Zurigo
0
Young Boys
0
2. tempo
(0-0)
Lucerna
Basilea
16:30
 
Losanna
Servette
16:30
 
Milan
1
Sassuolo
2
1. tempo
(1-2)
Spezia
0
Bologna
0
1. tempo
(0-0)
Lakers
Ajoie
15:45
 
Zugo Academy
Sierre
15:45
 
Winterthur
La Chaux de Fonds
16:00
 
casa-dello-studente-esclusi-dalla-mensa-poiche-senza-covid-pass
La mensa della Casa dello Studente (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Bellinzonese
4 min

‘Un ente comunale’ per tutte le case anziani di Bellinzona

Lo chiede l’Mps con una mozione che suggerisce anche l’inclusione delle tre strutture private e dell’Assistenza e cure a domicilio
Luganese
16 min

Mobilità scolastica, si punta sul credito-quadro

Il messaggio sarà ispirato da uno studio svolto presso le sedi scolastiche di Lugano
Ticino
23 min

‘Il governo agisca subito contro la ripresa della pandemia’

Lo chiedono i deputati in Gran Consiglio dell’Mps che propongono la mascherina obbligatoria nelle scuole elementari e durante eventi pubblici
Luganese
33 min

Rossi (No): ‘Intercettata la forte perplessità dei cittadini’

Colui che ha impersonificato con Fulvio Pelli il fronte contrario al Polo sportivo ed eventi di Lugano commenta la sconfitta del referedum
Ticino
35 min

Ocst, Fabiola Gnesa presidente del comitato statali

L’ha eletta l’assemblea tenutasi lo scorso 24 novembre. Subentra all’uscente Enrico Pusterla
Luganese
36 min

Manno, i giovani con Fazzini, Pestoni e Roos

Ricevimento a tinte sportive per i 18enni del Comune sul Vedeggio
Ticino
47 min

In Ticino 65,3% di Sì alla Legge Covid, solo 3 comuni per il No

Il 56,1% dei ticinesi ha inoltre approvato l’iniziativa sulle cure infermieristiche. No al 63,4% all’iniziativa Giustizia, con soli due comuni favorevoli
Luganese
1 ora

Lugano dice ‘sì’ al Polo sportivo e degli eventi (Pse)

A votare a favore della realizzazione dell’opera quasi il 57% degli elettori luganesi. Partecipazione del 62,52% degli elettori
Luganese
1 ora

Il pugilato tra suoni e parole

Incontro pubblico martedì nella Biblioteca cantonale di Lugano
Luganese
2 ore

Paolo Beltraminelli eletto alla testa del Ppd di Lugano

Tutto come da pronostico all’assemblea sezionale; la presidenza era vacante da quasi due anni
Locarnese
4 ore

Locarno, in ricordo di Pierre Codiroli

Al Liceo di Locarno martedì vi sarà un incontro-tributo al docente, ricercatore e scrittore scomparso nel 1996
Locarnese
5 ore

Brissago, famiglie patrizie riunite in assemblea

L’ente terrà una seduta martedì prossimo alle 20, nella sala del Consiglio comunale
Locarnese
5 ore

Locarno, pranzo Atte e tombola

Appuntamento giovedì prossimo al Centro diurno. Iscrizioni entro martedì
Ticino
20 ore

L’UDC non commenterà con la RSI i risultati delle votazioni

I democentristi: ‘Professionalità e imparzialità non sono garantite’. L’emittente respinge le accuse
Bellinzonese
22 ore

Nuovo Irb: ‘Sogno realizzato’ a favore delle scienze della vita

Oggi si è tenuta la cerimonia d’inaugurazione del nuovo edificio a Bellinzona. Una giornata di festa che permette di guardare ‘al futuro con ottimismo’
Bellinzonese
 
16.09.2021 - 19:300
Aggiornamento : 19:58

Casa dello Studente, esclusi dalla mensa poiché senza Covid pass

Gli ospiti senza certificato della struttura di Bellinzona non potranno nemmeno mangiare negli spazi interni. Un genitore: ‘Si tratta di un’ingiustizia’

Tocca anche la Casa dello Studente l’obbligo di esibire un certificato Covid per accedere ai luoghi chiusi di bar e ristoranti. La struttura ricettiva ubicata nel comparto del centro Gioventù e Sport di Bellinzona, pensata per offrire il pernottamento e la mezza pensione agli allievi delle scuole post-obbligatorie, dispone di una mensa che è infatti considerata a tutti gli effetti come un ristorante secondo l’ultima revisione dell’Ordinanza federale in materia di Covid-19, trattandosi in effetti di una mensa aperta a tutti gli ospiti del centro G+S (corsi di formazione e perfezionamento, campi di allenamento, scuole montane delle scuole, ecc). Non viene dunque considerata mensa scolastica o aziendale, a differenza di quelle delle scuole post obbligatorie, dove sono autorizzati all’entrata solo studenti e dipendenti. Una conseguenza delle decisioni di Berna che non è ovviamente gradita agli ospiti della Casa dello Studente che non si sono sottoposti al vaccino. «Con i nostri giuristi abbiamo cercato di capire se potesse esserci un’alternativa, ma così non è stato», afferma contattato dalla ‘Regione’ Alessandro Lava, capo dell’Ufficio dello sport del Dipartimento educazione, cultura e sport. Negli scorsi giorni i responsabili della struttura hanno comunicato alle famiglie che a partire dal 20 settembre i loro figli potranno dormire presso la Casa, ma solo chi può esibire un Covid pass potrà accedere alla mensa. «Ci dispiace che qualcuno dovrà probabilmente lasciare la Casa e impiegare così un’ora per andare a scuola – aggiunge il capo dell’Ufficio dello sport –. Chiaramente questo non ci fa piacere. Non eravamo di certo contenti di dover comunicare certe notizie. Non ce l’abbiamo con chi si vaccina o non si vaccina; questa è una decisione personale. Purtroppo però dobbiamo attenerci all’Ordinanza federale».

Trasferitasi al centro G+S nel 2015, la Casa dello Studente ospita attualmente nove persone. È pensata in particolare per i giovani che abitano in zone discoste del cantone. Nella retta sono compresi l’alloggio, la mezza pensione (colazione e cena), l’accesso a internet, la pulizia e la biancheria da letto. Se per l’accesso alla mensa le disposizioni della Confederazione non lasciano spazio a interpretazioni, è la decisione della struttura di negare la possibilità ai giovani senza Covid pass di mangiare all’interno negli spazi comuni della Casa riservati esclusivamente agli ospiti che alimenta il malumore di alcune famiglie. Senza certificato gli ospiti avranno sì la possibilità di ritirare il pasto cucinato dalla mensa (sarà consegnato loro dal personale) ma potranno consumarlo solo all’esterno della struttura sui tavoli già predisposti.

‘Si tratta di un’ingiustizia’

«Non si capisce come mai in una Casa dello Studente fornita di microonde e frigo nel corridoio comune fuori dalle stanze degli ospiti, quindi lontano dalla mensa, non sia oggi più possibile il suo utilizzo, quando invece sul mezzogiorno i ragazzi sono soliti riscaldare i loro pasti senza nessun problema riguardante l’odore di cibo», ci dice un genitore di uno degli studenti ospiti della struttura. «Direi che si tratta di un’ingiustizia. È un servizio garantito che paghiamo con la retta. Non capisco perché i ragazzi che non andranno in mensa non possano almeno ritirare il pasto e mangiarlo negli spazi comuni, rispettando le misure di distanziamento».

Niente odori sgradevoli. ‘Il regolamento parla chiaro’

Domande che abbiamo girato al capo dell’Ufficio dello sport: «C’è un regolamento della Casa dello Studente che dice che il pasto può essere consumato nello spazio comune solo in casi eccezionali. Per esempio se un ragazzo non può cenare insieme agli altri a causa di impegni inderogabili (allenamenti sportivi, lezioni di musica, ecc.), gli si dà la possibilità di mangiare fuori orario in un posto all’interno. Ma ripeto, solo in casi eccezionali». Una delle motivazioni del regolamento della struttura è evitare odori sgradevoli negli spazi comuni adiacenti alle stanze. «È possibile che possa essere interpretata coma una motivazione futile, ma posso assicurare che non è così – risponde Lava –. Se mangiare negli spazi comuni diventasse una normalità, alcune persone potrebbero sì infischiarsene, ma ad altri darebbe invece fastidio. Ed è questo un possibile conflitto tra ospiti che vogliamo evitare. L’ultima delle tante possibilità valutate era quella di adibire una sala di teoria a sala da pranzo, ma il problema è che abbiamo già confermato diversi corsi e sicuramente fino alla metà di novembre non avremmo potuto farlo». Dal 20 settembre a metà ottobre, chi degli ospiti sarà sprovvisto di Covid pass avrà dunque la sola possibilità di fare colazione e cenare all’esterno. E poi? «Da metà ottobre, quando le temperature si abbasseranno, mangiare all’esterno non sarà più un’opzione sostenibile. Purtroppo chi non avrà il Covid pass non potrà più usufruire della nostra mensa».

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved