biasca-si-al-credito-per-riqualificare-il-comparto-bosciorina
Ti-Press
Scorcio del progetto vincitore per la riqualifica del comparto Bosciorina
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Covid e vacanze all’estero? ‘Paese che vai... regole che trovi’

Capire quali sono le norme all’estero non è sempre facile, e il sito della Confederazione non aiuta. Hotelplan: ‘i disagi con i voli problema del momento’
Locarnese
3 ore

Intragna, nullaosta al progetto forestale Corona dei Pinci

Il Patriziato centovallino autorizza gli interventi selvicolturali sui monti di Losone progettati dal confinante Patriziato. Ok al consuntivo
Locarnese
4 ore

Scontro fra auto e moto a Maggia: due 19enni gravemente feriti

Uno di loro rischia la vita. Per consentire i rilievi del caso la strada cantonale rimarrà chiusa almeno fino alle 18.
Bellinzonese
5 ore

Si introduce nelle scuole Semine e ruba due computer

È successo durante la notte. Il ladro ha forzato una delle entrate.
gallery
Ticino
8 ore

Verdetto storico e inappellabile: da Ppd a Il Centro

Il Congresso cantonale del partito ha appena deciso - a stragrande maggioranza - il cambiamento del nome
Locarnese
12 ore

Contone, contributi di canalizzazione attempati e indigesti

Malumore tra i cittadini della sezione gambarognese per la ‘pillola‘ (provvisoria). Presentato reclamo al Municipio, lunedì l’incontro per gli interessati
Ticino
16 ore

Speziali (Plr): ‘Noi un partito responsabile, non utili idioti’

Il presidente liberale radicale a pochi giorni dal finale thriller sulle imposte di circolazione, spiega il momento del suo partito e la sua prospettiva
Ticino
1 gior

TiSin, sindacati soddisfatti per la sanzione dell’Ispettorato

Daniel (Ocst): ‘Quel contratto era uno scheletro al quale hanno tolto una costola’. Gargantini (Unia): ‘Aldi e BIgnasca ci spieghino questa pagliacciata’
Luganese
1 gior

Pubblicata la nuova edizione de ‘Il Cantonetto’

Nel numero di giugno, un omaggio allo scrittore Mario Agliati nel centenario della nascita. Altro tributo di rilievo, quello al pittore Pietro Salati
22.02.2022 - 10:55
Aggiornamento : 17:05

Biasca, sì al credito per riqualificare il comparto Bosciorina

Il legislativo ha concesso 2,45 milioni per la progettazione definitiva di scuola dell’infanzia, scuola elementare, asilo, palestre e Bibliomedia

Passi avanti per uno dei progetti più importanti per il Comune di Biasca. Il Consiglio comunale ieri sera, all’unanimità, ha concesso un credito di 2,45 milioni per la progettazione definitiva della scuola dell’infanzia, della scuola elementare, della palestra doppia, della sede del Servizio educazione precoce speciale – Seps – gestito dal Cantone e dell’ampliamento della Bibliomedia. Un progetto che cambierà volto al comparto Bosciorina e che verrà realizzato nei prossimi anni: l’obiettivo del Municipio è, una volta conclusa la progettazione definitiva, ottenere la licenza edilizia ancora nel corso di questo anno, approvare il credito di costruzione nel 2023 e dare inizio al cantiere nel 2024. Come è noto, nel comparto in questione, il Municipio vuole realizzare nuovi stabili scolastici (scuola elementare e scuola dell’infanzia con annessa una palestra doppia e il Seps) oltre che altri spazi per la già presente realtà della Bibliomedia. Il tutto, per un investimento stimato in 30 milioni di franchi, strizzando l’occhio al concetto di intergenerazionalità con l’obiettivo di creare occasioni d’incontro e di condivisione tra gli utenti delle varie strutture. Una visione che si sposa con l’edificazione della nuova casa per anziani, pure prevista sul medesimo sedime per un costo stimato di 25 milioni. A tal proposito, sempre ieri sera, il Legislativo all’unanimità ha pure concesso un credito di 392mila franchi (si stima di poter ottenere sussidi cantonali e altri contributi per coprire il 50% di tale somma) per allestire il concorso di progettazione della nuova casa anziani da 75 posti letto, ritenuto che la struttura esistente non risponde più alle esigenze attuali. Sulla linea di quello effettuato per gli altri contenuti, il concorso andrà a determinare il progetto vincitore. L’intenzione, si legge nel messaggio municipale, è quella di dare inizio alla progettazione definitiva della casa anziani nel 2023, iniziare i lavori nel 2026 e inaugurarla nel 2028.

Ieri sera il Consiglio comunale ha concesso anche altri crediti: in particolare ha dato luce verde all’unanimità a 1,13 milioni per il risanamento energetico, interventi funzionali e sistemazione esterna della Scuola dell’infanzia Croce. Via libera dal Cc (con 20 favorevoli, 9 contrari e 2 astenuti) anche al credito di 800mila franchi per la riorganizzazione delle piazze di raccolta e dell’ecocentro, al credito supplementare di 496mila franchi (approvato all’unanimità) per le opere di risanamento del vecchio serbatoio dell’acqua potabile esistente al Vallone risalente al 1961. Concessi anche 174mila franchi circa a posteriori per gli interventi d’urgenza per le opere di premunizione (vallo paramassi) di crolli di roccia a Biborgo in Valle Pontirone e l’approvazione della relativa convenzione tra il Comune e il Patriziato di Biasca. Luce verde all’unanimità dal Legislativo anche al credito di 615mila franchi circa per l’acquisto di una spazzatrice, di un sollevatore e di un furgone in sostituzione degli attuali in dotazione alla squadra esterna, di una nuova levigatrice per la pista di ghiaccio e di un nuovo veicolo per l’Azienda acqua potabile.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biasca bosciorina consiglio comunale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved