il-larice-di-leontica-sboccera-in-primavera
Nella prima metà del 2022 si concluderanno i lavori di rifacimento della piazza (Gabriele Beretta Sgd/Eleonora Willimann)
+1
ULTIME NOTIZIE Cantone
Mendrisiotto
4 ore

Assolti i due assistenti di cura della casa anziani di Balerna

I due ex assistenti di cura, secondo la Corte d’appello, non hanno maltrattato gli anziani ospiti. Saranno indennizzati per il torto morale subìto
Ticino
4 ore

Targhe, Dadò: ‘O con il nostro rapporto, o pronti alle urne’

La proposta del Plr sulle imposte di circolazione non scalfisce il Ppd. Intanto l’Udc è pronta all’iniziativa per abolire la tassa di collegamento
Luganese
9 ore

Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’

La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà ch si è rivelato fondamentale’
Luganese
9 ore

Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’

Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
Locarnese
10 ore

Tegna, ladri s’intrufolano nelle case

Sottratto denaro ma nessun oggetto di valore. Alcuni tentativi sarebbero andati a vuoto. La polizia conferma l’accaduto
Ticino
10 ore

Imposte di circolazione, il Plr svela le carte e il suo rapporto

Speziali: ‘Abbassiamole, ma come dice il governo nella sua risposta a 96 milioni e con una formula diversa’. E su riforma fiscale e settimana a 32 ore...
Luganese
10 ore

Ex Macello, un anno fa la notte più lunga di Lugano

Cade domani l’anniversario della demolizione del centro sociale. Tra ruspe, glitter e scontri, l’ironico ricordo dell’evento che ha segnato la città
Luganese
18 ore

Collina d’Oro, ‘l’acqua vogliamo gestirla noi’: è referendum

Lanciata la raccolta delle firme contro il messaggio municipale sulla cessione alle Aziende industriali di Lugano della gestione globale dell’acquedotto
Mendrisiotto
18 ore

PoLuMe, dalla Sinistra di Stabio una risoluzione contraria

Il Gruppo ha consegnato in cancelleria una dichiarazione da far passare al prossimo Consiglio comunale, per ribadire il proprio no al progetto
Mendrisiotto
18 ore

Campi piccoli e spogliatoi vecchi, ‘mancano le strutture’

Nel Mendrisiotto diverse squadre di calcio costrette a cambiare paese per giocare le partite. ‘Una riflessione da fare a livello regionale’.
Luganese
18 ore

Adria Costruzioni, comunque vada sarà un maxi processo

Almeno 7 gli imputati in attesa del rinvio a giudizio alle Assise criminali di Lugano per il crac milionario dell’impresa edile scoperto nel 2015
Mendrisiotto
18 ore

Aggregazione Basso Mendrisiotto, una serata per parlarne

La sezione momò del Ps organizza un evento che avrà luogo a Balerna il 1° giugno, con ospiti i vicesindaci di Chiasso e Vacallo
Luganese
18 ore

Taverne: liberato un capriolo dalla vasca di contenimento

L’animale è stato soccorso dai guardiacaccia e dalla Società di protezione animali di Bellinzona, dileguandosi nel bosco
Luganese
19 ore

Lugano, estate in arrivo: che sicurezza alla Foce?

Un’interrogazione socialista domanda al Municipio cosa è stato messo in campo per la stagione balneare alle porte
Luganese
19 ore

Lugano, per il Municipio con la Gipi Sa tutto in regola

L’esecutivo sottolinea di non essere a conoscenza di criticità riguardo all’operato e agli immobili in mano alla Gestioni Immobiliari per Istituzionali
Mendrisiotto
19 ore

Riva San Vitale, serata pubblica sulle Fornaci

L’evento si terrà l’8 giugno. Inoltre, nel Palazzo comunale è stata posata un’opera evocativa dell’artista Pierino Sulmoni
laR
 
11.10.2021 - 05:20
Aggiornamento : 13:40

‘Il Larice’ di Leontica sboccerà in primavera

Entro la fine dell’anno dovrebbe riaprire l’ex Bar Centrale che fungerà da ‘campo base’ del progetto di rilancio culturale e socio economico della regione

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

«Il cantiere è partito alcune settimane fa e a metà dicembre dovrebbe riaprire l’ex Bar Centrale» nella piazza di Leontica. Roberto Meyer, presidente dell’associazione Il Larice, è decisamente entusiasta di come sta proseguendo il progetto di rilancio culturale, socioeconomico, turistico e gastronomico del villaggio (e di tutta la regione) che avrà come ‘campo base’ l’esercizio pubblico situato nel centro della piccola frazione del Comune di Acquarossa. Già, perché «non si tratta di una semplice ristrutturazione di un’osteria, ma di un’iniziativa molto più ampia che coinvolge numerosi attori di tutta la regione». Un progetto che partirà al 100% nella primavera dell’anno prossimo, quando dovrebbero concludersi anche i lavori che riguardano la piazza di fronte al ristorante. Il prossimo 23 ottobre alle 17 è prevista una serata informativa nella sala multiuso dello stabile pompieri a Dongio durante la quale si presenterà per la prima volta al pubblico il progetto Il Larice.

Un investimento di oltre 500mila franchi

Meyer è quasi incredulo di come e con che velocità si è sviluppato il progetto negli ultimi due anni: «Inizialmente volevamo riaprire almeno l’ultimo esercizio pubblico di un paese che si stava spegnendo. Poi però, anche grazie al sostegno e all’interesse dimostrati, il progetto si è decisamente evoluto fino a diventare realtà. E questo, non dimentichiamolo, in una zona periferica e discosta del Ticino». Un interesse che ha quindi anche permesso di raccogliere i fondi necessari (oltre 500mila franchi) grazie a sussidi, enti pubblici e privati. «In particolare, non saremmo riusciti a raccogliere i fondi pubblici necessari se non avessimo presentato un progetto più ampio rispetto a una semplice riapertura di un’osteria. Infatti, le nuove generazioni e i visitatori si aspettano altro, ovvero offerte variegate in diversi ambiti. In questo modo riusciremo a far conoscere tutto quello che ha da offrire la nostra regione, rispettando allo stesso tempo le tradizioni del passato». Un esempio in questo senso è il fatto che l’esercizio pubblico sarà gestito da Ornella e Teo Vitali, persone molto conosciute a livello locale e che hanno un forte legame con Leontica. Inoltre, l’offerta culinaria si baserà soprattutto su prodotti locali.

Cultura, gastronomia, turismo e svago

Concretamente, il progetto Il Larice mira a mettere in rete diversi attori della valle di Blenio attivi in svariati ambiti: il ristorante al centro di Leontica sarà infatti un luogo dove poter raccogliere informazioni utili (cultura, turismo, svago, attività sportive e così via); dove organizzare conferenze, dibattiti, mostre o esposizioni; dove poter acquistare prodotti locali e dove, ovviamente, sarà pure possibile semplicemente incontrarsi.

L’idea dell’associazione si basa infatti su quattro punti principali: la promozione della cultura e della storia, la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche del territorio, l’offerta turistica, così come l’offerta di attività sportive e di svago. «Come associazione proporremo mediamente una paio di attività al mese», sottolinea Meyer. E questo anche grazie a diversi attori (come musei, fondazioni, associazioni o privati) «che si sono già detti disposti a collaborare con noi». Promuoveremo quindi ad esempio esposizioni, mostre, concerti o conferenze, ma anche svariate possibilità di svago (come trekking, gite accompagnate da una guida, giri in bicicletta, parapendio, sci, discese in slitta, ecc.) che la nostra regione è in grado di offrire tutto l’anno». Queste informazioni saranno disponibili all’infopoint che sarà installato nel ristorante, dove verranno anche illustrate le possibilità di soggiorno: «Collaboreremo con l’agenzia Interhome [intermediario di appartamenti di vacanza, ndr] che permetterà di affittare residenze secondarie nelle vicinanze. E chi soggiornerà ad esempio in un rustico potrà poi approfittare dell’offerta culinaria del ristorante». All’esterno dell’esercizio pubblico sarà anche presente un distributore automatico di prodotti locali aperto 24 ore su 24, mentre all’interno sono previsti un punto vendita e uno spazio espositivo per prodotti del territorio. Un’offerta resa possibile grazie alla collaborazione di contadini e agricoltori della zona. Oltre all’esercizio pubblico, al centro del progetto Il Larice vi è anche la piazza: «Il Comune ci ha concesso 45 metri quadrati di spazio che sarà attrezzato e dedicato al ristorante», precisa Meyer. Entro la prossima primavera sarà quindi rifatta la pavimentazione (posando nuovi dadi in granito) che sarà leggermente sopraelevata rispetto al resto della piazza. Piazza che in futuro potrà dunque ospitare attività ed eventi organizzati dall’associazione.

Si tratta insomma di un progetto concreto che sicuramente partirà a breve, con la convinzione che sarà apprezzato da molte persone. «Siamo fiduciosi e soddisfatti di essere riusciti [oltre a Meyer, dell’associazione fanno parte anche il vicepresidente Jean Pierre Posse, così come il segretario e cassiere Loris Beretta, ndr] a proporre qualcosa che mancava, rilanciando la vita del paese. Collaborare con i diversi attori presenti nella valle di Blenio ci permette non solo di risollevare Leontica, ma di promuovere l’intera regione», conclude il presidente de Il Larice.

Leggi anche:

A Leontica il progetto ‘Larice’ sta crescendo

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
il larice leontica roberto meyer turismo valle blenio
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved