Verona
2
Bologna
1
fine
(1-1)
Bienne
2
Zurigo
3
fine
(1-0 : 0-1 : 1-1 : 0-0 : 0-1)
biasca-passi-avanti-per-la-riqualifica-del-comparto-bosciorina
Ti-Press
Scorcio del progetto vincitore del concorso
29.11.2021 - 16:370
Aggiornamento : 30.11.2021 - 15:15

Biasca, passi avanti per la riqualifica del comparto Bosciorina

Chiesto un credito per la progettazione definitiva di scuola elementare, asilo, palestre e Bibliomedia. Previsto anche il concorso per la casa anziani

È considerato uno dei progetti più importanti per il Comune di Biasca quello finalizzato a cambiare volto al comparto Bosciorina. Come noto, in questa zona il Municipio vuole realizzare nuovi stabili scolastici (scuola elementare e scuola dell’infanzia con annessa una palestra doppia e il Servizio educazione precoce speciale – Seps – gestito dal Cantone) oltre che altri spazi per la già presente realtà della Bibliomedia. Il tutto, per un investimento stimato in 30 milioni di franchi, strizzando l’occhio al concetto di intergenerazionalità con l’obiettivo di creare occasioni d’incontro e di condivisione tra gli utenti delle varie strutture. Una visione che si sposa con l’edificazione della nuova casa per anziani, pure prevista sul medesimo sedime per un costo stimato di 25 milioni.

A sette mesi dalla presentazione della proposta vincitrice sancita dal bando di progettazione (la giuria di esperti ha optato per quello denominato ‘Sistema’ elaborato dal gruppo interdisciplinare guidato dagli architetti Manlio Campana, Flavio Herrmann e Veruska Herrmann-Pisoni), l’esecutivo di Biasca ha licenziato negli scorsi giorni il messaggio municipale che chiede al Consiglio comunale di concedere un credito di 2,45 milioni per la progettazione definitiva della scuola dell’infanzia, della scuola elementare, della palestra doppia, della sede del Seps e dell’ampliamento della Bibliomedia. Conclusa la progettazione definitiva, l’obiettivo del Municipio è ottenere la licenza edilizia ancora nel 2022, approvare il credito di costruzione nel 2023 e dare inizio al cantiere nel 2024.

Il Municipio ha pure licenziato un secondo messaggio con la richiesta di un credito di 392mila franchi (si stima di poter ottenere sussidi cantonali e altri contributi per coprire il 50% di tale somma) per allestire il concorso di progettazione della nuova casa anziani da 75 posti letto, ritenuto che la struttura esistente non risponde più alle esigenze attuali. Sulla linea di quello effettuato per gli altri contenuti, il concorso andrà a determinare il progetto vincitore. L’intenzione, si legge nel messaggio municipale, è quella di dare inizio alla progettazione definitiva della casa anziani nel 2023, iniziare i lavori nel 2026 e inaugurarla nel 2028.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved