in-consultazione-la-discarica-cantonale-alla-buzza-di-biasca
Come si presenterà il comporto una volta conclusa la riqualifica (rendering Dt)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
21 ore

Lostallo, tamponamento sull’A13: due feriti

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio. Un 79enne e un 30enne sono stati trasportati in ospedale.
Bellinzonese
23 ore

Monte Carasso, auto colpisce un motociclista e si dà alla fuga

L’incidente è avvenuto poco prima delle 00.30 su via El Stradun. La Polizia cantonale cerca testimoni
Luganese
1 gior

Guerra in Ucraina, a Lugano storie di donne e del loro riscatto

Testimonianze di ucraine sopravvissute al conflitto e della loro forza in una conferenza tenutasi giovedì sera al Palazzo dei congressi
Locarnese
1 gior

Botte in stazione: commozione cerebrale per un 18enne

Il fatto di violenza è avvenuto a Muralto nel tardo pomeriggio di venerdì: un gruppetto di quattro giovani ha aggredito tre ragazzi senza motivo
Bellinzonese
1 gior

Torna l’evento ‘Belli di sera’

Appuntamento per mercoledì 25 maggio nel centro cittadino. L’orario di chiusura del mercato del mercoledì e dei negozi sarà posticipato alle 21
Luganese
1 gior

Unitas, il finanziamento cantonale non sarebbe in dubbio

In seguito alla denuncia di molestie, ma si valuterà l’esito dell’inchiesta
Bellinzonese
1 gior

‘No a Avs 21 e nel 2023 un nuovo sciopero femminista’

La presidente Vania Alleva è intervenuta alla Conferenza nazionale delle donne Unia che ha riunito a Bellinzona 150 delegate
Mendrisiotto
1 gior

‘Mettete il fotovoltaico sui tetti delle vostre imprese’

Il Cantone chiama a raccolta il mondo economico del Distretto per dare un’accelerata alla svolta energetica
Locarnese
1 gior

Gli allevatori: ‘Scegliete, o noi o il lupo’

A Cevio s’incendia l’incontro con il Cantone. Criticata l’assenza del ministro Claudio Zali
Bellinzonese
1 gior

E a Bellinzona già si pensa a un Bar Blues

Il comitato EsercEventi accolto dal municipale Bison. Il coordinatore Morici: ‘Soddisfatti’. In programma non solo Notte bianca e Notte live
03.11.2021 - 20:39

In consultazione la discarica cantonale alla Buzza di Biasca

Il Dipartimento del territorio vuole utilizzare il sedime per 10 anni depositando 1,4 milioni metri cubi di materiale di scavo e di scarti edili

Il Dipartimento del territorio (Dt) ha avviato la procedura di consultazione del progetto di Piano di utilizzazione cantonale (Puc) per la discarica di tipo B prevista alla Buzza di Biasca, nella frazione di Loderio lungo la sponda sinistra del fiume Brenno. Il documento, unitamente alla relazione tecnica, è depositato alle cancellerie di Biasca e Serravalle (c’è tempo fino al 6 dicembre per presentare osservazioni e proposte al Dt). Nei piani del Cantone, il sedime con capacità indicativa massima pari a 1,4 milioni metri cubi sarà utilizzato per circa 10 anni quale deposito di materiale di scavo (nella misura del 40%) e di scarti edili non riciclabili (60%). L’accesso alla discarica avverrà in corrispondenza di quello attuale all’impianto di lavorazione della Otto Scerri Sa, all’altezza dell’incrocio con il ponte in direzione di Loderio. Il progetto prevede che l’azienda, prima della suo totale smantellamento, possa continuare l’esercizio durante la prima fase della discarica (circa 6 anni e mezzo). Terminato il periodo di attività del deposito, si legge nel documento, utilizzando anche il materiale che nel frattempo sarà depositato l’area “sarà completamente sistemata e bonificata per i bisogni dell’agricoltura con contenuti naturali per la biodiversità, in continuità con quanto realizzato in corrispondenza del deposito AlpTransit” adiacente alla prevista discarica. Oltre al bisogno agricolo, forestale e naturalistico (sono previste piantumazioni, spazi riservati all’agricoltura, un biotopo e un ponte faunistico a beneficio del passaggio degli animali selvatici), il riordino del comparto comprende aspetti di tipo ricreativo e di svago a beneficio dei cittadini: a fianco della strada cantonale sarà realizzato un nuovo tratto di strada pedonale e ciclabile lungo gli esistenti percorsi che congiungono il Vallone di Biasca con il ponte di Loderio. Oltre a un viale alberato, saranno possibili degli arredi con delle panchine e dei piccoli punti di sosta.

Impatti ambientali

Quanto all’impatto sull’ambiente, il Dt informa che il traffico indotto dal progetto sarà contenuto (si stima un aumento inferiore al 2% rispetto al traffico feriale medio giornaliero), rimarcando che sarà però importante una corretta gestione (irrigazione, posa lavaggio ruote) al fine di contenere l’innalzamento delle polveri. Arrivando al capitolo rumore, il Dt giudica un elemento sensibile l’abitato di Loderio che si situa nelle vicinanze: il Dt assicura che i valori d’immissione, i quali saranno verificati durante l’attività, saranno rispettati anche in futuro. Il Cantone non prevede poi impatti negativi legati a radiazioni non ionizzanti.

Il Dt presenta il progetto alla popolazione

L’investimento complessivo per il progetto è stimato in 13,5 milioni di franchi. Il prossimo passo sulla tabella di marcia è l’approvazione del Puc da parte del Gran Consiglio. Seguiranno l’inoltro della domanda di costruzione, eventuali espropri, rilascio dell’autorizzazione d’esercizio. In passato non erano mancate le osservazioni critiche, da atti parlamentari alla petizione lanciata nel 2017 dal Gruppo ‘Loderio c’è’, che con 1’740 sottoscrizioni esprimeva la propria opposizione al progetto. ll Dipartimento del territorio presenterà il progetto durante l’incontro informativo aperto alla popolazione in programma per giovedì 11 novembre alle 18 al salone Olimpia di Biasca.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
biasca buzza consultazione discarica
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved