ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Chiesa: ‘Poco sociali? Le nostre iniziative aiutano i cittadini’

Il presidente nazionale dell’Udc risponde alle critiche mosse da Claudio Zali, che ritiene Piero Marchesi e l’Udc interessati al suo seggio
Mendrisiotto
2 ore

Monte, inaugurati gli interventi del progetto intergenerazionale

Tre anni di lavoro e mezzo milione di franchi per la realizzazione di opere architettoniche volte a migliorare la qualità di vita delle persone anziane
Ticino
5 ore

Il 30% degli anziani ticinesi fa fatica ad arrivare a fine mese

È quanto emerge da uno studio di Pro Senectute, che riconosce quello a Sud delle Alpi come il dato più alto in Svizzera. E scatta subito l’interpellanza
Bellinzonese
5 ore

Violenza domestica, serata pubblica a Bellinzona

Mercoledì 12 ottobre interverranno Giorgio Carrara (Polizia cantonale), Frida Andreotti (Divisione giustizia) e l’avvocato Roberta Soldati
Bellinzonese
5 ore

Scuola bandistica del Bellinzonese, al via le lezioni d’assieme

Si apre la trentesima stagione dei corsi formativi
Bellinzonese
6 ore

Torna Poesia Curzútt, con Francesca Matteoni e Yari Bernasconi

Appuntamento per venerdì 14 ottobre
Locarnese
6 ore

‘A stanare prede nella notte’, gruppo di bracconieri nei guai

Alcuni cacciatori della regione sono finiti sotto inchiesta per illeciti venatori. Sequestrate armi modificate e un consistente bottino di catture
Luganese
9 ore

La Peonia del Generoso per lo stemma di Val Mara

Presentato il simbolo del nuovo Comune, nato dalla fusione di Maroggia, Melano e Rovio. Il Consiglio comunale approva i nuovi regolamenti comunali
Locarnese
10 ore

Ascona, per 6 mesi lavori allo svincolo San Materno

Messa in sicurezza degli attraversamenti stradali e nuova pavimentazione le opere previste
Bellinzonese
14 ore

Camorino, auto in fiamme sullo svincolo della A2

Il fatto è avvenuto ieri sera poco prima delle 23. Non si registrano feriti o intossicati
05.11.2021 - 17:53
Aggiornamento: 07.11.2021 - 15:04

Biasca prevede un disavanzo di oltre un milione

Per il Comune si profila un altro importante deficit dopo quello prospettato per il 2021. Il preventivo 2022 stima infatti una perdita di 1,25 milioni

biasca-prevede-un-disavanzo-di-oltre-un-milione
(Ti-Press)

Il Municipio di Biasca prevede di chiudere l’anno contabile 2022 con un disavanzo di 1,25 milioni di franchi. Lo indica l’Esecutivo nel messaggio sui conti preventivi licenziato all’attenzione del Consiglio comunale. Una prospettata perdita che si compone dalla differenza tra un fabbisogno d’imposta stimato in circa 12 milioni – determinato da spese correnti totali per 28,74 milioni ed entrate per 16,7 – e un gettito d’imposta valutato in 10,79 milioni. “Il risultato è una perdita d’esercizio superiore a quella del 2021 (il preventivo prospetta un disavanzo di 912mila franchi, ndr), da riportare in buona parte all’incremento di rimborsi e contributi di legge”, scrive l’Esecutivo nel messaggio, ricordando però che “sono mantenuti tutti i servizi e si propone un elevato livello di investimenti, che avranno sicuramente un’importante ricaduta sull’economia locale”. L’onere complessivo dei rimborsi e dei contributi di legge ammonta a circa 5 milioni. Un importo giudicato molto elevato che “riveste una quota importante delle spese comunali (oltre il 17,6% delle spese e il 46,8% del gettito valutato). Di fatto – continua il Municipio – si tratta per lo più di conteggi ricevuti dal Cantone, definiti per legge, sui quali i Comuni non hanno competenza alcuna, se non quella di pagare (contributo per Am/Pc/Avs/Ai, anziani, Sacd, Servizi di appoggio, anziani a domicilio, assistenza)”. Si evidenzia inoltre il “contesto ancora denso di incognite per le conseguenze e l’evoluzione dovute all’emergenza coronavirus”.

Si propone di confermare il moltiplicatore politico al 95%

Per il 2022 il fabbisogno subisce un importante aumento (+5,13% rispetto al 2021). L’Esecutivo ha valutato il gettito fiscale comunale allo stesso livello del 2019, all’anno precedente alla crisi sanitaria: “Ciò non toglie – si legge nel messaggio – che l’effetto della pandemia ha annullato la crescita ‘naturale’ del gettito che nelle medie annuali avrebbe portato nei due anni a circa 500mila franchi in più. Il recupero qui previsto è pari a 245mila franchi rispetto al preventivo 2021 che però non è sufficiente a pareggiare la crescita del fabbisogno comunale”. Il moltiplicatore d’imposta politico, col dato aritmetico che schizza al 107% salendo di 14 punti in soli tre anni, viene confermato al 95% (se così vorrà il Legislativo).

Importanti investimenti in vista

Tornando agli investimenti, l’onere netto ammonta a 7,67 milioni (in aumento di un milione e mezzo rispetto al 2021), con un autofinanziamento nella misura di 710mila franchi. Gli investimenti riguarderanno le grandi opere per le quali si sta lavorando da anni, come le costruzioni edili sul comparto scolastico Bosciorina, i lavori preparatori per la nuova casa per anziani, interventi strutturali alle scuole dell’infanzia e all’Arsenale, opere di canalizzazione su via Loderio e via Sosto.

Nessun aiuto diretto all’economia locale

Come per l’anno scorso, a preventivo 2022 il Municipio non ha inserito una cifra di aiuti mirati all’economia locale e alla popolazione dal momento che “il nostro sistema istituzionale ha permesso di proporre l’erogazione di aiuti diretti a livello federale e cantonale in maniera coordinata così che si sono potute ampiamente evitare sovrapposizioni di azioni. A ragion veduta, la scelta si è rilevata finora ragionevole. Si è cercato di mitigare il rischio di introdurre di fretta, come da più parti suggerito, degli aiuti che sarebbero forse risultati a pioggia, poco mirati e di scarso effetto”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved