ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
3 min

Basso Mendrisiotto, ‘siano scelte consapevoli e responsabili’

Alla vigilia dell’incontro che riunirà i sindaci al tavolo, abbiamo parlato con il capo sezione Enti Locali Marzio Della Santa
Locarnese
31 min

La Divisione urbanistica e infrastrutture sale a Cardada

Una gita fuori ufficio per i dipendenti del settore della Città, un po’ per diletto un po’ per toccare con mano progetti e sfide del territorio
Mendrisiotto
5 ore

Lavori forestali, nelle selve degli appalti

Per decidere su un concorso nel Basso Distretto ci sono voluti due bandi e tre sentenze. E (forse) non è ancora finita
Ticino
5 ore

Cantonali ‘23, Marchesi: ’Mi candido per entrare in governo’

Il presidente Udc, in un‘intervista a ‘laRegione’, ufficializza la discesa in campo: ’In Consiglio di Stato meno famiglia Mulino Bianco e più dinamismo’
Luganese
11 ore

Lugano, Lalia non slega il legislativo

I prelievi dovuti per legge ottengono la maggioranza assoluta, malgrado il teatrino in salsa leghista, con Bignasca contro il suo sindaco
Locarnese
11 ore

Il Museo di Storia naturale è ancorato alla pianificazione

Approvata dal legislativo di Locarno la variante per l’insediamento della struttura nel complesso conventuale di Santa Caterina
Ticino
13 ore

Detenuti e misure terapeutiche, il parlamento accelera

Presto una mozione delle commissioni ‘Giustizia’ e ‘Carceri’. Durisch: ora il trattamento in carcere non funziona, urge un reparto di psichiatria forense
Bellinzonese
13 ore

In arrivo sei aule prefabbricate per i bambini della Gerretta

Bellinzona: accolta la clausola d’urgenza e bocciato l’emendamento che chiedeva di riattivare le vecchie scuole di Molinazzo e Daro
26.10.2021 - 18:37
Aggiornamento: 19:15

Energia elettrica, Bodio autosufficiente nella misura del 50%

Con l’apporto di due nuovi impianti fotovoltaici approvati ieri dal legislativo, il Comune riuscirà in futuro a soddisfare 210 economie domestiche su 400

energia-elettrica-bodio-autosufficiente-nella-misura-del-50
(Ti-Press)

Riunitosi ieri sera, il Consiglio comunale di Bodio ha approvato all’unanimità il credito di 195’000 franchi per l’installazione di due impianti fotovoltaici sul tetto della sala multiuso (potenza 20,80 kWp) e su quello della scuola elementare (27,20 kWp). “Questi due interventi – scrive il Municipio in una nota inviata alle redazioni – sono la continuazione della politica energetica sostenibile intrapresa dal Comune un ventennio fa e che attualmente conta altri tre impianti di produzione di energia elettrica: una centralina sull’acquedotto (2002), un impianto fotovoltaico sul tetto della palestra (2014) e un altro impianto fotovoltaico sul tetto della scuola dell’infanzia (2016)”. L’Esecutivo informa che il totale della produzione comunale di energia elettrica da fondi rinnovabili e sul proprio territorio riuscirà a soddisfare ben 210 economie domestiche, sulle circa 400 presenti a Bodio (zona industriale esclusa). “Un traguardo notevole che si inserisce perfettamente nella svolta energetica verde, volta ad aumentare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, e contribuisce nel contempo ad inserire in rete ulteriore energia pulita facendo anche fronte alle carenze di elettricità prospettate in futuro”, commenta il Municipio. Nel frattempo continua il risanamento energetico degli stabili comunali e la graduale sostituzione di tutta l’illuminazione, interna ed esterna, con il sistema Led. Il tutto con l’obiettivo di diminuire i consumi in modo costante. Il Municipio ricorda che la cittadinanza benefica inoltre di generosi sussidi comunali, il 25% dei costi di realizzazione, per la costruzione di impianti privati di produzione di energia elettrica, per le opere di coibentazione (serramenti, tetto, facciate) sugli stabili e per la sostituzione degli impianti a nafta o elettrici con nuovo vettori ecologici. Anche l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico è finanziato al 10% dal Comune.

Sempre ieri si è dato inizio all’esame della revisione del Regolamento organico dei dipendenti comunali, il quale verrà affinato e votato in occasione della prossima seduta del legislativo.

A Faido si valuta di abbassare il moltiplicatore

Serata di Consiglio comunale anche a Faido, dove è stato presentato il piano finanziario 2021-2024. Esecutivo che sta facendo valutazioni sul moltiplicatore d’imposta, oggi fissato al 100%. L’ipotesi, che il Municipio dovrà ancora approfondire, è di abbassarlo: la possibilità prende in considerazione una forchetta del 5%. Sarà a ogni modo il Consiglio comunale a doversi pronunciare su un eventuale cambiamento nel corso della seduta di dicembre che prevede l’esame del preventivo 2022.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved