giornico-senza-aggregazione-avremo-maggiori-difficolta
Ti-Press
Ieri sera si è tenuto il quarto incontro informativo in vista della votazione popolare del 13 febbraio
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
26 min

Sagra della costina a Madonna d’Arla con lo sci club

La manifestazione alla sua 49esima edizione nel castagneto del Pian Piret in programma il 14, 15 e 16 luglio
Luganese
56 min

Lugano, perdita d’acqua in via Maraini: disagi alla circolazione

Sulla strada si circola su una sola corsia e a senso alternato. La polizia invita a usare l’accesso autostradale di Lugano Nord
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio, tiro sportivo promosso da Pro Militia

Il 16 luglio al Centro sportivo di Penate è in programma il tradizionale evento
Luganese
1 ora

Concerto di Fabri Fibra, Lugano chiude il lungolago

Chiuso alla circolazione veicolare il quai mercoledì sera, da Piazza Castello alla rotonda del Lac
Mendrisiotto
2 ore

Mendrisio, divieto di usare acqua per scopi non domestici

La misura intimata a tutti i quartieri della Città a causa ‘del perdurare di scarsità di precipitazioni e dei forti consumi’
Bellinzonese
2 ore

Feste campestri a Campo Blenio

Tradizionale appuntamento organizzato dallo Sci club Greina, quest’anno in programma sabato 9 e domenica 10 luglio
Luganese
2 ore

A tu per tu con Ceo e allenatore dell’Fc Lugano a Tesserete

Conferenza pubblica giovedì al centro balneare moderata dal giornalista sportivo Giancarlo Dionisio
Gallery
Luganese
2 ore

Conferenza sull’Ucraina: Lugano non blindata, ma semivuota

Senza aperitivi, ma con disagi tutto sommato contenuti. E sopra le teste il ronzio degli elicotteri, che fa da... colonna sonora alla due-giorni
Luganese
2 ore

Svizzera e Ucraina firmano un’intesa per la protezione del clima

La convenzione ‘permette di mobilitare fondi in aggiunta alla cooperazione internazionale’, afferma il Datec
Speciale ucraina
LIVE

‘La Russia sta attaccando i valori di tutti i Paesi democratici’

Il presidente ucraino Zelensky è intervenuto all’inaugurazione dell’Ukraine recovery conference di Lugano. Segui il live del laRegione
Bellinzonese
3 ore

Musica da camera, tutto pronto per il Montebello Festival

Scatta domani a Bellinzona la 16esima edizione della rassegna internazionale
Luganese
3 ore

‘L’Ucraina può contare sul nostro costante sostegno’

Per la presidente della Commissione Ue Von der Leyen, la conferenza di Lugano è ‘fondamentale per concordare i principi dello sforzo internazionale’
Luganese
3 ore

E la Coop di Breganzona sarà ampliata e rinnovata

Inoltrata la domanda di costruzione alla Città di Lugano. La ristrutturazione sarà conclusa entro la prossima primavera. Sul tetto impianto fotovoltaico
Locarnese
4 ore

Cascina distrutta dalle fiamme sull’Alpe di Neggia

La costruzione, secondo le prime frammentarie informazioni, sarebbe stata colpita da un fulmine, incendiandosi
Bellinzonese
4 ore

Biasca, aperto il concorso per progettare la casa anziani

La nuova casa di riposo rappresenta la seconda tappa del progetto comprendente anche la realizzazione di stabili scolastici nel comparto Bosciorina
27.10.2021 - 17:14
Aggiornamento: 17:29

Giornico, ‘senza aggregazione avremo maggiori difficoltà’

Bellotti e Poggi sono convinti che valga la pena unire le forze con Bodio, Personico e Pollegio. Nel frattempo passi avanti per l’area di servizio

Una sessantina le persone presenti ieri sera nella palestra delle Scuole medie di Giornico (località che conta circa 900 abitanti) per la quarta serata informativa in vista della votazione consultiva popolare del 13 febbraio, quando i cittadini di Pollegio, Bodio, Personico e appunto Giornico saranno chiamati a esprimersi sull’aggregazione della Bassa Leventina che darebbe vita a un unico comune di 2’900 abitanti chiamato Sassi Grossi. «Vogliamo unire le forze per aumentare la qualità di vita e garantire alle future generazioni un Comune all’altezza della situazione, e mi riferisco all’ottimizzazione dei servizi, al contenimento della spesa, allo sviluppo progettuale, all’impiego razionale ed efficace delle risorse umane, territoriali e finanziarie», ha esordito Rosolino Bellotti, sindaco di Giornico dove lo scorso febbraio il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità il progetto aggregativo, sposando la volontà del Municipio pure favorevole all’unanimità. Già oggi, ha sottolineato il sindaco facendo leva sulla necessità di aggregarsi per avere più forza sia davanti alle autorità cantonali che per la concretizzazione di progetti strategici, si lavora in un clima di collaborazione, in particolare con Giornico e Bodio. Bellotti ha elencato i «dossier più importanti già portati avanti in un’ottica di aggregazione», come l’area di servizio di Giornico che nascerà parallelamente allo svincolo autostradale e al Centro di controllo per veicoli pesanti, il Polo di sviluppo economico riconosciuto dal Cantone per la zona industriale del sedime dell’ex Monteforno di Bodio-Giornico, il Masterplan Leventina e la recente lettera inviata a Berna, all’indirizzo della consigliera federale Simonetta Sommaruga, per ribadire l’opposizione alla scelta di Castione quale nuovo sedime per le nuove Officine Ffs. «Insieme avremo un peso maggiore, se rimaniamo da soli avremo più difficoltà», ha sintetizzato Bellotti. «Il mondo cambia attorno a noi: i centri contano di più e le periferie sono lentamente dimenticate», ha dal canto suo sottolineato il vicesindaco Donatello Poggi, il quale non ha nascosto di essere stato scettico in merito a questa aggregazione: «Lo ero parecchio quando sono arrivato a Giornico a causa del tempo perso dal 2012, e penso in particolare all’opportunità delle Officine. Ma oggi sono convinto, guardando anche alle fusioni nel frattempo andate in porto (l’ultima tappa di Faido, Riviera e Serravalle, ndr) che per incidere dobbiamo unirci. Solo con l’aggregazione saremo protagonisti, e non spettatori, del nostro futuro. Bisogna quindi mettersi in gioco, anche per dare un segnale a chi vorrà venire a vivere in questa regione. Attualmente a Giornico stiamo abbastanza bene, ma di certezze per il futuro non ce ne sono».

Guerra: ‘Potrebbe essere il primo di altri passi’

Per Michele Guerra, municipale di Pollegio, granconsigliere e promotore della petizione del 2012 che diede il via ai lavori della Commissione di studio per la fusione della Bassa Leventina, «l’aggregazione dei nostri quattro Comuni è lo sbocco naturale per rimanere in piedi». Un’aggregazione, ha aggiunto, «che può essere vista come il primo di altri possibili passi, prendendo l’esempio di Mendrisio che nel 2004 si è unito a Salorino, nel 2009 ad Arzo, Capolago, Genestrerio, Rancate e Tremona e nel 2013 a Besazio, Ligornetto e Meride. Dire sì a questa aggregazione significa aprire la porta allo sviluppo, dire no significa stare da soli per almeno altri 10 anni e rimanere sulle spalle degli altri Comuni a livello di perequazione finanziaria, ciò che costerebbe 27 milioni di franchi. E con i tempi che corrono ciò non è assolutamente assicurato. Anzi, si sta già lavorando per ridurre all’osso questa compensazione».

L’ultimo appuntamento informativo è in programma a Giornico (sempre alle 20 nella palestra delle Scuole medie) in occasione della riunione plenaria alla presenza dei municipali e dei sindaci dei quattro Comuni nonché del direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi.

Passi avanti per l’area di servizio

Una novità annunciata in chiusura di serata dal sindaco Bellotti riguarda l’area di servizio autostradale che nascerà sul sedime del Centro di controllo per veicolo pesanti di Giornico in corso di realizzazione da parte dell’Ufficio federale delle strade (Ustra). Dopo quasi due anni di lavoro, nei giorni scorsi è stata infatti consegnata al Dipartimento del territorio la domanda di concessione per la realizzazione e la gestione dell’area di servizio. Gestione che sarà affidata alla società anonima Sassi Grossi creata dai Comuni di Bodio, Giornico e Personico. “Una volontà scaturita dal fatto che questo progetto potrebbe essere un elemento centrale per il rilancio e la riqualifica dell’area industriale della Bassa Leventina”, si legge nell’invito alla serata informativa pubblica in programma per martedì 9 novembre al Centro sportivo Fantin a Giornico (ore 20 con certificato Covid obbligatorio) durante la quale saranno svelati i dettagli. L’area di servizio si chiamerà ‘Green Station Ticino’ e per i tre Comuni si tratta di un “progetto innovativo nel contesto della svolta energetica voluta dalla Confederazione e dal Cantone”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
aggregazione donatello poggi giornico rosolino bellotti serata informativa
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved