ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
47 min

La cultura previene o alimenta le violenze fondate sul genere?

A queste e altre domande si cercherà di dare risposta lunedì 30 gennaio alle 19.45 alla Scuola Media Bellinzona 1
Luganese
1 ora

Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano

Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Grigioni
1 ora

Grono ha 66 abitanti in più

Nel Comune grigionese, al 31 dicembre 2022, abitavano 1’493 persone. Registrati 155 arrivi contro 88 partenze, 13 nascite e 14 decessi
Ticino
17 ore

‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’

Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
20 ore

‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’

Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
Bellinzonese
22 ore

‘Fin lì era filato tutto liscio, poi la bottigliata in testa’

Per il sindaco di Cadenazzo Marco Bertoli, il battibecco di Carnevale sarebbe nato da una sigaretta accesa all’interno del capannone
Bellinzonese
1 gior

Coriandoli ma non solo: a Cadenazzo volano pure pugni e calci

Prima serata di bagordi carnascialeschi segnata da una persona ferita al capannone. Il presidente: ‘Episodio fortunatamente isolato e circosrcritto’
Locarnese
1 gior

Brissago, il bando di pesca finisce imbrigliato nelle reti

Il Tribunale amministrativo concede l’effetto sospensivo al ricorso di un professionista che contesta l’ampliamento dell’area inizialmente concordata
Luganese
1 gior

‘Spetta agli organizzatori gestire i propri rifiuti’

Il Municipio risponde a un’interrogazione in cui si questionava sull’impatto ambientale delle manifestazioni pubbliche
23.03.2022 - 16:12
Aggiornamento: 30.03.2022 - 16:31

Due spettacoli per aiutare i piccoli profughi ucraini in Romania

Li propone l’Associazione Franca ad Arbedo e Bellinzona: il ricavato sosterrà la fondazione Don Orione e l’organizzazione Save the Children

due-spettacoli-per-aiutare-i-piccoli-profughi-ucraini-in-romania
Keystone

Due spettacoli teatrali per raccogliere fondi da destinare a due associazioni attive in Romania a sostegno dei profughi ucraini in fuga dalla guerra. È l’iniziativa messa in campo dall’Associazione Franca di Arbedo, impegnata nella difesa e promozione dei diritti dei bambini, insieme al Comites Lugano-Ticino e ad alcune associazioni italiane. «Dopo una scrupolosa ricerca di enti e associazioni riconosciuti e affidabili sul posto da poter sostenere finanziariamente – spiega il presidente Francesco Lombardo – abbiamo individuato la fondazione Don Orione e l’organizzazione internazionale Save the Children che operano da oltre trent’anni sul territorio, fornendo aiuti umanitari essenziali ai bambini e alle loro famiglie. Ciò include sostenere il loro accesso all’istruzione, fornire supporto psicosociale, distribuire kit invernali e kit igienici e fornire sovvenzioni in denaro alle famiglie in modo che possano soddisfare i bisogni di base come cibo, affitto e medicinali».

‘Bambini in difficoltà e madri angosciate’

I contatti per ricevere informazioni aggiornate sono frequenti e il quadro esposto è molto critico: «I loro collaboratori in Romania riferiscono di aver visto bambini in difficoltà e madri angosciate, perché preoccupate per aver lasciato i loro genitori alle spalle, dopo che le autorità hanno ordinato agli uomini ucraini di età compresa tra i 18 e i 60 anni di restare e combattere. La situazione non può che preoccupare perché molti di questi bambini e donne in fuga sono già sopravvissuti a otto anni di conflitto e giungono ai vari centri d’accoglienza di frontiera con grande angoscia». Queste persone, sottolinea Lombardo, «stanno subendo il freddo pungente e situazioni a cui nessun bambino dovrebbe mai essere esposto. È fondamentale che tutti i bambini che entrano nei paesi vicini, inclusa la Romania, siano protetti e abbiano accesso a cibo salvavita, acqua pulita, riparo e supporto per la salute mentale».

Ecco perché insieme al Comites Lugano-Ticino e ad alcune associazioni italiane presenti sul territorio, e a fianco delle istituzioni locali, «abbiamo deciso di aiutare le due organizzazioni umanitarie che stanno attualmente conducendo una valutazione dei bisogni in quattro campi profughi nel Nord-est della Romania, si stanno preparando a distribuire beni di prima necessità e ad allestire spazi in cui i bambini abbiano un posto sicuro dove giocare, imparare e far fronte al dolore e alla perdita, ricevere un supporto per la salute fisica e mentale, informazioni a misura di bambino e rintracciamento e ricongiungimento familiare».

‘A braccia aperte’ il 3 e 13 aprile

La rassegna teatrale ‘A braccia aperte’ prevede dunque due spettacoli, sempre con inizio alle 17: domenica 3 aprile al Centro civico di Arbedo e mercoledì 13 al Centro Spazio aperto di Bellinzona. Nella prima data sarà proposto lo spettacolo tragicomico ‘Imbratisare - abbraccio’, di Ioana Butu e Silvana Gargiulo (premio svizzero del teatro 2015), con Ioana Butu e Daniele Dell’Agnola, per la regia di Silvana Gargiulo. Il 13 aprile andrà invece in scena ‘Chapeau rouge e chapeau noir’ con Marco Mottai e Francesco Mariotta, uno spettacolo pacifico e divertente che illustra l’assurdità del litigio e della guerra. Entrata bambini 5 franchi e adulti 25.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved