ente-regionale-sviluppo-in-10-anni-sostenuti-250-progetti
Il presidente riconfermato Filippo Gianoni (a sinistra) col vicepresidente Marco Costi
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

In Ticino 4 ricoveri in più in cure intense e nessun decesso

Nel nostro cantone, nelle ultime 24 ore, sono stati segnalati 1’221 nuovi contagi da Coronavirus
Locarnese
1 ora

Locarno, l’Alliance ospita il fotografo Moreillon

Film conferenza mercoledì alle 20 nella Sala Congressi di Muralto
Ticino
1 gior

In Ticino 6 ricoveri in meno e nessun decesso

Sono 1’312 i contagi odierni, in ospedale restano ad oggi 167(-6) persone, di cui 15 (+1) in cure intense
Mendrisiotto
1 gior

Ferrovia Monte Generoso: rifatte le stazioni intermedie

Proseguono alacremente i lavori di ristrutturazione, fra imprevisti meteo e pandemia. Intervista al direttore del cantiere Pietro Brenni.
Gallery
Locarnese
1 gior

Brissago, l’ex cimitero come area di sosta per i camper

Presentata dal Plr una mozione che chiede di destinare il fondo a tale scopo. Così da favorire il turismo e generare indotti, evitando le soste selvagge
Bellinzonese
1 gior

Ad Airolo si scava in cerca della ‘zona di disturbo’

Seconda canna sotto il Gottardo: il tunnel di prospezione servirà a togliere la roccia più friabile localizzata a 5 chilometri dal portale sud
Ticino
1 gior

L’auto soffre ancora, ma quella elettrica piace

Ritardi nelle consegne e prezzi alti penalizzano il settore. Tira l’usato e si fanno largo le vetture elettriche. Nuovi dubbi sulle plug-in ibride
Luganese
1 gior

Monteceneri, il Punto Ascolto chiude dopo 9 anni

Il servizio potrebbe diventare una linea telefonica cantonale. Il Municipio ha scelto di potenziare la sua offerta con un’assistente sociale.
Bellinzonese
1 gior

‘Mancano posteggi’ nei quartieri di Bellinzona

Il consigliere comunale Ppd Pietro Ghisletta cita le situazioni di Camorino (centro e frazioni), Gudo, Paudo, Monte Carasso, Sementina e Claro
Luganese
1 gior

Abusi sessuali e pornografia, a giudizio un 31enne

Adescava le vittime in Italia, attraverso i social network. Le parti si sono accordate per 5 anni di carcere
Mendrisiotto
1 gior

I sindaci delle Città riuniti a Mendrisio

Fa tappa nel distretto più meridionale l’incontro fra i sindaci di Bellinzona, Chiasso, Locarno, Lugano e Mendrisio
Mendrisiotto
1 gior

Dai Verdi alle Acli: si allarga il sostegno a India

Cresce la mobilitazione a favore della giovane richiedente l’asilo e della sua famiglia, che rischiano il rimpatrio forzato in Etiopia
Luganese
1 gior

Chi ha 18 milioni di franchi per Villa Elisa?

Asta dagli esiti incerti per una sontuosa proprietà sulla collina di Massagno
28.11.2021 - 16:070
Aggiornamento : 18:16

Ente regionale sviluppo: in 10 anni sostenuti 250 progetti

Con un effetto leva di uno a tredici i 5,5 milioni elargiti sono andati a favore di investimenti per 74 milioni complessivi

a cura de laRegione

Sostenuti finanziariamente quasi 250 progetti, 245 per l’esatezza; stanziati 5,5 milioni di contributi tramite il Fondo di promovimento regionale (Fpr) gestito dall’ente e alimentato con fondi cantonali di politica economica regionale e dai contributi dei Comuni, per un totale di circa 74 milioni di investimenti realizzati. Sono le cifre che indicano quanto in undici anni di vita ha sin qui fatto l’Ente regionale di sviluppo Bellinzonese e Valli (Ers-Bv), riunitosi giovedì scorso in assemblea a Lodrino. Ente sin dagli albori presieduto da Filippo Gianoni (riconfermato alla carica) e diretto da Manuel Cereda. Stando ai vertici, l’effetto leva di tali finanziamenti, pari a 13 franchi investiti per ogni franco elargito, rende bene l’idea dell’importanza dello strumento gestito dall’ente. I fondi Fpr hanno avuto ricadute dirette e indirette in tutta la regione e sono stati stanziati per progetti in ambito turistico (30%), a sostegno delle piccole e medie imprese (30%) così come per iniziative legate al mondo dell’agricoltura (15%), della cultura (10%) e della messa in rete degli attori del territorio (15%). Metà dei contributi sono finiti nelle valli Leventina e Blenio, mentre nel complesso le Tre Valli hanno beneficiato dei due terzi del totale; il 20% è finito nel Bellinzonese. Vi sono infine molte iniziative con ricadute sull’intera regione.

Progetti regionali ma anche di valenza cantonale

Dopo il saluto iniziale del sindaco di Riviera Alberto Pellanda, che ha illustrato le molteplici iniziative presenti nel Comune aggregatosi nel 2017 e promosse anche in collaborazione con l’ente, il consigliere di Stato Christian Vitta ha posto l’accento sia sulle opportunità che la regione del Bellinzonese e Alto Ticino potrà cogliere in futuro grazie alla politica economica regionale promossa dal Dipartimento finanze ed economia, sia sui molteplici progetti che Dfe ed Ers sviluppo hanno promosso con successo negli 11 anni di attività dell’ente. Il quale non si occupa unicamente di progetti d’interesse regionale ma svolge un compito, assegnatogli dal Cantone stesso, di sostegno e accompagnamento di tutta una serie di progetti di valenza cantonale che in questi anni hanno trovato la via della concretizzazione grazie alla collaborazione con l’Ufficio per lo sviluppo economico del Dfe. L’attività dell’ente comprende infine anche la gestione proattiva di temi pertinenti allo sviluppo economico della regione, la partecipazione al Programma San Gottardo e la promozione in prima persona di progetti Interreg quali il progetto ForTi e MuLM (Museo più lungo del mondo).

Sfide da affrontare

Dal canto suo Cereda ha gettato uno sguardo al futuro, sottolineando in particolare le sfide che i Comuni, le aziende e in generale la popolazione affronteranno, visti i grandi cambiamenti socio-economici in atto che in parte stravolgeranno il modo di vivere il territorio, di lavorare, di studiare, di spostarsi e valorizzare le risorse locali. In particolare per l’Ers si tratterà di capitalizzare le esperienze e dopo 11 anni evolvere, come qualsiasi azienda, per essere in grado di supportare professionalmente gli attori del territorio a cogliere le opportunità che derivano dai macro-cambiamenti in atto.

Conferme, partenze e nuovi arrivi

Quanto poi all’organizzazione stessa dell’ente, è stato rinnovato l’organo legislativo nominando i 35 delegati dei vari distretti che comporranno l’assemblea fino al 2024. Rinnovato in parte anche l’Ufficio presidenziale, con la conferma del presidente Luigi Decarli (sindaco di Arbedo-Castione) affiancato per i prossimi tre anni dal nuovo vicepresidente Loris Galbusera, sindaco di Biasca. Pure designati i membri del Consiglio direttivo: rappresentanti del Comune polo Filippo Gianoni (presidente) e il municipale Fabio Käppeli (nuovo membro); rappresentante dell’Alleanza patriziale Luca Pellanda; rappresentanti del distretto di Leventina Marco Costi (vicepresidente), del distretto di Blenio Ivo Gianora, del distretto di Riviera Omar Terraneo (nuovo) e del distretto di Bellinzona Ivan Ambrosini. Escono il vicepresidente Nicola Paolucci (in carica sin dalla costituzione dell’ente) e il municipale di Bellinzona Mauro Minotti.

Disavanzo fa rima con nuovo piano

Capitolo finanze: a fronte di un disavanzo preventivato per il 2022, il direttore ha spiegato che nei prossimi tempi sarà elaborato un rinnovato piano da sottoporre agli enti finanziatori a garanzia di un consolidamento e ulteriore sviluppo delle attività. L’auspicio è che anche possa confermarsi a livello cantonale l’importanza di disporre di enti regionali efficaci e professionali, a supporto delle attività e delle politiche di sviluppo del Cantone, dei Comuni e in generale degli attori del territorio.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved