rabadan-all-espocentro-i-giovani-plr-di-bellinzona-sbigottiti
La rinuncia del corteo della domenica toglie alla popolazione ‘un momento di festa indimenticabile’ (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
19 ore

Intragna, dal cornicione della scuola cadono pezzi d’intonaco

Immediato intervento dei tecnici per una verifica dell’accaduto. Municipio pronto a metter mano agli interventi del caso; la ripresa a settembre garantita
Ticino
20 ore

Finiscono le vacanze, torna la colonna: 10km al Gottardo sud

Fra Biasca e Airolo si arrivava nel primo pomeriggio di oggi a due ore di attesa
Ticino
1 gior

Furti per 5mila franchi nei distributori automatici, due arresti

Un 40enne e una 30enne avrebbero colpito le gettoniere di almeno 8 apparecchi soprattutto nei pressi delle stazioni ferroviarie
Luganese
1 gior

È morto il motociclista coinvolto ieri in un incidente a Croglio

L’uomo, un 28enne italiano, ha urtato violentemente un’automobile all’altezza di Madonna del Piano, venendo sbalzato dal mezzo e rovinando a terra
Locarnese
1 gior

A Locarno ‘movida’ prolungata, gli esercenti: ‘è un primo passo’

Le reazioni di bar e ristoranti dopo la decisione dell’Esecutivo di prolungare la possibilità per quest’ultimi di mettere musica di sottofondo 
Mendrisiotto
1 gior

InterCity a Chiasso, ‘Difenderemo sempre la nostra fermata’

Molti i temi in agenda per la seduta extra-muros che impegnerà il Municipio a fine mese. Il punto con il sindaco Bruno Arrigoni.
Gallery
Luganese
1 gior

Auto contro moto a Madonna del Piano: un ferito grave

Incidente della circolazione attorno alle 20 sulla strada che da Ponte Tresa conduce a Fornasette, chiusa per i rilievi del caso
Ticino
1 gior

Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino

Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
11.11.2021 - 13:12
Aggiornamento: 18:59

Rabadan all’Espocentro: i Giovani Plr di Bellinzona ‘sbigottiti’

Secondo il partito giovanile la manifestazione avrebbe potuto tenersi ‘in sicurezza’ e avrebbe avuto una ‘ricaduta più che positiva’ sull’economia locale

Provoca “sgomento” e “delusione” la decisione del Municipio di Bellinzona di spostare il Rabadan all’Espocentro, rinunciando ai tradizionali cortei e alla Città del Carnevale nel centro storico. Sono “sbigottiti” i Giovani liberali radicali Bellinzonese e Valli che in un comunicato ritengono che la manifestazione avrebbe potuto tenersi nel formato conosciuto “in sicurezza”. E questo “grazie ai piani di protezione elaborati e approvati dal Cantone non solo dal Rabadan stesso, ma anche dalle svariate società sportive che portano migliaia di persone ogni settimana nelle proprie infrastrutture sportive (vedasi ad esempio Hcap, Hcl e Fc Lugano)”. Inoltre, “la decisione di far saltare anche il corteo della domenica, svolto all’aperto, stupisce e meraviglia i giovani liberali radicali in quanto si toglie alle famiglie, ai gruppi e a tutta la popolazione un momento di festa indimenticabile dopo i tanti sacrifici fatti sino ad ora”. A ciò va poi aggiunto che il Rabadan svolto nel centro storico avrebbe avuto “una ricaduta più che positiva sull’economia della regione. Tutti auspicano una ripresa economica dopo quasi due anni di restrizioni e difficoltà finanziarie dovute alla situazione pandemica. Questo evento permetterebbe a molte realtà locali di poter raggiungere il fatturato degli anni pre-pandemici portando una certa tranquillità verso il futuro”. Insomma, “dopo quasi due anni di stop alle grandi manifestazioni, dovuto giustamente alla difficile e incerta situazione sanitaria, la speranza di poter di nuovo svolgere questa bellissima manifestazione ‘in presenza’ e nel luogo e formato storico dell’evento era molto alta”. Il Municipio (all’interno del quale “vi erano posizioni differenti”) ha però scelto altrimenti in un momento in cui “i giovani necessitano e chiedono, quando è fattibile e in questo caso riteniamo che lo sia, delle possibilità di svago e di ritorno a una ‘certa normalità’”.

Sui social si temono i contagi

Anche il popolo dei social media ha commentato l’edizione ridotta del Rabadan. Molti utenti sono in particolare preoccupati del fatto che il Carnevale si terrà in un luogo chiuso, anziché all’aperto, con un rischio maggiore di essere contagiati dal coronavirus. In questo caso va però detto che l’esecutivo cittadino ha optato per l’Espocentro proprio per garantire la sicurezza, visto che sarà molto più facile controllare i certificati Covid. Altri commenti sui social vanno dal “piuttosto era meglio non farlo” al “meglio poco che niente” passando dal “si farà in modo abusivo nei dintorni”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona carnevale giovani liberali radicali rabadan
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved