ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
22 min

Lugano, Lalia non slega il legislativo

I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
52 min

Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione

Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
2 ore

Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera

Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
2 ore

In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta

Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
Bellinzonese
3 ore

Daro, ecco i soldi: parte la ricostruzione di via ai Ronchi

Il Cc ha votato l’anticipo di 2,45 milioni. La Città pretende il risarcimento dal proprietario del cantiere edile all’origine del crollo
Luganese
3 ore

AlpTransit verso sud, Lugano picchia i pugni contro Berna

Votata all’unanimità la risoluzione extra-Loc che critica il progetto di Berna di tagliare la Neat e chiede di proseguire il tracciato fino al confine
Bellinzonese
4 ore

Giubiasco, 14 anni dopo luce verde alla centrale a biogas

Il Cc di Bellinzona ha avallato l’operazione lanciata dall’Amb con la Sopracenerina per un impianto che costerà quasi 27 milioni
Mendrisiotto
4 ore

Clinica psichiatrica, alla sbarra un 18enne accusato di stupro

La vicenda si sarebbe consumata a Mendrisio tra due pazienti, entrambi sotto l’influsso dei medicamenti. Il processo è previsto per ottobre
26.01.2022 - 12:41
Aggiornamento: 02.02.2022 - 19:27

Il Plr di Bellinzona: ‘Rifare la parte alta di viale Stazione’

Stando a una mozione (primo firmatario Vito Lo Russo) la sistemazione di questo tratto porterà vantaggi ai cittadini, ai turisti e ai commercianti

il-plr-di-bellinzona-rifare-la-parte-alta-di-viale-stazione
In ‘condizioni decisamente precarie’ (Ti-Press)

A Bellinzona la parte alta di viale Stazione (tra il comparto stazione e il tratto nel centro storico che sono già stati risistemati) “si presenta in condizioni decisamente precarie”. Il gruppo Plr in Consiglio comunale con una mozione (primo firmatario Vito Lo Russo) chiede quindi al Municipio “di presentare a breve un messaggio per il rifacimento” di questa sezione di strada. Infatti, “risistemare e rendere più confortevole la parte alta del viale Stazione, come la parte bassa, deve diventare un’opera fondamentale per l’attuale Municipio”, si legge nel testo. “Un adeguato arredo urbano (panchine, stalli per le biciclette, cestini, illuminazione adeguata, …) permetterà una maggiore fruizione da parte del cittadino e del turista e un interessante luogo per l’insediamento di nuovi commerci”.

Nel centro storico attualmente la strada è ‘curata, funzionale, sicura e ben frequentata’

Nella mozione il gruppo Plr ricorda che la parte alta di viale Stazione si trova tra il comparto stazione – “che raggruppa l’edificio esistente ampliato e ristrutturato, il piazzale antistante l’entrata (Piazza Stazione), il terminale dei bus e il park & ride, funge da porta d’entrata della città per i viaggiatori e garantisce un efficiente collegamento con i mezzi pubblici su gomma, con il servizio taxi e il traffico lento (biciclette)” – e la parte bassa il cui rifacimento venne ritenuto “fondamentale” dal Municipio nel 2012. Quest’ultima zona nel centro storico, attualmente si presenta quindi “curata, funzionale, sicura e ben frequentata”, con i commerci che “godono di un buon afflusso di clientela”.

‘Manutenzione ordinaria insufficiente’

Stando ai liberali radicali, sono invece diverse le condizioni in cui si trova la parte alta del viale: “Il fondo stradale in dadi di porfido rosso e i marciapiedi in lastre di granito, a causa di un progressivo degrado, presentano cedimenti, blocchetti e lastre instabili con conseguente infiltrazione d’acqua. La manutenzione ordinaria risulta insufficiente ed è necessario intervenire in modo più radicale. Le sottostrutture, vista la loro vetustà, sono da sostituire e adeguare alle attuali necessità. L’illuminazione è di vecchia generazione e non più a norma, inoltre l’attuale concetto (illuminazione al centro della carreggiata) non garantisce una distribuzione omogenea del fascio luminoso, lasciando gran parte dei marciapiedi in ombra”. Una situazione che genera quindi diversi svantaggi secondo i promotori della mozione: “Viene a mancare la sicurezza dei pedoni, non valorizza sufficientemente gli stabili (alcuni architettonicamente molto pregiati), non fa risaltare le vetrine dei pochi negozi rimasti e dà la sensazione di trascuratezza”. Per questi motivi il gruppo Plr chiede all’esecutivo cittadino di rifare questo “pezzo di viale anonimo e poco curato”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved