BERRETTINI M. (ITA)
1
NADAL R. (ESP)
3
fine
(3-6 : 2-6 : 6-3 : 3-6)
niente-settimana-bianca-a-bellinzona-hanno-deciso-i-direttori
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
2 ore

Iniziativa popolare per abolire i livelli, si scaldano i motori

Scuola media. Vpod, lunedì riunione allargata per decidere su comitato e testo. Associazioni e studenti si esprimono dopo il no parlamentare al test
Locarnese
2 ore

Verzasca, tutti i lavori dopo lo svuotamento del lago

Al via le opere di manutenzione a più di cinquant’anni dalla prima messa in servizio del bacino per la produzione di energia idroelettrica
Luganese
9 ore

Schiacciato sotto un tornio industriale, non ce la fa

Vittima dell’infortunio avvenuto in una azienda di Agno un operaio di 51 anni del Canton Zurigo
Ticino
12 ore

Processo Antonini: due imputati, due versioni

L’ex comandante e l’ex capo dello Stato maggiore si rimpallano le responsabilità della costituzione della ‘cassa nera’
Ticino
12 ore

Operazione ‘Imponimento’, oltre sessanta condanne

La sentenza su uno dei filoni dell’inchiesta italiana contro la ’ndrangheta che aveva portato anche ad alcuni arresti in Svizzera
GALLERY
Luganese
12 ore

Schiacciato da un macchinario, grave infortunio ad Agno

Il grave infortunio è avvenuto intorno alle 17 in un’industria di via Ginnasio. La Polizia è sul posto per gli accertamenti del caso
Bellinzonese
13 ore

Marco Noi si dimette dal Consiglio comunale di Bellinzona

L’esponente dei Verdi motiva la sua scelta con ‘ragioni d’ordine personale’
Luganese
13 ore

Inversione di tendenza: Lugano torna a crescere

Nel 2021 la popolazione è leggermente aumentata (+95), dopo un lustro di declino, portando il totale a 66’586 abitanti. Positivo il saldo migratorio
Luganese
13 ore

Un centro balneare-ricreativo per Cadro

In un’interpellanza, Demis Fumasoli chiede al Municipio di Lugano di riaprire il dialogo con i proprietari del sedime dell’ex centro ricreativo
Locarnese
13 ore

Agarone, interruzione di corrente

Lavori sulla rete della Ses il 2 febbraio, dalle 8.15 alle 11.15
 
18.10.2021 - 05:300
Aggiornamento : 10:30

Niente settimana bianca a Bellinzona: hanno deciso i direttori

Ma il Consiglio comunale potrebbe nuovamente dire la sua (come successo lo scorso dicembre) nell’ambito del Preventivo 2022

C’erano, ci sono, domani potrebbero non più esserci e in futuro, chissà, tornare. Parliamo delle settimane bianche organizzate dall’Istituto scolastico comunale di Bellinzona. Con una recente decisione adottata all’unanimità dal Collegio dei direttori, decisione poi fatta propria dal Municipio, sarà riorientata l’offerta che dall’anno prossimo potrebbe concentrarsi sulle settimane verdi. Ma andiamo con ordine. Lo scorso dicembre nell’ambito del Preventivo comunale 2021 l’allora Esecutivo si era già espresso in questi termini, ma una risoluzione della Commissione della gestione, votata dal Consiglio comunale, aveva tenuto in vita le settimane bianche nonostante il loro costo di circa 80mila franchi annui. Trascorsi dieci mesi da allora, la storia si ripete. Come riferito venerdì scorso dal portale della ‘Rsi’, in una comunicazione interna il Municipio spiega di aver deciso “nell’elaborazione del Preventivo 2022 di sospendere a partire da quest’anno le settimane bianche” preferendo concentrare le risorse sull’offerta di settimane verdi “principalmente per scelte di tipo pedagogico-didattico”. Il motivo: “La settimana verde offre ad allievi e docenti una miriade di circostanze programmatiche e di approfondimento in ambito storico, geografico e scientifico pressoché uniche dove, oltre allo sviluppo di obiettivi legati all’educazione affettiva e sociale, al rispetto reciproco e all’autonomia, ne vengono sviluppati molti altri di tipo cognitivo, molto utili nei loro processi di apprendimento”. La rinuncia – conclude la nota interna – è peraltro servita a mantenere la terza ora di ginnastica con i docenti di educazione fisica.

Il budget delle famiglie

La questione – come detto già dibattuta un anno fa dai gruppi politici del Legislativo – potrebbe a questo punto nuovamente tornare nelle loro agende nell’ambito del Preventivo 2022 e richiedere una seconda votazione in Consiglio comunale, qualora dalla Gestione o da altre parti dovesse giungere una sollecitazione in tal senso. Da nostre informazioni, il taglio della settimana bianca è stato a lungo discusso e infine votato dal Collegio dei direttori alla presenza del municipale e capodicastero Educazione Renato Bison. Una comunicazione interna è stata quindi inviata al corpo insegnante affinché informi i genitori. Fra i motivi del cambiamento, oltre a quelli didattici, ve ne sono altri che concernono le risorse delle famiglie dedicate al tempo libero e l’approccio con lo sci in generale: dapprima c’è l’impegno finanziario richiesto, e non da tutti sopportabile, per recarsi sulle piste anche al di fuori della settimana bianca, ciò che sempre più spesso implica portarvi allievi non in grado di sciare; c’è poi il moltiplicarsi di altre attività ludiche e sportive meno onerose che allontanano vieppiù i bambini dalla pratica dello sci alpino; non da ultimo emerge che parecchi docenti (con qualche eccezione) hanno espresso riserve nei confronti delle settimane bianche, preferendo organizzare altre attività fuori sede. Quello di Bellinzona non è peraltro un caso isolato: analoghe motivazioni sono alla base di decisioni identiche già adottate da altri Comuni e Città ticinesi. La palla ora potrebbe comunque nuovamente tornare dal campo dei direttori di sede a quello del Legislativo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved