inaccettabile, assurda e provocatoria" la decisione delle Ferrovie. "La popolazione ticinese e delle Tre Valli è venuta a conoscenza che sia il Consiglio di Stato che i partiti presenti nelle commissioni parlamentari non solo non hanno fatto nulla per impedire la chiusura della biglietteria, ma addirittura hanno pensato bene di prendere la palla al balzo e insediarsi nello stabile. Un’ulteriore conferma che alle autorità cantonali e ai partiti maggiori non importa nulla di rilanciare le zone periferiche; dimostra anche una grande mediocrità e mancanza d’inventiva. Le soluzioni per garantire questo servizio 7 giorni su 7 e con una continuazione della presenza autonoma delle Ffs o con delle sinergie con le strutture presenti (ad esempio Otr Bellinzona e Alto Ticino) sono fattibili, ci vuole evidentemente la volontà di trovarle", ribadisce l’Mps nella mozione.

Leggi anche:

Via la biglietteria alla stazione Ffs di Biasca: l’Mps insorge

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biasca biglietteria ffs mps
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved