Yverdon-sport Fc
Sciaffusa
20:30
 
FC Stade Ls Ouchy
Xamax
20:30
 
Aarau
Winterthur
20:30
 
MEKTIC N./PAVIC M.
CACIC N./DJOKOVIC N.
20:30
 
CILIC M. (CRO)
0
DJOKOVIC N. (SRB)
1
2 set
(4-6 : 1-3)
Zurigo
Bienne
19:45
 
Friborgo
Berna
19:45
 
Ginevra
Lakers
19:45
 
Losanna
1
Davos
0
1. tempo
(1-0)
La Chaux de Fonds
Turgovia
19:45
 
Olten
1
Langenthal
0
1. tempo
(1-0)
Sierre
Visp
20:00
 
Ticino Rockets
GCK Lions
20:00
 
Winterthur
Zugo Academy
20:00
 
marchio-per-prodotti-locali-qualcosa-si-muove-in-valle-di-blenio
Ti-Press
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
51 min

Tassazione frontalieri, Roma dà luce verde alla ratifica

Il Consiglio dei ministri ha dato via libera all’esecuzione dell’accordo italo-svizzero. Un iter analogo è in corso a Berna
Bellinzonese
53 min

Mercatino di Natale sulla piana di Ambrì

Appuntamento per mercoledì 8 dicembre sul piazzale esterno dello stadio multifunzionale
Luganese
1 ora

Lugano: tornano i corsi d’italiano per stranieri de ‘Il Centro’

Le lezioni dell’associazione, organizzate nell’ambito delle attività a favore dell’integrazione, si svolgeranno da febbraio a giugno 2022
Bellinzonese
1 ora

‘Music on Ice’ pronto a incantare i ticinesi

Lo spettacolo proporrà un viaggio nel tempo il 21 e 22 gennaio al Centro sportivo di Bellinzona
Luganese
1 ora

Tesserete: la Bottega del Mondo cambia orari sotto Natale

Durante il periodo festivo il negozio resterà aperto durante giorni e fasce orarie un po’ diversi dal solito
Luganese
1 ora

A Lugano l’acqua costerà il 20% in più. ‘Giù gli sprechi’

Un’interpellanza inerpartitica chiede al Municipio di valutare l’introduzione di tasse progressive basate sul consumo domestico dell’oro blu
Luganese
1 ora

Lugano: ‘Al Conza attesa incredibile per il vaccino’

Lunghe code anche al freddo. ‘Tanti si sono presentati per la terza dose senza appuntamento’. Segnalata anche una carenza di personale sanitario
Luganese
1 ora

Lugano: aperture straordinarie dei negozi e mega show

In programma diverse aperture eccezionali dal 5 al 19 dicembre e lo spettacolo ‘Effimero & Balocchi di Huma Show’ il 16 dicembre
Ticino
1 ora

Tutte le caselline dei... radar

La prossima settimana i controlli si svolgeranno nei distretti di Bellinzona, Blenio, Locarno, Lugano e Mendrisio
Bellinzonese
1 ora

Colpo grosso in un chiosco di Bellinzona

Un affezionato cliente dell’edicola Ramarro ha vinto 250’000 franchi con un biglietto di Swisslos
Locarnese
2 ore

Conciliabilità lavoro-figli, tre realtà territoriali si aiutano

Nel Pedemonte il Municipio risponde a un’interrogazione del Ppd e rende noti i dati di un questionario sul tema. Scarsa la rispondenza
il video
Bellinzonese
2 ore

Covid Pass obbligatorio nel capannone in Piazza del Sole

Il Municipio di Bellinzona opta da subito per il 2G ma non per la pista di ghiaccio e lo snow-tubing. Mascherina al mercato del sabato e a quelli natalizi
Luganese
2 ore

Porte aperte al convento del Bigorio

In programma l’8 dicembre, sarà possibile visitare: il museo, il coro dei frati, il corridoio delle celle, la biblioteca e la cappella di Botta
Luganese
2 ore

Croce Rossa, ‘la pandemia ha cambiato il nostro modo d’aiutare’

Il servizio ‘Baby help - Mamy help’ sostiene da 25 anni i genitori con figli malati. ‘Le quarantene ci impediscono di entrare in azione’
Bellinzonese
12.10.2021 - 18:440
Aggiornamento : 19:01

Marchio per prodotti locali, qualcosa si muove in Valle di Blenio

Lanciata con una mozione dal membro del Legislativo di Blenio Stefano Fraschina, prossimamente l’idea cercherà l’avallo dell’Assemblea dei Comuni bleniesi

Così come in Valle Verzasca, dove domenica si è tenuta la presentazione ufficiale di ‘Vera Verzasca’, anche in Valle di Blenio c’è il desiderio di creare un marchio regionale che possa non solo accompagnare la vendita dei prodotti locali ma anche promuovere l’immagine dell’intera regione. Ciò che chiedeva la mozione presentata a fine 2018 dal consigliere comunale di Blenio Stefano Fraschina (Lega). Una mozione che risulta in sospeso ormai da fine 2019 quando il locale Municipio aveva incaricato una Commissione speciale interpartitica di approfondire il discorso. Negli scorsi mesi l’Esecutivo ha nel frattempo ricevuto il rapporto della Commissione (oltre a Fraschina ne fanno parte altri quattro consiglieri comunali rappresentanti di ogni gruppo in seno al Legislativo di Blenio). L’idea di creare un marchio per i prodotti locali sarà sottoposta all’Assemblea dei comuni bleniesi (Ascoble), dalla quale si punta ad avere un avallo a livello di sostegno generale.

Volontà di allargare il discorso all’intera Valle

La volontà dell’Esecutivo di Blenio è infatti quella di allargare il discorso all’intera Valle, coinvolgendo anche Acquarossa e Serravalle. Ciò che suggerisce anche il rapporto della Commissione. «In questo modo potremo avere una ‘forza’ di un certo peso – sottolinea interpellato dalla ‘Regione’ Stefano Fraschina –. L’obiettivo è quello di affrontare il tema con Ascoble entro la fine dell’anno». In caso di parere favorevole, la mozione potrebbe anche essere ritirata (ed essere così indipendente dal voto dei consigli comunali), con il discorso che verrebbe così inserito nel Masterplan Valle di Blenio affidato dai tre Comuni all’Ente regionale per lo sviluppo del Bellinzonese e Valli (Ers-Bv). Ente che proprio in questo periodo si appresta a compiere i primi passi concreti nell’elaborazione del programma di sviluppo regionale a medio-lungo termine. Ricordiamo che il marchio ‘Vera Verzasca’ (che coinvolge produttori della valle e del piano attivi nel settore artigianale e in quello agroalimentare) è in effetti il frutto di un’iniziativa nell’ambito del Masterplan Verzasca 2030.

Manuel Cereda, direttore dell’Ers-Bv, interpellato dalla ‘Regione’ spiega che «il tema dei prodotti locali e degli artigiani verrà verosimilmente affrontato nel corso dell’elaborazione del Masterplan. E in questo ambito si potranno anche approfondire l’opportunità e le modalità di un discorso legato al marchio. Quanto fatto in Valle Verzasca – annota Cereda – è sicuramente qualcosa di principio condivisibile. Il logo, fra l’altro, è molto accattivante». Per evitare «la creazione disordinata di marchi e loghi», Cereda pone però l’accento sulla necessità di coordinarsi «con quanto sta portando avanti il Centro di competenza agroalimentare Ticino (che già dà la possibilità di richiedere il marchio ‘Ticino’ attraverso il quale i produttori certificano in sostanza la genuinità dei loro prodotti, ndr) e con gli aspetti legati al marketing e alla comunicazione dell’Organizzazione turistica regionale». Lo stesso discorso, sempre per quanto riguarda la possibilità di adottare un marchio per certificare provenienza e qualità del prodotto, vale anche per il Masterplan della Leventina «proprio in un’ottica regionale coordinata e in sinergia con quanto si sta facendo a livello cantonale».

Per Stefano Fraschina sarà importante sfruttare l’eventuale marchio anche attraverso dei punti vendita da prevedere nei luoghi con maggiore visibilità e affluenza, come ad esempio il rinnovato Centro nordico di Campra, il Polisport di Olivone per il quale è prevista una riqualifica e gli impianti turistici di Campo Blenio dove c’è in serbo una strategia di rilancio. Un logo che per Fraschina vuole dunque essere un anello della catena per quanto riguarda i progetti in fase di sviluppo. Del marchio, conclude l’autore della mozione, potranno infatti beneficiarne tutti: piccoli negozi di paese, attività commerciali, organizzatori di eventi ed esercenti. Una sorta di ‘biglietto da visita’ della Valle che andrà anche a rendere riconoscibili le manifestazioni e tutto quello che ruota attorno alla regione. Durante il processo che ha portato a stilare il rapporto, la Commissione ha avuto degli incontri con il Centro di competenza agroalimentare e l’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino che ha espresso interesse nonostante non sarà lei a promuovere direttamente la creazione del marchio.

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved