BENCIC B. (SUI)
0
ANISIMOVA A. (USA)
2
fine
(2-6 : 5-7)
il-gruppo-grandi-carnevali-si-separa-dal-nebiopoli
Nebiopoli prosegue da solo (archivio Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
3 ore

Media, i comunisti chiedono di monitorare il pluralismo

Una mozione chiede di effettuare un’analisi annuale delle testate pubbliche e private per vedere se danno voce a tutti. Intervista a Massimiliano Ay
Ticino
3 ore

Meteo, in corso uno degli inverni più caldi

Temperature record in montagna. Luca Nisi di MeteoSvizzera: ‘È la frequenza del fenomeno a essere sintomo del cambiamento climatico’
Luganese
3 ore

Circo Knie: fra ‘Cenerigraben’ e futuro incerto in Ticino

Dove andrà il tendone nazionale? Da Trevano a Breganzona, alcune ipotesi sul tavolo. E mentre la famiglia rassicura, si mormora di un addio al cantone
Locarnese
3 ore

In estate più alto il livello del Lago Maggiore

Ma le manovre, volute per evitare le ripercussioni di un’eventuale siccità a valle della Miorina, sono criticate dalle località rivierasche
Ticino
10 ore

L’accusa: ‘Erano mossi da intenti egoistici e avidità di denaro’

Caso Fec-Hottinger, chiesti quattro anni di reclusione per Rocco Zullino e due anni e nove mesi per Alfonso Mattei. Venti mesi per Tartaglia
Ticino
11 ore

‘Riforma tutorie, ora bisogna accelerare’

Preture di protezione, la presidente della commissione Giustizia: ‘Come deputati non dobbiamo perdere tempo’. Agna intanto propone dei correttivi
Bellinzonese
12 ore

Lupo in alta Valle, la Società agricola Bleniese scrive al CdS

Gli allevatori lamentano carenze nella comunicazione e sollecitano un incontro per definire una strategia da adottare in caso di presenza del predatore
09.07.2021 - 18:310
Aggiornamento : 19:32

Il Gruppo Grandi Carnevali si separa dal Nebiopoli

La decisione è motivata da visioni differenti. Il presidente Gazzani: ‘Abbiamo lasciato la sala per il comportamento inaccettabile di alcuni presenti’

Le strade del Gruppo Grandi Carnevali e del Carnevale Nebiopoli di Chiasso si separano. La decisione è stata presa nel corso dell'incontro tenutosi lo scorso 6 luglio a seguito della “differente visione sia sulle tempistiche d'azione sia sulle strategie di comunicazione”. In un comunicato stampa il Gruppo ringrazia Nebiopoli “per la collaborazione fino a oggi offerta”. Da noi contattato, il presidente del Nebiopoli Alessandro Gazzani spiega che «restiamo molto meravigliati di questa comunicazione anche perché, nel corso dell'incontro, il comitato Nebiopoli ha abbandonato il tavolo di discussione e la sala a seguito del comportamento inaccettabile di alcuni presenti». Nebiopoli resta comunque fedele alla sua strategia. «Vogliamo cercare i giusti compromessi per far riuscire a organizzare una manifestazione il più normale possibile e siamo tuttora fiduciosi sul fatto che per il futuro le collaborazioni sono importanti». Per ora Gazzani preferisce non entrare nel merito di quanto accaduto durante la riunione. «Ci riserviamo la possibilità di diffondere un comunicato stampa specifico nei prossimi giorni – conclude –. Nebiopoli è il secondo Carnevale del Cantone: gode di ottimi rapporti con la stampa e di un'ottima immagine con l'opinione pubblica. Caratteristiche che vogliamo mantenere anche in futuro».

Si cercano strategie comuni

Obiettivo dell'incontro citato è stato “la definizione delle strategie comuni da presentare alle autorità cantonali per l’organizzazione dei carnevali 2022”. Anche se le incognite restano ancora numerose, “il gruppo dei Grandi Carnevali si sta adoperando per trovare soluzioni comuni, nel pieno rispetto delle disposizioni cantonali e federali vigenti”. Le tematiche più sensibili emerse sono “le criticità del controllo del Green Pass negli accessi, l’organizzazione dei cortei e l’offerta gastronomica tipica dei carnevali”. Gli organizzatori si dicono anche “molto preoccupati per le questioni finanziarie, per l’aumento dei costi relativi alla sicurezza come pure per le probabili minor entrate. Tutti aspetti questi da non sottovalutare”. Le riunioni continueranno nel corso dell'estate con l'obiettivo di prendere una decisione “al più tardi a fine ottobre” se proporre un'edizione completa o in formato ridotto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved