azione-comunale-di-bellinzona-bocciata-su-tutta-la-linea
Ti-Press
Brenno Martignoni Polti
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
2 min

Alpe Cedullo, giornata di pulizia dei pascoli

Organizzata dal Gruppo di lavoro dei Patriziati del Gambarogno e dalla Società cacciatori Locarnese e Valli
gallery
Mendrisiotto
39 min

Furgone prende fuoco a Rancate

Il veicolo si trovava sul piazzale di una carrozzeria. Le fiamme hanno intaccato anche un’auto posteggiata a lato.
Ticino
1 ora

Dopo qualche ora di tregua tornano le code al San Gottardo

In occasione del fine settimana dell’Ascensione anche le Ffs non escludono difficoltà per i viaggiatori
Bellinzonese
15 ore

Nell’ex Arsenale di Biasca un maxi deposito d’arte

Il Municipio conferma le valutazioni fatte con gli specialisti e chiede al Cc il credito di progettazione per un Centro di competenza pubblico-privato
Grigioni
17 ore

Ferme alcuni giorni le due teleferiche della Calanca

Lavori di manutenzione a inizio luglio per gli impianti Selma-Landarenca e Arvigo-Braggio
Mendrisiotto
17 ore

Un Centro di competenze per reagire ai cambiamenti climatici

La Supsi dà vita a una unità di lavoro che farà leva sulle conoscenze della Scuola e l’intesa con enti pubblici e privati
Bellinzonese
17 ore

Serata mondana per la classe 1962 di Bellinzona

Il 15 giugno alla capanna dei canoisti si mangia, si beve e si danza
Luganese
17 ore

‘Troppi indizi’, due rapinatori condannati alle Criminali

Gli imputati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere sul tentato colpo alla Raiffeisen di Monteggio del 2016 e sulla rapina a un distributore
Grigioni
17 ore

Altri tagli alla casa anziani Mater Christi di Grono

Personale: dopo i 5 del gennaio 2021, se ne aggiungono ora 4 e mezzo. I letti occupati rimangono 35 su 50. Parla il nuovo presidente Mantovani
Mendrisiotto
17 ore

Mountain bike sul San Giorgio? Stan e Pro Natura pedalano contro

Le due associazioni hanno deciso di ricorrere contro l’autorizzazione municipale alla trasformazione di 36 km di sentieri in piste per Mtb
17.12.2021 - 13:31
Aggiornamento : 17:51

Azione comunale di Bellinzona bocciata su tutta la linea

Dopo Sergi (Verdi/Mps/Fa) anche Martignoni Polti (Lega/Udc) stronca il Preventivo 2022: dai rifiuti ai progetti strategici fino alla politica giovanile

Criticità puntuali e di concetto. Le segnala Brenno Martignoni Polti (a nome della fazione Udc e di gran parte di quella leghista) firmando il secondo rapporto di minoranza contrario al Preventivo 2022 di Bellinzona dopo quello depositato giovedì da Giuseppe Sergi a nome del gruppo Verdi/Mps/Fa. Anzitutto l’ex sindaco, oggi consigliere comunale e membro della Gestione, premette che il disavanzo di 3,45 milioni, con moltiplicatore invariato al 93%, avrebbe meritato in commissione un maggiore approfondimento rispetto a quanto riservatogli e quanto poi tradotto nel rapporto di maggioranza firmato da Silvia Gada (Plr): “È mancato un dibattito ideologico in questa fase d’implementazione, tutt’altro che completata, del processo aggregativo”. Dito puntato contro “le logiche di calcolazione del pareggio”. Per contro “è proprio in evenienze straordinarie, come quelle che si stanno vivendo, che l’Ente pubblico dovrebbe mostrare acuita attenzione verso i bisogni dei cittadini, anziché aggravarli con ulteriori oneri”. In particolare, quello relativo ai rifiuti “è un eloquente esempio di un modo d’interpretare l’azione comunale che non può essere né condivisibile né seguito”.

‘A lume di naso’

Da qui appunto il voto contrario ai conti, come fa Sergi ma come non fa la maggioranza commissionale nonostante le forti critiche espresse all’agire municipale con “parole pesanti come macigni ma rese innocue non opponendosi”. Esecutivo ‘graziato’ dalla Gestione proprio considerando la delicata situazione pandemica che ne ha complicato il compito in questo inizio legislatura, ma anche grazie “al perpetuarsi di un patto di non belligeranza non scritto, ma ben percepibile nelle dinamiche di gestione delle maggioranze che governano la Città”. E proprio trattandosi del primo preventivo di questa breve legislatura triennale 2021-24, attacca Martignoni Polti, “avrebbe dovuto costituire un programma dirompente d’azione della Città, non un itinerario fatto ‘a lume di naso’. Al di là di apodittici proclami, purtroppo, nella sostanza il documento è incolore e riassume posizioni contabili. Neppure un indizio su come superare a lungo termine questa tendenza, alla quale il Municipio non sembra offrire sbocchi duraturi”.

‘Non luoghi elitari ma piazze aperte’

Puntualmente, Martignoni Polti ritiene l’obiettivo di consolidare la struttura organizzativa e amministrativa “ben lungi dall’essere stato raggiunto. Mancano riscontri consolidati su mete e indirizzi”. Molti progetti strategici, poi, “non superano lo stadio di mero proclama mancando gli elementi di dettaglio”. Capitolo cultura: “La gente chiede presenza, dialogo, piattaforme di confronto di libero accesso. Non luoghi elitari che escludono, ma piazze aperte alle necessità di tutti i giorni e aperte a iniziative anche inedite promosse dalla Città e da terzi”. Infine sulla politica giovanile viene caldeggiato un cambiamento d’asse, ossia “un’attitudine di prossimità autentica verso i giovani e le loro peculiarità, assicurando uguali dignità e diritti rispetto a spazi urbani a loro dedicati. E dando loro voce per legittimare la costruzione di realtà a loro confacenti, perché ideate da loro stessi”.

Leggi anche:

‘Per opporsi alla nuova tassa rifiuti va bocciato il Preventivo’

Tassa rifiuti a Bellinzona, la Gestione boccia il raddoppio

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona martignoni polti progetti strategici rifiuti sergi
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved