ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
23 min

Lugano: l’illuminazione pubblica pesa lo 0,8% sui consumi totali

‘L’infrastruttura cittadina è già molto efficiente’ dice il Municipio, che non vuole spegnere la luce di notte e invita a respingere la mozione dei Verdi
Ticino
34 min

Con la prima neve ‘fioccano’ anche i radar

La consueta radiografia dei luoghi dove spunteranno i controlli di velocità, da Chiasso ad Airolo passando per Locarno e la Val di Blenio
Mendrisiotto
1 ora

Mendrisio, proiezioni di Natale in piazza Municipio

Un progetto a basso impatto energetico ideato dalle scuole elementari. Lo spettacolo è in funzione dall’8 dicembre fino all’8 gennaio, tutte le sere
Luganese
1 ora

Niente buono natalizio per i cittadini anziani

Il Municipio di Lugano risponde picche: ‘Costerebbe 2 milioni, col rischio di favorire i grandi centri commerciali a discapito di attività più piccole’
Locarnese
1 ora

Mercatino e assemblea per la Pro Centovalli e Pedemonte

Domenica 11 dicembre 2022 in piazza a Intragna l’evento natalizio, seguito alle 20 dalla riunione dell’associazione, presso la Villa San Donato
Luganese
1 ora

Lugano, Natale nella biblioteca della Croce Rossa

L’appuntamento è per lunedì 12 dicembre dalle 14 presso la sede luganese. Non è necessario iscriversi
Locarnese
1 ora

Il Ppd di Gordola in assemblea (anche) per diventare il Centro

Domenica 11 dicembre alle 19.15 presso la Sala Santa Teresa, all’ordine del giorno anche le novità da Municipio e Cc e uno sguardo alle cantonali 2023
Luganese
1 ora

Massagno festeggia i suoi volontari

Lunedì 5 dicembre il Municipio ha incontrato associazioni e persone attive sul territorio in occasione della Giornata internazionale del volontariato
Locarnese
1 ora

Doppio concerto a Gerra Piano

L’11 dicembre alle 17 presso la Chiesa del Sacro Cuore si esibiranno il Gruppo Vocale Cantadonna e il Quartetto d’Archi Archibaleno
Locarnese
1 ora

Canti Gospel e natalizi con il Coro dell’Atm

Domenica 11 dicembre dalle 17 nella Chiesa di San Vittore a Muralto, con raccolta fondi a favore della missione di don George Kerketta in India
Grigioni
1 ora

La strada della Calanca riaperta già oggi alle 16

Lo ha deciso l’Ufficio tecnico cantonale: ultimati prima del previsto i lavori di sgombero e di parziale ripristino
Locarnese
2 ore

‘Il re saltarello’ alla Biblioteca popolare di Ascona

La fiaba verrà proposta sabato 10 dicembre alle 10.30 nella sala lettura, con accompagnamento musicale di Silvia Klemm e Carla de Lieme
Locarnese
2 ore

Al via la rassegna PresepiVira

Per la 33esima edizione, che si apre domenica 11 dicembre con il concerto di canti natalizi del Gruppo Jeans, è di nuovo previsto un ricco programma
Luganese
2 ore

Lugano, 1’330 firme contro l’aumento di gas ed elettricità

L’Mps consegna la petizione e chiede di bloccare il rialzo dei costi dei beni di prima necessità, che colpisce le famiglie con redditi bassi e medi
Locarnese
2 ore

Il Centro di Locarno presenta la sua rivista... e un dibattito

Distribuito in questi giorni il primo numero del periodico di attualità locarnese. Giovedì 15 dicembre a Palazzo Marcacci si discute di disagio giovanile
Luganese
3 ore

Bioggio, il Cdaled ha approvato il preventivo 2023

Il Consorzio depurazione acque Lugano e dintorni riunitosi mercoledì 7 dicembre ha accettato un fabbisogno di 13’526’150 franchi e il credito suppletorio
Mendrisiotto
5 ore

Il gruppo Morbio2030 contro la diminuzione del moltiplicatore

Si tratterebbe, secondo il movimento, di una manovra che comprometterebbe le casse del Comune e di conseguenza anche le fasce di popolazione meno abbienti
Locarnese
7 ore

Va in scena una Locarno On Ice da favola

Domenica dedicata ai più piccoli, con racconti e rappresentazioni del musical Favolandia. Ma non mancheranno anche musica e le partite dei Mondiali
bellinzonese
19.09.2021 - 12:29
Aggiornamento: 16:34

Semine-Locarno in rissa, Biancardi: ‘Non sono sorpreso’

Lo scontro, che ha coinvolto le due squadre e qualche spettatore, è seguito a un’espulsione. Il presidente della Ftc invoca ‘sanzioni esemplari’

semine-locarno-in-rissa-biancardi-non-sono-sorpreso
Screenshot video

Si torna a parlare di violenza nello sport e, in particolare, dentro e fuori il campo da calcio. Protagonisti della spiacevole vicenda, avvenuta ieri sera a Bellinzona, l’Unione Sportiva Semine e il Football Club Locarno. Le due squadre, compagini situate ai vertici del campionato di Terza lega ticinese (Gruppo 2), stavano disputando la partita quando sull’1-1 al 67’ è scoppiata una rissa. L’arbitro non ha potuto fare altro che interrompere definitivamente l’incontro.

Versioni divergenti

Stando alle testimonianze fornite dai presenti, ad accendere la miccia sarebbe stata l’espulsione di uno dei calciatori della squadra ospite. «Mentre usciva dal campo, un tifoso proprio del Locarno gli ha detto qualcosa. Il giocatore, probabilmente fraintendendo o non capendo chi avesse parlato, ha lanciato violentemente da distanza ravvicinata il suo parastinchi verso la nostra panchina, colpendo (e ferendo) in testa un nostro giocatore», ha raccontato il presidente del Semine al portale Chalcio.com. A quel punto si è scatenato il tafferuglio che ha convolto i giocatori e anche il pubblico. Ma le versioni divergono: il genitore di un giovane giocatore delle Bianche Casacche riferisce infatti alla ‘Regione’ che non sarebbe stato un tifoso del Locarno a rivolgersi al giocatore espulso, ma qualche giocatore delle Semine che si trovava seduto in panchina.

A ogni modo, la rissa capita a distanza di pochi giorni dall’invio di una circolare rivolta a tutti i club in cui la Federazione ticinese di calcio (Ftc), proprio a causa dei ripetuti episodi di violenza, aveva minacciato un ‘lockdown calcistico’ nel caso di nuovi scontri. Resta ancora da vedere come agirà la Commissione disciplinare della Federcalcio ticinese, cui compete la valutazione dell’increscioso episodio, e quali posizioni prenderanno i due club.

La Ftc: ‘Sanzioni eque ma durissime, per ora niente stop dei campionati’

«Purtroppo quanto accaduto non mi sorprende visto il trend delle ultime settimane, nelle quali avevamo notato un crescendo di tensione e di episodi, seppur molto circoscritti, di maleducazione e violenza, che non ci erano proprio piaciuti – afferma il presidente della Federazione ticinese di calcio Fulvio Biancardi –. Tanto che eravamo intervenuti in maniera tempestiva e preventiva con le società, indicando come in caso di reiterazione di tali fatti, avremmo preso sanzioni incisive, fino alla sospensione dei campionati».

Un’eventualità questa che sembrerebbe per il momento scongiurata, in quanto come spiega il numero uno della Ftc «il nostro monito era legato in particolare agli attacchi nei confronti dei direttori di gara, proprio per proteggere questi ultimi. Nel caso in questione fortunatamente l’arbitro non è stato coinvolto, nel senso che prima di tutto non ha nessuna responsabilità per quanto accaduto e soprattutto il suo arbitraggio e la sua persona non sono stati minimamente messi in discussione. Se proprio vogliamo trovare un lato positivo in quanto capitato, è proprio questo, per una volta il direttore di gara non è stato aggredito e in questo modo l’incarto rimarrà in mano nostra e non andrà a Berna, dove sono sempre troppo morbidi».

Cosa che non intende invece essere la Federazione ticinese, con la Commissione disciplinare che si esprimerà nei prossimi giorni una volta analizzati i fatti (attraverso il referto dell’arbitro ed eventuali testimonianze dei presenti) sulle singole sanzioni, anche se è già certo che, essendo il match stato interrotto per motivi disciplinari, non potrà venir rigiocato. «Aspettiamo il rapporto del direttore di gara, ma quanto capitato sembra chiaro e lo si vede piuttosto bene in un video che circola: posto che per litigare bisogna sempre essere in due, il giocatore del Locarno espulso che si stava allontanando, una volta arrivato davanti alla panchina avversaria, ha invertito la marcia (forse provocato) e si è scagliato verso qualcuno del Semine dando il via al parapiglia che poi ha coinvolto altri giocatori, e mi sembra anche qualcuno del pubblico. Le sanzioni dovranno essere eque ma durissime, in modo da lanciare un ulteriore segnale a chi avesse intenzione di andare avanti su questa strada».

Esclusa come detto, almeno per ora, una sospensione generalizzata dei campionati. «Non trovo giusto penalizzare tutte le altre società per il comportamento scellerato di queste due squadre. Per contro non è detto che non arrivino delle sospensioni per le compagini interessate. Se poi questi episodi violenti proseguiranno, non escludiamo la possibilità di un’interruzione dei campionati».

Biancardi infine fa notare come «il Locarno ha subito presentato protesto sostenendo che l’arbitro non avrebbe dovuto sospendere la partita e questo mi sembra decisamente fuori luogo, la situazione era decisamente grave ed è già bello che non sia stata la polizia a intervenire».

La Commissione arbitri ‘boicotta’ le due squadre coinvolte

In attesa delle decisioni disciplinari, un altro organo indipendente della Ftc ha già operato una scelta precisa e forte. "Visto quanto successo sabato sera in occasione dell’incontro di 3a Lega Us Semine-Fc Locarno – si legge nel comunicato – la Commissione arbitri della Ftc dopo attento esame di quanto accaduto, comprovato in modo chiaro anche dai filmati inseriti sui social, dal rapporto arbitrale e da testimonianze ufficiali ha deciso di non inviare arbitri a dirigere gare sia di preparazione che ufficiali delle società sopraccitate dal 20 settembre al 10 di ottobre compresi. La decisione comporta unicamente le squadre di 3a Lega (che in quel periodo avrebbe dovuto disputare tre match ciascuna, ndr). Questi comportamenti vanno assolutamente debellati dai campi di calcio e richiedono un segnale forte non solo per le società interessate ma anche per tutto il movimento calcistico. Non è solo nostra intenzione tutelare i direttori di gioco ma anche tutti quanti si comportano in modo corretto ai bordi dei campi. La nostra presa di posizione è una decisione autonoma, indipendente dalle decisioni che verranno prese dagli
organi competenti e non fa altro che confermare le prime avvisaglie di malessere rese pubbliche la scorsa settimana".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved