ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
16 ore

Ferite di media gravità per centauro finito fuori strada

L’incidente è avvenuto sul mezzogiorno di sabato lungo la strada cantonale che da Carabietta conduce ad Agnuzzo
Bellinzonese
17 ore

Scontro fra due auto a Cadenazzo: un ferito

Il tratto di via Ala Campagna è stato chiuso per oltre un’ora per consentire le operazioni di soccorso e il recupero dei veicoli accidentati
Video
Ticino
21 ore

La Chiesa si mette in attesa ‘un po’ particolare’ del Natale

Messaggio alla Diocesi ticinese del vescovo Alain de Raemy in occasione domenica dell’inizio del cammino d’Avvento
Luganese
1 gior

A2, PoLuMe anche da Gentilino alla Vedeggio-Cassarate

L’Ustra conferma: in autostrada si potrà usare la terza corsia d’emergenza come ‘dinamica’ in caso di necessità fino a Lugano nord
Ticino
1 gior

Cantonali ’23, Andrea Giudici torna in pista. E lo fa con l’Udc

Deputato liberale radicale dal 2003 al 2019, l‘avvocato locarnese proverà a tornare in Gran Consiglio: ’I democentristi rappresentano meglio le mie idee’
VIDEO
Locarnese
1 gior

‘Non si può ammazzare una donna per un ciuffo di capelli’

Tre 18enni che frequentano il Liceo Papio hanno deciso di compiere un gesto simbolico a sostegno delle donne iraniane che lottano per i propri diritti
Bellinzonese
1 gior

‘Hanno dato il massimo ma sono stati travolti da una tempesta’

La difesa dei vertici della casa anziani di Sementina chiede l’assoluzione contestando anche le direttive di Merlani. Morisoli: ‘Fatto il possibile’
Ticino
1 gior

Targhe, il governo rilancia con 2 proposte. Dal Centro nuovo No

Il Consiglio di Stato tende la mano con delle alternative di calcolo. Gli iniziativisti non ci stanno, la sinistra sì. Ognuno per la sua strada, ancora
26.01.2022 - 12:41
Aggiornamento: 02.02.2022 - 19:27

Il Plr di Bellinzona: ‘Rifare la parte alta di viale Stazione’

Stando a una mozione (primo firmatario Vito Lo Russo) la sistemazione di questo tratto porterà vantaggi ai cittadini, ai turisti e ai commercianti

il-plr-di-bellinzona-rifare-la-parte-alta-di-viale-stazione
In ‘condizioni decisamente precarie’ (Ti-Press)

A Bellinzona la parte alta di viale Stazione (tra il comparto stazione e il tratto nel centro storico che sono già stati risistemati) “si presenta in condizioni decisamente precarie”. Il gruppo Plr in Consiglio comunale con una mozione (primo firmatario Vito Lo Russo) chiede quindi al Municipio “di presentare a breve un messaggio per il rifacimento” di questa sezione di strada. Infatti, “risistemare e rendere più confortevole la parte alta del viale Stazione, come la parte bassa, deve diventare un’opera fondamentale per l’attuale Municipio”, si legge nel testo. “Un adeguato arredo urbano (panchine, stalli per le biciclette, cestini, illuminazione adeguata, …) permetterà una maggiore fruizione da parte del cittadino e del turista e un interessante luogo per l’insediamento di nuovi commerci”.

Nel centro storico attualmente la strada è ‘curata, funzionale, sicura e ben frequentata’

Nella mozione il gruppo Plr ricorda che la parte alta di viale Stazione si trova tra il comparto stazione – “che raggruppa l’edificio esistente ampliato e ristrutturato, il piazzale antistante l’entrata (Piazza Stazione), il terminale dei bus e il park & ride, funge da porta d’entrata della città per i viaggiatori e garantisce un efficiente collegamento con i mezzi pubblici su gomma, con il servizio taxi e il traffico lento (biciclette)” – e la parte bassa il cui rifacimento venne ritenuto “fondamentale” dal Municipio nel 2012. Quest’ultima zona nel centro storico, attualmente si presenta quindi “curata, funzionale, sicura e ben frequentata”, con i commerci che “godono di un buon afflusso di clientela”.

‘Manutenzione ordinaria insufficiente’

Stando ai liberali radicali, sono invece diverse le condizioni in cui si trova la parte alta del viale: “Il fondo stradale in dadi di porfido rosso e i marciapiedi in lastre di granito, a causa di un progressivo degrado, presentano cedimenti, blocchetti e lastre instabili con conseguente infiltrazione d’acqua. La manutenzione ordinaria risulta insufficiente ed è necessario intervenire in modo più radicale. Le sottostrutture, vista la loro vetustà, sono da sostituire e adeguare alle attuali necessità. L’illuminazione è di vecchia generazione e non più a norma, inoltre l’attuale concetto (illuminazione al centro della carreggiata) non garantisce una distribuzione omogenea del fascio luminoso, lasciando gran parte dei marciapiedi in ombra”. Una situazione che genera quindi diversi svantaggi secondo i promotori della mozione: “Viene a mancare la sicurezza dei pedoni, non valorizza sufficientemente gli stabili (alcuni architettonicamente molto pregiati), non fa risaltare le vetrine dei pochi negozi rimasti e dà la sensazione di trascuratezza”. Per questi motivi il gruppo Plr chiede all’esecutivo cittadino di rifare questo “pezzo di viale anonimo e poco curato”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved