mister-passerelle-progettera-quella-fra-svizzera-e-austria
Il progetto premiato per la passerella prevista fra Au in Svizzera e Lustenau in Austria: molto simile a quella fra Ascona e Locarno, progettata dal medesimo studio (Rendering Masotti)
+1
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
4 ore

Incidente con un ferito a Bioggio

Stando alle prime informazioni il conducente di una Range Rover immatricolata in Ticino, per cause da stabilire, è rimasto ferito in modo, pare, non grave
Luganese
5 ore

In sella, un anno dopo: il Molino torna in strada a Lugano

Una ‘critical mass’ in bicicletta ha preso il via oggi pomeriggio percorrendo le strade della città per concludersi nel prato dietro l’ex Macello
Mendrisiotto
10 ore

Assolti i due assistenti di cura della casa anziani di Balerna

I due ex assistenti di cura, secondo la Corte d’appello, non hanno maltrattato gli anziani ospiti. Saranno indennizzati per il torto morale subìto
Ticino
11 ore

Targhe, Dadò: ‘O con il nostro rapporto, o pronti alle urne’

La proposta del Plr sulle imposte di circolazione non scalfisce il Ppd. Intanto l’Udc è pronta all’iniziativa per abolire la tassa di collegamento
Luganese
15 ore

Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’

La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà che si è rivelato fondamentale’
Luganese
15 ore

Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’

Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
Locarnese
17 ore

Tegna, ladri s’intrufolano nelle case

Sottratto denaro ma nessun oggetto di valore. Alcuni tentativi sarebbero andati a vuoto. La polizia conferma l’accaduto
Ticino
17 ore

Imposte di circolazione, il Plr svela le carte e il suo rapporto

Speziali: ‘Abbassiamole, ma come dice il governo nella sua risposta a 96 milioni e con una formula diversa’. E su riforma fiscale e settimana a 32 ore...
Luganese
17 ore

Ex Macello, un anno fa la notte più lunga di Lugano

Cade domani l’anniversario della demolizione del centro sociale. Tra ruspe, glitter e scontri, l’ironico ricordo dell’evento che ha segnato la città
29.04.2021 - 15:03
Aggiornamento : 03.05.2021 - 19:08

‘Mister passerelle’ progetterà quella fra Svizzera e Austria

Supererà il Reno al confine fra San Gallo e Voralpberg: primo premio allo studio d’ingegneria Masotti di Bellinzona, esperto in collegamenti ciclo-pedonali

Professionisti bellinzonesi hanno vinto il concorso internazionale di progettazione per la passerella ciclo-pedonale sul Reno che con una lunghezza di quasi 300 metri collegherà il Comune sangallese di Au a quello austriaco di Lustenau, servendo complessivamente una ventina di località e scavalcando anche l'autostrada. Il concorso era stato lanciato la scorsa estate dalla regione del Voralpberg attraverso le due località a cavallo del confine. All’unanimità la giuria di esperti ha attribuito il primo premio al progetto sviluppato dallo studio d’ingegneria Giorgio Masotti di Bellinzona, un esperto nel settore, in collaborazione con il team di architetti ticinesi Orsi/PiniSwiss/Land. L’opera prevista a cavallo delle due nazioni è una delle passerelle urbane più importanti in Svizzera, con 282 metri di lunghezza e una campata principale di oltre cento.

Soluzione armoniosa

La cerimonia di premiazione e l’inaugurazione dell’esposizione dei progetti si è svolta oggi (giovedì) nel Comune di Au alla presenza delle autorità svizzere e austriache, come pure dei rispettivi servizi comunali e cantonali. Secondo la giuria il progetto vincitore si è contraddistinto per aver saputo “creare un punto d’attrazione nell’unione fra le due nazioni, attraverso una significativa e originale espressione strutturale e un’armoniosa integrazione della passerella nel sito”. L’importanza dell’opera ha suscitato grande interesse mettendo a confronto, dopo una fase di preselezione, i maggiori specialisti e rinomati studi d’ingegneria a livello europeo. L’opera rientra nel progetto transfrontaliero fra Austria e Svizzera legato ai Programmi di agglomerato per il miglioramento della mobilità lenta. L’investimento è stimato in circa 10 milioni di franchi (di cui un quarto finanziato dalla Confederazione) e la realizzazione è prevista nei prossimi tre/quattro anni. Osservando i rendering, emerge una somiglianza con la passerella inaugurata l'anno scorso fra Ascona e Locarno e progettata dal medesimo studio bellinzonese.

Lunga carrellata di successi

L’importante risultato va ad aggiungersi ad altri riconoscimenti ottenuti dallo studio Masotti sempre nel campo delle passerelle ciclopedonali: oltre a quella fra Locarno e Ascona citiamo la passerella alla fermata Ffs di Paradiso (2018), preceduta nel 2015 da quella sul fiume Riarena a Cugnasco; andando indietro nel tempo vi sono quella avveniristica fra Monte Carasso e il quartiere delle Semine (2011); nel 2005 quella sul fiume Verzasca fra Tenero e Gordola; nel 1997 quella sul fiume Ticino fra Claro e Gnosca e nel 1994 quella sul fiume Morobbia a Giubiasco. Prossima realizzazione, sempre sul fiume Ticino, quella prevista fra Gorduno e Castione. Da citare infine la progettazione del ponte di Hauterive a Friborgo, viadotto da 35 milioni di franchi e lungo 800 metri la cui realizzazione è prevista nei prossimi due/tre anni. Nonché tutta una lunga serie di ponti, ponticelli, cavalcavia, sottopassi e soprapassi, strade e collegamenti progettati un po' ovunque in Ticino.

Leggi anche:

Il ponte di Hauterive a Friborgo ha un 'papà' bellinzonese

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
au austria giorgio masotti passerelle svizzera voralpberg
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved