case-di-vacanza-puntare-sui-rustici-per-soddisfare-la-domanda
Prima fase pilota in Valle di Blenio (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
44 min

Piogge torrenziali, grandine e forte vento sul Ticino

Allarme di intensità ‘rossa’ per le prossime ore in alcune regioni a ridosso del confine con l’Italia
Bellinzonese
1 ora

Il temporale lascia ‘muto’ internet a Gudo

Ha provocato qualche disagio il fronte di maltempo che nella notte ha attraversato il nostro cantone
Ticino
1 ora

Guasto tecnico alla linea Flüelen-Biasca, treni soppressi

Interrotto fino almeno a mezzogiorno il traffico ferroviario da e per il Ticino lungo il Gottardo. Mattinata di perturbazioni
Luganese
3 ore

Lidi e piscine nel Sottoceneri: dov’è l’acqua più ‘salata’?

Famiglie, persone in Avs, studenti: quanto pagano per una giornata di tuffi? Dall’economica Riva San Vitale alla chic Riva Caccia, viaggio fra le tariffe
Ticino
3 ore

‘Due milioni di franchi per proteggere gli allevamenti dal lupo’

Li chiede al Cantone una mozione di Gardenghi (Verdi), firmata anche dal Ps. Donati (Protezione dai grandi predatori): ‘Non servono soldi, ma meno lupi’
Bellinzonese
3 ore

Ricca offerta culturale del Centro Pro Natura Lucomagno

La rinnovata infrastruttura di Acquacalda proporrà delle escursioni guidate nella regione e delle colonie estive
Locarnese
10 ore

Quasi 6mila franchi, il debito pro capite della Città di Locarno

Il Consiglio comunale ha approvato il consuntivo 2021: pesante deficit di 5’428’560 franchi e capitale proprio abbassato da 11,3 a circa 5,8 milioni.
Bellinzonese
13 ore

Manupia in concerto alla Spiaggetta di Arbedo-Castione

La collaudata coverband ticinese si esibirà alle 21
Locarnese
13 ore

Formazza-Rovana, sul confine i lupi uccidono un vitello

All’alpe di Cravariola azzannato a morte un bovino. I cani mettono in fuga i due predatori. Anche il vescovo emerito da Mogno difende la pastorizia
Ticino
13 ore

Polizia unica, Dafond in commissione: demolendo non si migliora

Il presidente dell’Associazione comuni (Act) in audizione alla ‘Giustizia e diritti’ ribadisce: ‘Prossimità, le polcomunali hanno un ruolo fondamentale’
Bellinzonese
13 ore

Abusò del figlio e di altri bambini, 4 anni e 6 mesi di carcere

Condannato un uomo sulla settantina: tra le mura di casa ha approfittato di una dozzina di ragazzini, la maggior parte durante sedute di massaggi
Bellinzonese
14 ore

Porte aperte al Teatro Sociale di Bellinzona

Durante l’estate, per cinque sabati, in concomitanza con il mercato cittadino, sarà possibile visitare la struttura dalle 10 alle 13
Bellinzonese
14 ore

Per valorizzare le ‘Ville’ della Val Malvaglia

Il Cantone ha promosso un incontro con le autorità federali in modo da assicurare le opere di recupero e trasformazione della regione
Locarnese
14 ore

Il BaseCamp 2022 del Festival si terrà alle Elementari di Losone

Il Comune ha confermato che l’Istituto scolastico accoglierà dal 3 al 13 agosto i giovani che nel 2019 e nel 2021 si erano ritrovati all’ex caserma
Bellinzonese
14 ore

Introduzione dei 30 km/h sulla strada principale a Daro

Il progetto, in pubblicazione fino al 29 agosto, ha lo scopo di migliorare la sicurezza dei pedoni e in particolare del percorso casa-scuola
22.09.2021 - 18:02
Aggiornamento: 24.09.2021 - 15:09

Case di vacanza, puntare sui rustici per soddisfare la domanda

Con un marchio distinto, una piattaforma rinnovata e un contributo finanziario l’Otr-Bat vuole incentivare la messa in affitto di questo tipo di abitazioni

Non è una novità: nel Bellinzonese e nelle Tre Valli la domanda per affittare case di vacanza supera di gran lunga l’offerta. Delle circa 6’300 residenze secondarie solo il 5% viene messo a disposizione. L’obiettivo è quindi quello di creare nuove strutture ricettive per cercare di soddisfare una richiesta – d’Oltralpe ma anche autoctona – che gli addetti ai lavori osservano sempre più in crescita. Viene lanciato dalla casa comunale di Malvaglia l’appello dell’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino (Otr-Bat) ai possessori di rustici in Valle di Blenio, regione dove si svilupperà la prima fase del progetto che mira ad aumentare la capacità ricettiva sfruttando questa forma alternativa di alloggio a complemento di quelle tradizionali alberghiere che risultano in diminuzione. Saranno inviate nelle prossime settimane le circa 1’000 lettere indirizzate ai proprietari, i quali, se intendono affittare il proprio rustico, potranno aderire all’iniziativa e ottenere così uno specifico marchio indipendente. Concretamente, se il rustico risponde a specifici criteri, sarà inserito in una sorta di categoria ‘certificata’ che, come spiegato dalla direttrice marketing e comunicazione dell’Otr-Bat Debora Beeler, permetterà di veicolare al meglio la promozione verso i clienti. I rustici dei proprietari che daranno disponibilità saranno inseriti nella già attiva piattaforma di prenotazione online Rustici.ch (per la quale è previsto un rinnovamento nel corso dell’autunno).

Sostegno finanziario per migliorie e ammodernamenti

Si tratta di un progetto nel quale crede molto anche l’Ente regionale per lo sviluppo Bellinzonese e Valli (già nel 2016 aveva commissionato uno studio alla Scuola specializzata superiore alberghiera e del turismo), che ha infatti deciso di sostenere finanziariamente la strategia elaborata dall’Otr-Bat. Ai primi 25 proprietari privati che aderiranno all’iniziativa sarà infatti stanziato un contributo forfettario massimo di 2’000 franchi destinato al rinnovo o all’ammodernamento del mobilio del proprio rustico. «Ampliare l’offerta ricettiva significa sostenere lo sviluppo socioeconomico della regione», ha così motivato la scelta di sostenere l’iniziativa il presidente dell’Ers-Bv Manuel Cereda: «Sarebbe già un bel traguardo distribuire l’intero budget (50mila franchi per 25 rustici) e creare così 100 nuovi posti letto», ha aggiunto, evidenziando come per l’Ers-Bv questo tipo di sostegno si tratta di una fase-test da eventualmente allargare in futuro ad altre regioni. Juri Clericetti ha sottolineato «l’enorme potenziale» del progetto destinato – dopo questa fase di prova in Valle di Blenio – ad estendersi anche alla Leventina. Pernottare in un rustico è il tipo di esperienza che il turista (ma sempre più anche il mercato interno) cerca affascinato da questo tipo di costruzioni che sono una testimonianza storica di un’autenticità del territorio ticinese e in particolare della Valle del Sole, ha aggiunto il direttore dell’Otr-Bat.

Come sottolineato da Clericetti, il potenziale per una buona riuscita del progetto – che vuole essere collaterale all’offerta turistica proposta dall’Otr – non manca di certo. Ne è un esempio il positivo andamento registrato nei suoi primi anni da Blenio Tour Rustici, che già si occupava di promuovere l’affitto di case secondarie. Considerata in valle un gioiellino, la cooperativa era però fallita alla fine del 2011 schiacciata dai debiti che avevano portato la Corte delle Assise correzionali di Blenio a condannare l’allora direttore – che era pure presidente di Blenio Turismo – per falsità in documenti e cattiva gestione.

I criteri per ottenere il marchio

Ma quali sono gli elementi necessari per ricevere il marchio? Secondo i criteri di Svizzera turismo e del Canton Ticino un rustico è considerato tale quando è un edificio ubicato nella natura oppure in un piccolo insediamento ma non adiacente a una strada troppo trafficata; riflette lo stile di costruzione tipico (muratura in sasso e/o legno, tetto in piode e/o lamiera); ha una capacità massima di otto posti letto; non è raggiungibile in auto ma solo a piedi o in bicicletta. Tutti i proprietari che aderiranno riceveranno fisicamente un certificato con il marchio rustici da appendere all’interno dell’abitazione e dei gadget di benvenuto per gli ospiti. Maggiori informazioni sul progetto possono essere richieste all’indirizzo rustici@bellinzonaevalli.ch.

Collaborazione con Interhome

L’Otr-Bat ha instaurato una collaborazione con Interhome (appartenente al gruppo HotelPlan), il più importante intermediario di appartamenti di vacanza in Svizzera che attualmente offre circa 350 oggetti in affitto in Ticino di cui 60 rustici in Valle di Blenio. Affidandosi a Interhome, hanno sottolineato Davide Nettuno (portavoce di HotelPlan) e Franco Canonico (manager di Interhome), il proprietario di rustici intenzionato ad affittare potrà demandare interamente le operazioni di promozione e gestione dell’abitazione. Dovrà insomma solo consegnare la chiave.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
case di vacanza otr-bat rustici turismo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved