ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
1 ora

Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito

Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
Luganese
2 ore

Lugano Region: ‘Risultati migliori del previsto’

I pernottamenti del 2022 superano quelli degli anni prepandemici, ma si guarda al 2023 con prudenza. Spaventa in particolare l’inflazione.
Mendrisiotto
2 ore

Arzo: fu tentato omicidio, inflitti sei anni e mezzo di carcere

La Corte di appello e di revisione penale pronuncia una nuova sentenza nei confronti dell’uomo che strinse il collo della moglie fino a farla svenire
Ticino
3 ore

Casse malati, 11mila firme per gli sgravi. E un asino che raglia

La Lega consegna in governo le sottoscrizioni all’iniziativa per la deducibilità integrale dei premi. Poco dopo la sinistra porta i regali per i ricchi
Ticino
3 ore

‘No a qualsiasi scenario che impedisca al popolo di votare’

Marina Carobbio e il (molto probabile) seggio vacante al Consiglio degli Stati post Cantonali, il presidente cantonale dell’Udc pianta già qualche paletto
Luganese
3 ore

Pregassona, riproposto il Natale insieme

Aperte le iscrizioni per il pranzo in compagnia organizzato al capannone dal Kiwanis Club Lugano, dopo due anni di pausa dovuti alla pandemia
Luganese
4 ore

Lugano celebra i suoi volontari

In occasione della Giornata internazionale del volontariato indetta dalle Nazioni Unite, il Municipio ha ringraziato i settecento presenti
Bellinzonese
4 ore

Bella prova degli schermidori turriti in quel di Küssnacht

Associazione Bellinzona scherma soddisfatta dei propri atleti che hanno partecipato alla prima gara a livello nazionale dopo il lungo stop dovuto al Covid
Luganese
4 ore

Cureglia, dopo due anni torna il pranzo per le persone in Avs

Al tradizionale appuntamento hanno partecipato centinaia di cittadini e il Municipio al completo guidato dalla sindaca Tessa Gambazzi Pagnamenta
12.11.2021 - 11:20
Aggiornamento: 14:28

Strade collinari di Daro: ‘Ci siamo finalmente?’

Il consigliere comunale Tiziano Zanetti chiede nuovamente al Municipio di Bellinzona a che punto sono i lavori di sistemazione e ripristino di alcune vie

strade-collinari-di-daro-ci-siamo-finalmente
Ti-Press
Problemi da risolvere anche in via Malmera

Tiziano Zanetti (Plr) torna alla carica con una seconda interpellanza riguardante le strade collinari di Daro nella quale chiede al Municipio di Bellinzona a che punto sono i lavori di sistemazione e ripristino di diverse carreggiate. Infatti il miglioramento dell’immagine della Turrita “passa anche dalla manutenzione delle strade”, si legge nel testo. Inoltre, “un’adeguata programmazione nel tempo ed una costante importante cura deve essere premessa per fare in modo che tutti possano usufruire adeguatamente ed in modo sicuro delle diverse strutture viarie”.

Le strade per le quali Zanetti chiede lumi all’esecutivo cittadino sono quattro. Iniziando da via Sasso Corbaro, il consigliere comunale liberale radicale chiede “a quando è prevista finalmente la sistemazione del manto stradale di tutta la via” e se “il Municipio ha preso visione dei cedimenti che si sono verificati sul manto bituminoso ai bordi della strada in prossimità del bivio con via Predella che potrebbero essere delle trappole estremamente pericolose per tutti gli utenti”. Proprio per quanto riguarda via Predella, Zanetti domanda “quali sono le tempistiche previste per la sistemazione delle bordure che delimitano il campo stradale” e “come mai non sono state sistemate dopo le garanzie esposte” dal Municipio a seguito della prima interpellanza. Infatti a distanza di nove mesi “sul tema non si è mosso assolutamente nulla”. A ciò va poi aggiunto che “la strada nel frattempo sta ulteriormente cedendo”. Stando a Zanetti, “sarebbe stato sufficiente un lavoro di poche giornate per evitare i peggioramenti riscontrati”. Sempre nell’ambito di via Predella il consigliere comunale domanda anche “in che modo è previsto il taglio dei numerosi alberi secchi che invadono in più punti il campo stradale e che ne stanno generando il graduale cedimento”. E ancora: non ritiene l’esecutivo cittadino che sia “giunto il momento d’intervenire decisamente con opportune ed adeguate attrezzature per supportare il pur lodevole lavoro degli operai comunali addetti alla manutenzione?”.

Passiamo a via ai Ronchi dove nell’agosto del 2020 era scesa una frana a ridosso di un cantiere privato. Zanetti chiede quando vi sarà “il ripristino completo” della strada “in prossimità del numero civico 31”. Domanda inoltre se “il Municipio è riuscito finalmente a risolvere le problematiche legali che impedivano di procedere all’esecuzione dei lavori”. Ricordiamo che recentemente è stata rilasciata la licenza edilizia per l’edificazione del muro di sostegno. Infine, per quanto riguarda via Malmera, il consigliere comunale sottolinea che la sistemazione completa “non è ancora stata avviata”, malgrado “l’accettazione praticamente unanime del Consiglio comunale di cinque anni or sono”. Chiedendo lumi su queste lungaggini, Zanetti fa notare che anche in questo caso nel frattempo “la situazione della strada è degenerata pericolosamente”.

Leggi anche:

Sistemazione strade collina di Daro: ‘A che punto siamo?’

Frana la strada a ridosso di un cantiere privato a Daro

Crollo a Daro, c’è la licenza per il muro

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved