luce-verde-ai-43-42-milioni-per-il-nuovo-pretorio-di-bellinzona
I lavori dovrebbero terminare entro la fine del 2025 (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
3 ore

Telethon sollecita la generosità dei ticinesi

La raccolta fondi per la ricerca sulle malattie genetiche rare torna nel finesettimana in piazza. Eventi su tutto il territorio
Ticino
3 ore

Il braccialetto elettronico? Lo paga (pure) lo stalker

Il Consiglio di Stato: la partecipazione ai costi anche come deterrente. Allestito il regolamento per applicare la nuova norma del Codice civile
Locarnese
3 ore

Centro balneare, quella perizia che promuove la gestione

È ‘nelle primissime posizioni’ in Svizzera secondo l’esperto. Eppure la Città con un colpo di mano ha liquidato l’amministratore delegato (e non solo lui)
Luganese
3 ore

Beltraminelli torna in pista: ‘La mia, una malattia cronica’

Dalla passione per la politica alla positività al coronavirus, dallo sport all’aut aut della moglie: il neo presidente Ppd di Lugano a 360 gradi
Ticino
11 ore

Stranieri, Michela Trisconi nuova Delegata all’integrazione

L’ha nominata oggi il Consiglio di Stato. Succede ad Attilio Cometta, in pensione dopo oltre trent’anni nell’Amministrazione
Mendrisiotto
11 ore

Nel bunker Pci per il richiamo? È una soluzione provvisoria

Non a tutti piace andare a vaccinarsi al rifugio: ‘Scelta cantonale’. Ma a Mendrisio si stanno valutando delle alternative
Ticino
11 ore

‘Salario minimo, i controlli siano rigorosi’

Così i Verdi in occasione dell’entrata in vigore della legge cantonale, figlia della loro iniziativa popolare costituzionale
Locarnese
12 ore

Muralto, s’illumina il Grand Hotel della rinascita

Spettacolare scenario natalizio sulla facciata est dell’albergo da anni in disuso. Domani il via ufficiale al nuovo corso di Artioli
Ticino
13 ore

‘Quei doppioni burocratici sono da eliminare’

Cristina Maderni (Plr) torna a sollecitare il governo, questa volta con una mozione, sulle semplificazioni amministrative
Ticino
13 ore

Mascherine in quarta e quinta elementare da lunedì

Questa la principale novità per contrastare la nuova ondata. No, invece, ai test a tappeto giudicati poco utili e troppo onerosi
Bellinzonese
21.09.2021 - 16:580
Aggiornamento : 18:48

Luce verde ai 43,42 milioni per il nuovo Pretorio di Bellinzona

Il Gran Consiglio ha approvato con 74 sì, zero no e 4 astenuti la richiesta di credito per la ristrutturazione e l’ampliamento dell’edificio in via Franscini

a cura de laRegione

Luce verde da parte del Gran Consiglio al credito di 43 milioni e 420mila franchi per la ristrutturazione e l’ampliamento del Pretorio di Bellinzona, approvato oggi pomeriggio con 74 voti favorevoli, zero contrari e 4 astensioni. I lavori, nel frattempo iniziatri, dovrebbero terminare alla fine del 2025. Lo stabile, situato in cima a viale Franscini, una volta rinnovato accoglierà nuovi spazi per il Tribunale penale federale (Tpf, la cui sede si trova a pochi metri di distanza, nello stabile che un tempo accoglieva l’ex Scuola cantonale di commercio) in particolare per la Corte d’appello federale. Si insedieranno anche la Pretura civile del distretto di Bellinzona e la Polizia cantonale (Gendarmeria, Polizia giudiziaria, celle e altri servizi).

Le esigenze del Tpf sono cresciute

Nel 2002 l’assemblea federale prese la «storica decisione» di ubicare la sede del Tpf a Bellinzona, ha ricordato durante la seduta di Gran Consiglio Bixio Caprara (Plr), relatore del rapporto della Commissione della gestione che aveva sostenuto il credito all’unanimità. Tpf che dopo una prima tappa al Business Center, durata alcuni anni, si è insediato nel rinnovato e ampliato stabile di viale Franscini nel 2014. Nel frattempo «le esigenze del Tpf sono cresciute in modo importante», ha proseguito Caprara. E una convenzione del 2006 tra Confederazione e il Canton Ticino, permette, in caso di necessità, al Tribunale penale federale di ampliarsi, affittando ulteriori spazi nell’edificio dell’ex Pretorio. Grazie a un contratto di locazione, la Confederazione garantisce al Cantone una permanenza nello stabile fino almeno al 2043. Questo permetterà dunque al Cantone di ammortizzare l’importante investimento approvato dal Gran Consiglio.

Centralizzare a Lugano le autorità penali

Ricordiamo che inizialmente il progetto di ristrutturazione e ampliamento del Pretorio prevedeva d’inserire nell’edificio le sedi della Pretura penale, del Tribunale penale cantonale oltre che della Pretura civile di Bellinzona. Tuttavia le nuove esigenze del Tpf hanno portato il Consiglio di Stato a cambiare rotta, proponendo di centralizzare a Lugano tutte le autorità penali giudicanti (ovvero le sedi del Tribunale d’appello cantonale, del Ministero pubblico unificato, della Corte di appello e di revisione penale, della Pretura penale e del Tribunale penale cantonale), creando di fatto un polo della giustizia ticinese. E questo grazie in particolare all’acquisto dello stabile dell’ex Banca del Gottardo, oggetto di un altro messaggio governativo.

Primo piano occupato dalla Corte di appello

Concretamente, lo stabile ristrutturato sarà composto da sei piani, ossia due interrati e tre sopraelevati più il pianterreno. Nei due livelli interrati saranno inseriti parcheggi, depositi, locali tecnici, spazi dedicati alla polizia e così via. Al pianterreno sono previsti una grande sala per le udienze e uffici sia per il Tpf, sia per la Polizia cantonale. Il primo piano sarà occupato completamente da uffici e sale della Corte di appello del Tpf, mentre gli spazi al secondo e al terzo piano saranno dedicati alla Pretura civile e alla Polizia cantonale. Inoltre, il progetto prevede anche uno spazio pubblico tra il Pretorio e il Tpf che sarà adeguatamente arredato. Ricordiamo infine che gli edifici del Pretorio e del Tpf sono considerati beni culturali d’importanza comunale. Per questo motivo anche il volume e la facciata del Pretorio saranno conservati, come è già stato fatto per la sede del Tpf. Inoltre l’edificio ampliato e ristrutturato sarà stilisticamente molto simile e di colore chiaro come quest’ultimo.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved