14.04.2021 - 09:45
Aggiornamento: 18:06

Il Sun Village Acquarossa ha la sua prima licenza edilizia

L'ha concessa il Municipio per il Piano di quartiere sulla base del preavviso positivo espresso dal Cantone

il-sun-village-acquarossa-ha-la-sua-prima-licenza-edilizia
Il villaggio turistico avrà più o meno questo volto

Il Municipio di Acquarossa ha rilasciato la licenza edilizia per il Piano di quartiere presentato dalla Sun Village Projects Sa per la realizzazione del villaggio turistico ‘Sun Village’ previsto nella zona di Comprovasco. Un nuovo passo avanti quindi per il progetto che nelle scorse settimane ha convinto anche le istanze cantonali che lo hanno esaminato e che hanno espresso preavviso favorevole. “Questa ennesima e concreta tappa dà ulteriore fiducia anche ai promotori che stanno promuovendo un aumento di capitale per dare la possibilità a tutti coloro che credono in questo importante progetto di partecipare”, scrive il Municipio in un comunicato. La presentazione della domanda di costruzione ufficiale è prevista entro fine giugno 2021. Da parte sua il Consiglio comunale ha avallato martedì sera un credito di 112’000 franchi per l’allestimento di un Piano di indirizzo necessario al rilancio del Nara: “Si vuole in tal modo accompagnare lo sviluppo del Sun Village con un’offerta parallela che aumenti le proposte turistiche locali”. Grazie a queste due “importanti” decisioni la Valle di Blenio “si trova in un momento particolare in cui l’unità di intenti tra promotori privati ed ente pubblico è la premessa necessaria per gettare delle buone basi per un programma di sviluppo socioeconomico pianificabile nel breve-medio termine”.

Mesocco

A San Bernardino invece nulla si muove

Un progetto analogo è anche previsto a San Bernardino, dove si intende costruire un resort turistico in zona Acuforta composto da un albergo, appartamenti di vacanza e una zona wellness per un totale di almeno 400 posti letto. Tuttavia, per il momento non vi sono ancora novità in merito ai possibili investitori che dovrebbero mettere sul piatto oltre 100 milioni di franchi. E questo malgrado settimana scorsa il governo grigionese abbia approvato la revisione parziale della pianificazione locale accolta dai cittadini di Mesocco in votazione popolare nel settembre del 2018.

Da noi contattato, il sindaco Christian De Tann ritiene «molto positiva» l’approvazione di Coira della pianificazione territoriale di Mesocco: in questo modo il Cantone «conferma» che la strada intrapresa è quella giusta. In particolare per quanto riguarda l’attuazione degli indirizzi principali del Masterplan turistico che mira, fra l’altro, a stimolare gli investimenti nella regione. Un passo che potrebbe dunque dare nuovo slancio anche agli investitori, visto che ora vi è un possibile ostacolo in meno verso la realizzazione del resort. Come detto, però, intanto su questo fronte «non vi sono novità».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved