l-importanza-della-comunicazione-tra-pazienti-e-medici
Il vicepresidente della fondazione Graziano Martignoni (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
1 ora

Auto in panne, galleria del San Gottardo chiusa (direzione nord)

Mentre al portale urano già dal mattino si registravano code chilometriche, anche a quello di Airolo sono da prevedere disagi
Locarnese
3 ore

La Centovallina torna a circolare in Italia

Interrotto ieri a causa dei disagi provocati dalle abbondanti precipitazioni, il servizio internazionale è ripreso stamane
Ticino
7 ore

Quarta dose per viaggiare? ‘Disponibile a pagamento’

Il secondo richiamo al momento non è né omologato da Swissmedic né raccomandato dall’Ufficio federale. Costa circa 60 franchi.
Gallery
Locarnese
7 ore

Il caro benzina appesantisce l’aviazione leggera

L’Aero club Locarno fa i conti con l’impennata del prezzo del carburante. Si vola meno e per i pezzi di ricambio occorre pazienza.
Mendrisiotto
7 ore

Scuole di Riva San Vitale, ‘si rischia il blocco dei lavori’

A lanciare l’allarme è il municipale Sergio Bedulli: ‘Approvate quasi 30 opere non previste. Superamento dell’importo sulle delibere vicino al 10%’.
Luganese
13 ore

‘Un campeggio antimilitarista contro la conferenza a Lugano’

È quanto ha organizzato, da questa sera fino a lunedì, il Csoa Molino a Massagno al parco Ippocastano
Locarnese
15 ore

Polizia, Zanchi: ‘Niente campagna elettorale sugli agenti’

Locarno, il capodicastero sicurezza replica a Cotti: ‘Avevo informato tutti in municipio sui contenuti della conferenza stampa’.
Bellinzonese
15 ore

Gorduno-Galbisio, Santa Messa a San Carpoforo

Il Consiglio parrocchiale informa del cambiamento per la celebrazione di domenica 3 luglio delle 10.30
Mendrisiotto
17 ore

Riva San Vitale, una nuotata in compagnia

Il 10 luglio si terrà l’undicesima traversata popolare del golfo, organizzata in collaborazione con la Società di salvataggio Mendrisiotto
Mendrisiotto
17 ore

Chiasso, no usa e getta, tornano i bicchieri riutilizzabili

Il Municipio annuncia che manifestazioni come Nebiopoli e Festate avranno di nuovo, dopo la sperimentazione 2019, un’impronta più green
Luganese
17 ore

Lugano, nuove tecnologie e produzione industriale

A Lugano la 55esima edizione della Conferenza internazionale CIRP CMS sul tema ‘Leading manufacturing systems transformation’
Mendrisiotto
17 ore

Incontro ravvicinato tra i momò e il governo federale

In gita fuori porta, il Consiglio federale si è ritrovato a tu per tu con politici e popolazione. Incursione dei contrari a terza corsia A2 e area Tir
Ticino
18 ore

Passate le nubi nere della pandemia, Arcobaleno torna a crescere

Nell’anno del 25°, la Comunità tariffale del trasporto pubblico parte sotto i migliori auspici. ‘I prezzi sono convenienti’, ribadiscono più voci
11.10.2021 - 16:32

L’importanza della comunicazione tra pazienti e medici

La Fondazione Sasso Corbaro di Bellinzona ha presentato il suo programma autunnale: previsti uno spettacolo teatrale e il convegno annuale

Avvicinare la popolazione a un tema complesso come quello del rapporto tra medico e paziente e d’altro canto promuovere una comunicazione corretta e comprensibile da parte dei professionisti. È questo in estrema sintesi uno degli obiettivi principali della Fondazione Sasso Corbaro di Bellinzona che oggi durante una conferenza stampa ha presentato il suo programma di attività autunnali. In particolare sono previsti tre appuntamenti: sabato 16 ottobre, dalle 18.30, al Palazzo Civico e al Teatro Sociale di Bellinzona si terrà l’evento ‘Il teatro che cura’ nato da una collaborazione con il teatro cittadino e la Compagnia Finzi Pasca. Giovedì 21 ottobre, dalle 8.30, all’Antico convento delle Agostiniane a Monte Carasso, si terrà il settimo convegno annuale della fondazione destinato ai curanti, ma aperto a tutta la cittadinanza. Infine, venerdì 19 novembre, alle 11, al castello Sasso Corbaro è prevista la cerimonia per l’assegnazione dei Premi Venka Miletic, destinati ai migliori studenti della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (Supsi) autori di una tesi di bachelor in ambito sanitario e sociale.

Il teatro che cura

Uno degli scopi della Fondazione Sasso Corbaro è quello di far capire meglio, in particolare ai curanti, «cos’è la malattia e cosa vuol dire ammalarsi», ha spiegato Roberto Malacrida, responsabile delle relazioni istituzionali della fondazione. Per raggiungere questo scopo in passato si utilizzava la letteratura, mentre la fondazione ha adoperato il cinema. E ora tocca al teatro: il 16 ottobre alle 20.45 al Teatro Sociale tornerà infatti in scena lo spettacolo di Daniele Finzi Pasca ‘Bianco su bianco’. Si tratta della storia di una coppia che appoggiandosi all’amore riesce ad affrontare la malattia. La serata sarà preceduta da una tavola rotonda, alle 18.30 nella Sala del Consiglio comunale, «per approfondire il concetto del teatro che cura». Una tavola rotonda alla quale parteciperanno quattro persone con esperienze formative e lavorative diverse: la giornalista e curatrice di progetti culturali Tiziana Conte; la compositrice, coreografa e co-fondatrice della Compagnia Finzi Pasca Maria Bonzanigo; il medico e decano della facoltà di scienze biomediche dell’Università della Svizzera italiana (Usi) Giovanni Pedrazzini; così come lo psichiatra e vicepresidente della Fondazione Sasso Corbaro Graziano Martignoni. «Diamo importanza alla coralità delle voci», ha sottolineato quest’ultimo durante l’incontro con i media.

Il senso della cura e la cura dei sensi

Al centro del settimo convegno della fondazione dedicato ai curanti vi saranno due tematiche: «Il senso del prendersi cura» e «la cura dei sensi», ha precisato Martignoni. Infatti la cura non è un sinonimo stretto di terapia, che ha una connotazione scientifica e tecnica. «Non è per forza necessario essere dei professionisti» per curare qualcuno: lo può fare «un parente, un amico o anche la comunità». Spesso la terapia non basta: «Ognuno di noi quando è malato ha bisogno di qualcuno che gli stia vicino». Al convegno saranno quindi presenti un filosofo, un professore di storia della medicina, una storica dell’arte, artisti e così via che approfondiranno in particolare il tema del ‘senso della cura’. Mentre per quanto riguarda ‘la cura dei sensi’ (ovvero l’importanza di sentire, ascoltare, percepire o toccare), saranno organizzati dei workshop ai quali i presenti potranno partecipare. È possibile iscriversi al convegno del 21 ottobre (120 franchi, standing lunch incluso) scrivendo entro il 15 ottobre a fondazione@sasso-corbaro.ch.

Premi Venka Miletic

Il 19 novembre saranno poi consegnati i premi Venka Miletic 2020 del valore di 3’000 franchi a Giulia Binaghi per la tesi ‘A volte non ci sono parole, anche il silenzio va bene’ e a Pierangela Mentasti per la tesi ‘Il colloquio con persone che presentano distress esistenziale alla fine della vita: risorse e difficoltà degli ergoterapisti operanti in servizi di cure palliative’. Una menzione speciale sarà consegnata a Brunello Rusca per la tesi ‘Economia comportamentale e nudging nella promozione della donazione di organi in Svizzera’. Sono stati premiati lavori che possono contribuire a «migliorare lo stile di comunicazione nei confronti dei malati», ha affermato Malacrida. La fondazione ha infine ricordato che è aperto il bando di concorso per il Premio Venka Miletic e per una borsa di studio per l’anno scolastico 2020-21.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved