Detroit Red Wings
1
NAS Predators
2
2. tempo
(0-2 : 1-0)
OTT Senators
1
NY Islanders
3
2. tempo
(0-0 : 1-3)
MON Canadiens
2
TB Lightning
1
2. tempo
(0-1 : 2-0)
TOR Leafs
3
COB Jackets
1
2. tempo
(3-0 : 0-1)
BUF Sabres
0
ANA Ducks
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
STL Blues
0
FLO Panthers
1
1. tempo
(0-1)
WIN Jets
0
CAR Hurricanes
1
1. tempo
(0-1)
CHI Blackhawks
NY Rangers
02:30
 
EDM Oilers
MIN Wild
03:00
 
grandi-carnevali-2022-in-ticino-piu-si-che-no-per-ora
Ai controlli di sicurezza si aggiungeranno anche quuelli sul certificato Covid (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
4 ore

L’audit e i poteri accresciuti di chi lo eseguirà

Caso ex funzionario del Dss, praticamente definita la bozza dell’articolato mandato
Luganese
8 ore

L‘Imam di Lugano è ’completamente riabilitato’

Paolo Bernasconi, legale di Radouan Jelassi, esprime soddisfazione per la sentenza del Tribunale amministrativo federale
Ticino
8 ore

Disagio giovanile, il Sisa (ri)sollecita lo Stato

Alves: occorre contrastare con misure urgenti e concrete il malessere psichico nella popolazione studentesca. Campagna del sindacato nelle scuole
Locarnese
9 ore

Locarno, ‘mi hanno picchiato di brutto, devo andare in ospedale’

Non è un episodio isolato, i pestaggi in Piazza Castello sono filmati e messi sui social da una banda. Accertamenti in corso e misure incisive da adottare
Luganese
9 ore

Lugano, condannato il complice del furto al Mary

Inflitti tre anni di reclusione, di cui sei mesi da espiare, a un 52enne italiano riconosciuto colpevole di truffa, furto e falsità in documenti
Bellinzonese
9 ore

220 milioni in più per le Officine Ffs a Castione

L‘investimento previsto cresce in maniera cospicua. Gli impieghi a tempo pieno passano da 300 a 360. ’Più lavoro grazie alle componenti tecniche’
Ticino
9 ore

Domani i primi fiocchi, ‘automobilisti siate prudenti’

Attese nevicate in pianura, la fase più intensa si verificherà nelle ore centrali della giornata
Bellinzonese
12 ore

Carì, gli impianti si confermano nelle cifre nere

La scorsa stagione invernale ha fatto segnare il record di primi passaggi, un risultato possibile probabilmente grazie all’annullamento dei carnevali
Ticino
13 ore

Mascherine, il Cantone sostiene l’obbligo nei luoghi affollati

Il Consiglio di Stato invita i Comuni a introdurre ‘una misura di prevenzione molto efficace in occasione degli eventi natalizi’
Bellinzonese
13 ore

Disagio nelle case anziani, colloqui con tutti i dipendenti

La Delegazione consortile ha affidato un audit esterno al Laboratorio di psicopatologia del lavoro dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale
Bellinzonese
14 ore

Assemblea impianti Campo Blenio

Si terrà sabato 11 dicembre alle 18, al termine dei lavori è prevista una cena
Locarnese
14 ore

Il ragazzo pestato è tornato a casa

La madre chiede a chiunque abbia delle prove di farsi avanti
Bellinzonese
14 ore

Dopo un anno di pausa torna Gospel & Spirituals

Per la 31esima edizione sono previsti sei concerti con artisti di varia provenienza
Bellinzonese
14 ore

La Lingera (per ora) ha deciso di non decidere

L’edizione 2022 del carnevale di Roveredo è in sospeso, il comitato riunitosi ieri deciderà entro la metà di gennaio
Ticino
16 ore

Coronavirus, 188 casi in più e 11 pazienti in terapia intensiva

Nelle case per anziani gli ospiti attualmente positivi sono 5
Bellinzonese
21 ore

Ritom, rinnovo della funicolare e 2,38 milioni per il turismo

Altre all’ammodernamento dell’impianto, si intende investire per marketing, segnaletica e veste grafica. Previsto anche un ponte tibetano lungo 413 metri
Ticino
21 ore

Babbo Natale è alle prese con qualche grattacapo

A causa di colli di bottiglia nella distribuzione globale, alcuni regali sono difficili da reperire. Ma i commercianti rassicurano: l’offerta resta ricca
Ticino
21 ore

Gole profonde... per legge

Whistleblowing, il Gran Consiglio si appresta a codificare le regole a tutela di chi nell’Amministrazione segnala irregolarità
Bellinzonese
21 ore

Officine di Castione, i tempi pieni salirebbero da 300 a 360

Oggi le Ffs comunicheranno i dettagli del Piano industriale: ecco le prime cifre, che richiedono tuttavia dei chiarimenti sul lato occupazionale
Bellinzonese
08.09.2021 - 17:210
Aggiornamento : 19:44

Grandi Carnevali 2022 in Ticino: più sì che no (per ora)

Il gruppo degli eventi principali si è riunito ieri a Bellinzona: si va verso controlli del Covid Pass alle entrate. Berna e Cantone permettendo

Per ora è un ‘sì’, ovviamente condizionato all’evoluzione pandemica e alle sue conseguenze in termini di limitazioni e autorizzazioni. I comitati dei principali Carnevali di Ticino e Moesano riuniti ieri sera a Carasso nella sede del Rabadan di Bellinzona – presenti anche Chiasso, Locarno, Tesserete, Biasca e Roverdo – hanno espresso la seria intenzione di organizzare l’edizione 2022 in agenda fra l’ultima settimana di febbraio e la prima di marzo (Nebiopoli a parte cha ha anticipato i bagordi di due settimane). In sala anche i rappresentanti delle autorità cantonali coinvolte nelle decisioni inerenti alle manifestazioni con pubblico, ossia Luca Filippini, segretario generale del Dipartimento istituzioni e coordinatore del Gruppo di lavoro grandi manifestazioni, e Paolo Bianchi, direttore della Divisione cantonale della salute pubblica al Dss. 

Si rinuncerebbe agli eventi ad accesso libero

Assumendo le redini del Rabadan, il 23 giugno il neopresidente Giovanni Capoferri durante l’assemblea si era espresso con prudenza affermando che, citiamo, «abbiamo davanti una grande incognita: molto dipenderà dalla pandemia e ne sapremo di più fra metà agosto e settembre». Da allora il comitato Rabadan, gli altri comitati e il Gruppo grandi Carnevali hanno dedicato al tema alcune riunioni. Tre le opzioni su cui Capoferri e colleghi di Bellinzona hanno lavorato: proporre un’edizione ridotta allestendo un solo capannone (per esempio quello di Piazza del Sole), oppure nelle peggiori delle ipotesi organizzare un’edizione a distanza simile a quella di quest’anno, oppure nelle migliori delle ipotesi procedere con un Carnevale completo. «Filippini ha parlato chiaro», premette oggi Capoferri rispondendo alla ‘Regione’: «Dice che la possibilità di organizzare il Carnevale 2022 c’è, rispettando ovviamente tutte le misure di prevenzione che Confederazione e Cantone vorranno imporre per evitare il diffondersi del virus. Dal canto nostro saremmo intenzionati a proporre un’edizione quasi completa, rinunciando soltanto agli eventi con accesso libero del pubblico, in particolare quelli pomeridiani come il corteo dei bambini in agenda il venerdì e la sfilata delle guggen il sabato. Per tutto il resto, crediamo che sia tecnicamente possibile far combaciare i nostri desideri con le imposizioni volte a contenere l’avanzata pandemica. Si andrà insomma verso la verifica – alle varie entrate della Città del Carnevale e la domenica in occasione del corteo – dei Covid Pass che comprovino l’avvenuta vaccinazione, oppure la negatività del tampone nelle ultime 48 ore, oppure ancora l’avvenuta guarigione entro un determinato periodo che garantisca la presenza di anticorpi». Molto tuttavia potrebbe cambiare da oggi a gennaio-febbraio: «La decisione definitiva se proporre il Carnevale 2022 e, in caso affermativo, in quale forma sarà presa entro fine ottobre. Così facendo – rimarca Capoferri – avremo quattro mesi di tempo per pianificare ogni dettaglio, ovviamente coinvolgendo entro fine settembre anche il Municipio cittadino». Guardando al tema che sta spaccando in due il mondo, «personalmente desidero sensibilizzare sulla necessità di vaccinarsi. Perché consente alla società tutta di affrontare con più normalità la vita di tutti i giorni e, ovviamente, anche attività ed eventi particolari fra i quali rientra il Carnevale». 

Numero chiuso? Attenti alle finanze

Molto dipenderà dunque dalla capacità degli organizzatori di sapersi adattare alle disposizioni di sicurezza sanitaria. A Biasca e Tesserete, per esempio, i rispettivi cortei non sono mai stati recintati. Recintarli, magari dovendo anche rispettare un numero massimo di persone ammesse, rischia di incidere sulle finanze dei comitati organizzatori. Già, gli incassi: «Questo punto richiede un’attenta valutazione», annota Capoferri: «Se ragioniamo sulle 100mila entrate del 2020 possiamo stare tranquilli, ma se bisognerà stare entro certi limiti temo che si dovranno mettere in conto delle ripercussioni negative sulle nostre finanze dalle quali dipende lo stato di salute della macchina organizzativa». Per il momento il comitato non intende aumentare il costo del biglietto d’entrata alla Città del Carnevale, «ma si tratta comunque di un punto da verificare».

Nebiopoli a pieno regime

La macchina organizzativa del Carnevale Nebiopoli sta lavorando a pieno regime in vista dell'edizione in programma dal 10 al 13 febbraio dell'anno prossimo. Per prepararsi alla festa, e soprattutto per testare quella che sarà la macchina organizzativa, il 25 settembre al Palapenz di Chiasso ci sarà una festa di Carnevale. L'autorizzazione cantonale è arrivata martedì. «Situazioni come quella che andremo a vivere – spiega Alessandro Gazzani, presidente del Carnevale Nebiopoli – permettono di capire come si svolge un evento e come reagiranno le persone dopo quasi due anni di stop». L'ingresso al Palapenz sarà consentito solo con il certificato Covid. Una situazione che sarà ripetuta anche a Carnevale. Alla luce delle nuove disposizioni federali, la grande incognita sarà la percentuale dei vaccinati tra gli attori dei bagordi. «I membri del comitato Nebiopoli sono tutti vaccinati – sottolinea Gazzani –. Il vaccino è il minore dei mali e da qui bisogna ripartire». In vista della festa estiva, Nebiopoli ha chiesto alle guggen di sondare la situazione al loro interno. «La percentuale dei vaccinati è bassa – constata ancora il presidente –. Se questa situazione dovesse essere confermata anche in futuro, sarà un problema perché senza gruppi rischia di saltare anche il corteo. Il mondo è cambiato e dobbiamo cercare di conformarci: chi vorrà godersi il più possibile un inverno normale e la prossima edizione del Carnevale deve vaccinarsi». Compito del comitato organizzatore sarà quello di «accertare che il certificato Covid venga presentato. Questo dovrà avvenire sia per il pubblico che per chi sfila».

Passando alla prossima edizione, e sempre con il presupposto che tutto dipenderà dalla situazione sanitaria del prossimo inverno, Alessandro Gazzani ribadisce che «Nebiopoli si terrà regolarmente». L'organizzazione del corteo mascherato del sabato pomeriggio così come delle serate al villaggio «non crea grandi problemi perché siamo già strutturati». Allo stato attuale sono in forse il corteo dei bambini e la sfilata notturna delle guggen. «La nostra intenzione è quella di proporre entrambi su un tratto più breve che chiudiamo già per il grande corteo mascherato. Ovviamente tutto dipenderà dall'adesione dei bambini e delle guggen», conclude Alessandro Gazzani.

Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved