comundo-registra-un-attivo-malgrado-la-pandemia
Con la pandemia il lavoro sul posto è dovuto essere ripensato
ULTIME NOTIZIE Cantone
Ticino
11 min

Nelle casse dei benzinai ticinesi manca il pieno dei frontalieri

Conti alla mano, l’assenza dei frontalieri pesa di più rispetto a quella dei ticinesi che preferiscono fare il pieno in Italia
Locarnese
18 min

Il ‘Carnage’ del Piccolo Teatro al Centro S. Antonio

L’adattamento della commedia di Yasmina Reza torna in scena mercoledì a Locarno per la regia di Katya Troise
Luganese
25 min

Melide-Gentilino, si pavimenta l’A2. Sarà a prova di rumori

Il cantiere interessa l’ultimo tratto autostradale nell’ambito delle opere di risanamento globale
Gallery
Luganese
1 ora

Reti alte 9 metri a protezione delle Ffs a Capo San Martino

Il progetto sarà ultimato nel 2023 a tutela della tratta ferroviaria fra Lugano e Melide. L’investimento è di 18 milioni
Ticino
1 ora

Coronavirus, da venerdì nuovo allentamento delle misure

Cadono le restrizioni per accedere a istituti per invalidi, centri terapeutici e centri diurni. Il punto sui contagi si fa settimanale
Grigioni
1 ora

Buseno, escursione botanica con il Parco Val Calanca

Domenica 5 giugno sarà possibile andare alla scoperta di fiori ed erbe con la guida Antonella Borsari nella zona fra i Monti di San Carlo e Mazzucan
Mendrisiotto
3 ore

Al Centro diurno di Chiasso si fa prevenzione

In programma per venerdì misurazione di pressione e glicemia. L’appuntamento è in via Franscini
Bellinzonese
3 ore

Gite di natura sociale e culturale per i pensionati statali

Le attività rivolte ai 3’300 associati vanno dai viaggi in località particolari, alle visite guidate nei musei, passando anche dal gioco delle bocce
Luganese
3 ore

‘Ti aiuto a fare la modella’, ma è una truffa: condannato

Un 43enne del Luganese si è intascato circa 375’000 franchi creando domini internet che promettevano collaborazioni con grandi marchi della moda
Luganese
3 ore

Capriasca capitale della mountain bike giovanile in agosto

In programma ci sono i Campionati europei. L’evento di livello internazionale è in fase di preparazione
Locarnese
4 ore

Locarno, comparto ex Macello: sì del Cantone alla variante

Il Dipartimento del territorio, fatte alcune considerazioni, giudica positivamente la visione futura dell’area, che avrà anche carattere sociale
Locarnese
4 ore

Rusca e Campagna, al via un’analisi del tessuto urbano

Pini: ‘Verso un Programma d’azione comunale, che servirà per definire lo sviluppo della Città e dei suoi quartieri’
Bellinzonese
4 ore

Verso più Zone a 30 km/h a Moleno, Gorduno e Pianezzo 

I progetti sono in pubblicazione fino al 18 giugno al Dicastero territorio e mobilità a Sementina
20.06.2021 - 14:01
Aggiornamento : 28.06.2021 - 17:14

Comundo registra un attivo, malgrado la pandemia

I conti 2020 dell'Ong con sede a Bellinzona si sono chiusi con un risultato operativo positivo di quasi 133mila franchi: spese inferiori del previsto

I conti di Comundo – Ong svizzera di cooperazione allo sviluppo con sede in Piazza Governo a Bellinzona – sono stati chiusi con successo: nel 2020 è stato registrato un risultato operativo positivo di 132’960 franchi invece del deficit preventivato di 374'000, con entrate di 10'368'923 franchi e spese per 10'235'963. Oltre che dalla pandemia (che ha avuto un impatto su progetti e personale), l'anno scorso è anche stato caratterizzato dall'unione delle forze con Interteam. Inoltre, in settembre, con un anno di ritardo, si festeggeranno i 50 di invio di cooperanti dalla Svizzera italiana nel mondo. 

Per quanto riguarda le finanze, Comundo considera il buon risultato aggiunto con cautela, visto che la pandemia “ha portato a spese di programma inferiori a quelle preventivate”, si legge in un comunicato. “Non appena il programma potrà essere realizzato come previsto, saranno necessarie entrate supplementari per raggiungere un conto annuale in pareggio, il che dovrà essere ottenuto in particolare aumentando i risultati della raccolta di fondi privati”. Erik Keller, direttore dell'Ong citato nella nota si dice “molto contento che nel primo anno di unione tra Comundo e Interteam siamo stati in grado di raggiungere un risultato finanziario positivo e rafforzare il nostro lavoro per bambine e bambini, giovani e anziane e anziani. Questo è stato possibile solo grazie all'impegno incessante delle nostre collaboratrici e dei nostri collaboratori in Svizzera e all'estero. Le sfide nell’ambito della cooperazione allo sviluppo, sia a livello nazionale sia internazionale, restano molteplici; ma sono convinto che abbiamo costruito la nostra organizzazione su basi solide”.

'Molte persone sono ricadute nella povertà'

Concretamente, con l'inizio della pandemia globale di Covid-19 nel marzo 2020, “il lavoro di Comundo nei suoi programmi paese e quello delle sue organizzazioni partner sul posto ha dovuto essere ripensato: molti progetti sono stati adattati alla situazione, e nuovi progetti sono stati lanciati per mitigare l'impatto della crisi sanitaria e sociale sui gruppi meta vulnerabili”. Tuttavia, “molte persone che erano riuscite a migliorare le loro condizioni di vita negli ultimi decenni sono ricadute nella povertà. E troppe bambine e bambini sono stati privati di prospettive future a causa dei lunghi periodi di chiusura delle scuole. Anche la violenza è aumentata significativamente, specialmente contro le donne e le ragazze. Alcuni cooperanti hanno dovuto concentrarsi sull'aiuto immediato di emergenza e sul lavoro di prevenzione”. Beat Dietschy, presidente del Comitato Comundo, nel comunicato afferma che “in questo anno di crisi, il lavoro dei nostri 117 cooperanti ha raggiunto oltre 100'000 persone. Questo dimostra quanto sia importante la loro presenza sul posto: rafforza la loro resilienza, e afferma la nostra volontà di non lasciare indietro nessuno”.

Infine, nella nota l'Ong ricorda che nel 2020 Comundo ha terminato il suo impegno di lunga data nelle Filippine: tra il 1985 e il 2020, una quarantina di professionisti si sono impegnati in interscambi a lungo termine in questo Paese. L'ultima cooperante sul posto, la pedagogista sociale Mona Schmidt, è infatti tornata all'inizio di quest'anno.

Una decina di ticinesi sul posto

In ogni caso la crisi non ha impedito a nuovi cooperanti di partire: 22 professionisti hanno raggiunto negli scorsi mesi le loro organizzazioni partner sul campo. Tra di loro vi sono anche tre ticinesi, che portano a una decina il numero di cooperanti che dalla Svizzera italiana hanno deciso di impegnarsi in progetti di cooperazione a lungo termine con Comundo.

Festa per i 50 anni in settembre

Infine, sabato 11 settembre dalle 17 al centro Al Ciossetto di Sementina – con un anno di ritardo rispetto a quanto previsto a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia – si festeggeranno i 50 anni di invio di cooperanti dalla Svizzera italiana nel mondo con l’associazione Inter-Agire. “Era infatti il 1970 quando a Lugano è nata l’associazione Solidarietà Terzo Mondo, antenata di Inter-Agire, che ancora oggi assieme alla Bethlehem Mission Immensee e a Interteam continua ad esistere sotto il cappello di Comundo. Sarà l’occasione per incontrarsi e riflettere su questi anni di attività, grazie anche alla pubblicazione del libro ‘Storie di questo mondo. Cinquant’anni di cooperanti e cooperazione’, curato dalla giornalista e scrittrice Sara Rossi Guidicelli”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved