ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
28 min

Un fuoristrada, un gatto e l’amore per la (nuova) vita

Grazie al piacere nel viaggiare assieme al suo fedele Jek, il locarnese ‘Jonni’ è riuscito a riprendersi dopo un tragico incidente in cui è quasi morto
Ticino
38 min

Salario minimo non adeguato all‘inflazione, Durisch: ‘Contesto!’

Il capogruppo Ps dopo la decisione del governo: ‘Assurdo, è una manovra per non arrivare all’ultima forchetta nel 2025: non sta né in cielo né in Terra’
Luganese
6 ore

Lugano, trasporto pubblico più friendly per i disabili

Approvato il maxi credito (13,6 milioni) per adeguare una parte delle fermate cittadine. Polemica in Consiglio comunale sulle telecamere nei parchi gioco.
Locarno
7 ore

Incrocio del Debarcadero,via libera alla sistemazione

Passa in Consiglio comunale anche la progettazione definitiva degli spazi pubblici del centro urbano
Luganese
7 ore

Morcote allacciata all’impianto di depurazione del Pian Scairolo

Tra i progetti previsti dal Consorzio l’abbattimento di microinquinanti e l’utilizzo di energie alternative
Ticino
9 ore

‘Quell’iniziativa è superata dagli eventi’

Consiglio della magistratura, così la commissione parlamentare: Assemblea dei magistrati e Gran Consiglio hanno nel frattempo designato il nuovo Cdm
Gallery
Mendrisiotto
9 ore

Volto coperto e armati: commando irrompe in una abitazione

In cinque rapinano una casa privata a Novazzano. Immobilizzate le persone all’interno, gli autori del ‘colpo’ si sono poi dati alla fuga
Ticino
10 ore

‘Riconoscimento del carovita così come proposto dal governo’

Risoluzione della sezione ticinese della Federazione svizzera funzionari di polizia
Bellinzonese
11 ore

Airolo ha omaggiato i suoi 18enni

Il ricevimento ufficiale organizzato dal Municipio si è tenuto sabato 26 all’Infocentro A2 Gottardo Sud
Bellinzonese
11 ore

‘Raccontami una storia in ucraino’ a Bellinzona

L’attività promossa dalla biblioteca interculturale BiblioBaobab si terrà mercoledì 30 novembre dalle 10 alle 11 nella sua sede
Mendrisiotto
11 ore

Castel San Pietro, torna scintillante il mercatino di Natale

La manifestazione si terrà sul sagrato della chiesa dalle 14.30 in avanti, con 40 bancarelle e diverse occasioni di divertimento
09.03.2022 - 19:19
Aggiornamento: 19:35

Vera storia d’amore e l’accusa di atti sessuali con fanciulli

Colpevole ma esente da pena un 28enne che nel 2020 ha avviato una relazione duratura con una ragazza minore di 16 anni

vera-storia-d-amore-e-l-accusa-di-atti-sessuali-con-fanciulli
Keystone
Gravidanza e matrimonio in una vicenda penale finita bene

Si sono conosciuti durante alcune serate passate al bar: 15enne lei, dodici anni in più lui. In poco tempo è sbocciata una storia d’amore che ha portato alla nascita di una bambina. «Ci sposeremo e andremo a vivere insieme non appena lei avrà compiuto 18 anni: il mio futuro me lo immagino con mia figlia e sua mamma», ha detto oggi nell’aula penale di Lugano il 28enne (27enne al tempo dei fatti) rinviato a giudizio con l’accusa di ripetuti atti sessuali con fanciulli. Reato di cui l’imputato, avendo la ragazza meno di 16 anni ai tempi dei rapporti sessuali, è stato giudicato colpevole, ma con delle attenuanti che hanno fatto propendere la Corte delle Assise correzionali di Bellinzona, presieduta dal giudice Amos Pagnamenta, per un’esclusione della pena. Nessuna sanzione è stata dunque adottata nei confronti dell’uomo, contrariamente a quanto proposto dal procuratore pubblico Pablo Fäh che ha chiesto una pena detentiva da espiare di quattro mesi, anche in considerazione dei precedenti (seppur non specifici) del 28enne. Secondo l’accusa l’imputato – tenuto conto anche che conoscendo il fratello della ragazza avrebbe potuto chiedergli informazioni precise sulla reale età di lei – avrebbe dovuto rendersi subito conto dell’illegalità dei rapporti sessuali.

‘La sua colpa non può che essere ritenuta di lieve entità’

L’atto d’accusa si divideva in due parti: la prima riguardava il periodo da settembre a novembre 2020 quando, come infine stabilito dalla Corte, l’imputato credeva in maniera sincera che la giovane avesse più di 16 anni (li avrebbe invece compiuti a maggio 2021). «Fino a novembre 2020 non gli è rimproverabile niente, non aveva motivo di dubitare della parola della ragazza», ha affermato prima di pronunciare la sentenza il giudice Pagnamenta, ricordando che l’uomo era stato rassicurato dalla 15enne sul fatto che fosse maggiorenne. Diverso invece il discorso per i rapporti sessuali avvenuti tra novembre 2020 e maggio 2021, quando il 28enne era stato messo al corrente dal fratello della ragazza, e soprattutto dalla madre della giovane, quando quest’ultima è rimasta incinta. Se per questo periodo il reato di atti sessuali con fanciulli è adempiuto, «la sua colpa dev’essere ritenuta di lieve entità», ha affermato Pagnamenta, indicando come circostanze favorevoli la relazione duratura, l’impegno dimostrato dall’uomo nel sostenere finanziariamente il nucleo familiare e la volontà della coppia di volersi sposare e costruire un futuro insieme.

La Corte abbraccia la tesi difensiva

La Corte ha dunque abbracciato le considerazioni della difesa sostenuta dall’avvocata Maricia Dazzi, battutasi proprio per il verdetto infine pronunciato. «Fin dai primi interrogatori il mio assistito ha sempre detto di volersi prendersi le sue responsabilità – ha detto durante la sua arringa –. Quando ha saputo della reale età della giovane era sicuramente a conoscenza delle conseguenze, ma non si può dimenticare che la coppia stava insieme già da molti mesi e che la ragazza era già incinta. Sono legati da una relazione importante, hanno coinvolto i genitori, sono tuttora innamorati e intendono sposarsi. È una storia d’amore che ha fatto crescere l’imputato come persona, oggi padre e compagno presente». L’avvocata Dazzi ha poi sottolineato come negli interrogatori la ragazza abbia affermato di non sentirsi una vittima e di aver mentito per amore circa la sua reale età.

In assenza di una querela di parte, il caso ha assunto una portata giudiziaria e penale quando il Ministero pubblico ha avviato l’istruttoria e promosso l’accusa sulla base di una segnalazione fatta dall’Autorità regionale di vigilanza (Arp), attivatasi quando la ragazza è rimasta incinta. Nel frattempo però, come emerso in tribunale, la storia fra i due ha preso almeno finora una piega positiva.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved