23.02.2022 - 15:53
Aggiornamento: 16:17

Verso una via alpinistica tra Bellinzonese e Valle di Blenio

Si è costituita l’Associazione Via Alta Crio che mira a realizzare questo percorso nel 2023. Previsto pure un nuovo rifugio in Val Malvaglia

verso-una-via-alpinistica-tra-bellinzonese-e-valle-di-blenio
Ti-Press
Un percorso adatto a persone capaci di muoversi in un ambiente alpino e difficile

Passo avanti verso la realizzazione di un nuovo "trekking escursionistico alpino tra il Bellinzonese e l’alta Valle di Blenio". Lo scorso 21 febbraio, nella palestra comunale di Lumino, si è infatti tenuta l’assemblea costitutiva dell’Associazione Via Alta Crio che "ha lo scopo di completare un settore ancora mancante nel panorama delle Vie Alte nel Sopraceneri", si legge in un comunicato. Concretamente il percorso "vede la sua partenza da Lumino e, lungo un centinaio di chilometri suddivisi in 10 tappe, si renderà fruibile un itinerario senza interruzioni sull’intero confine con il cantone dei Grigioni fino al Passo del Lucomagno". Il tracciato "comprenderà difficoltà che vanno dal T2 al T6 su sentieri e creste rocciose che superano i 3’000 metri e con un dislivello di circa 11’000 metri". In altre parole "si tratta di un percorso adatto a persone capaci di muoversi in un ambiente alpino e difficile".

L’associazione – il cui Comitato è composto da 7 membri – è stata creata "dopo un paio di anni di attività preparatoria condotta da un Gruppo di lavoro coordinatore composto da appassionati e convinti fautori" e ha come scopo la "concretizzazione della Via Alta Crio che potrebbe essere realizzata già nel 2023". Questo progetto prevede anche "l’imprescindibile costruzione di un nuovo bivacco/rifugio sul Piano della Parete in Val Malvaglia" a circa 2’700 metri di altitudine. "Questo è uno dei temi prioritari che, nell’immediato futuro, occuperà l’associazione assieme all’aspetto finanziario". Associazione che è composta dai gestori delle strutture presenti lungo il percorso quali l’Associazione amici della capanna Brogoldone di Lumino, la sezione Ticino del Club Alpino Svizzero (Cas), la Società alpinistica Bassa Blenio (Sabb) di Malvaglia, le sezioni di Bellinzona e di Biasca dell’Unione ticinese operai escursionisti (Utoe) e la Sezione alpinistica ticinese (Sat), sezione Lucomagno di Olivone. Vede inoltre tra gli interessati anche alcuni Patriziati.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved