ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
3 ore

La Imerys di Bodio taglia sei impieghi

Non sono attualmente noti i motivi dei licenziamenti, che seguono ai quattordici del 2018 ma anche agli ingenti investimenti di due anni fa
Ticino
5 ore

Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’

L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
6 ore

Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia

Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
7 ore

Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale

Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
7 ore

Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente

Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
8 ore

Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’

Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
8 ore

Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio

Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
Mendrisiotto
8 ore

L’economia su scala locale e il coraggio di cambiare

Se ne è parlato a una tavola rotonda patrocinata a Chiasso dal Comune e dal Centro culturale
Mendrisiotto
9 ore

Mendrisio non ha un vicesegretario comunale

Dopo il pensionamento di Roberto Crivelli, la Città non ha ancora pubblicato il concorso per il successore e il gruppo Lega-Udc-Udf ne chiede conto
09.12.2021 - 16:33
Aggiornamento: 17:32

A Pesciüm si scia dal 17. Mascherine e 2G, ecco dove

Non sarà più necessario prenotare la salita in funivia. Regime 2G solo all’interno del bar ‘La Chièuna’. Impianti di Lüina aperti da sabato 11

a-pesci-m-si-scia-dal-17-mascherine-e-2g-ecco-dove
Misure di protezione: conoscerle e applicarle (Ti-Press)

A causa delle nevicate ancora insufficienti per consentire un innevamento ottimale la stagione invernale di Airolo-Pesciüm non scatterà questo sabato 11 dicembre, come inizialmente annunciato, bensì venerdì 17 (scaramantici astenersi). La società Valbianca, che gestisce impianti e ristorazione, s’impegnerà “a garantire un’offerta di qualità attenta alle diverse necessità dei visitatori, sempre prestando attenzione alle misure di protezione richieste dalla delicata situazione sanitaria in cui ci troviamo”. E cioè “mettendo in atto delle misure di protezione volte a contrastare la diffusione del Covid”. Rispetto all’anno scorso “non è più necessaria la prenotazione della funivia”. Come richiesto dalle direttive federali e da Funivie Svizzere, “restano invece in vigore la maggior parte delle altre misure di protezione”, in particolare il rispetto delle norme igieniche accresciute, così come l’obbligo d’indossare la mascherina (a partire dai 12 anni) nell’area di partenza delle funivie, nelle aree di attesa interne ed esterne, sulle funivie, in tutti gli stabili interni e dove non è possibile garantire il rispetto delle distanze sociali (es. code agli impianti).

Bar e ristoranti

Per la gastronomia valgono i piani di protezione di Gastrosuisse e le regole emanate dal Consiglio federale: certificato Covid obbligatorio per i maggiori di 16 anni all’interno dei ristoranti. Per chi consuma all’esterno il certificato non è obbligatorio ma dovrà indossare la mascherina se si recherà all’interno dei locali o negli spazi interni accessibili al pubblico. L’accesso alla Stüa e al ristorante self-service ‘La Sala’ sarà dunque permesso unicamente su presentazione di un certificato Covid valido. A Ravina, alla Chièuna e sulla terrazza della Stüa sarà possibile la consumazione esterna per chi non è in possesso di un certificato Covid. Per contro all’interno del bar ‘La Chièuna’ verrà applicato il concetto ‘2G’. Ciò significa che potranno accedervi solo le persone vaccinate o guarite; e non quelle in possesso di un tampone negativo. “Grazie a questa scelta, all’interno della Chièuna non sussisteranno né l’obbligo della mascherina né quello della consumazione di bevande e cibo da seduti. Il concetto 2G vale a partire dai 16 anni”. Tutte le disposizioni e le misure di protezione vigenti sono indicate e costantemente aggiornate sul portale www.airolo.ch.

Lüina pronta

Sull’altra parte della vallata, la stazione invernale di Lüina aprirà i battenti sabato 11 e domenica 12 dicembre. “Vi aspettano piste ben preparate in un ambiente familiare, soleggiato e facilmente accessibile, così come una fornita buvette”, comunicano i responsabili. La Scuola svizzera di sci noleggia il materiale per bambini e sarà presente con i maestri di sci per lezioni individuali. Per consumare all’interno della buvette valgono le regole di Gastro Suisse e bisognerà essere in possesso di un certificato Covid valido. Info www.airolo-luina.ch e www.sssairolo.ch.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved