entro-settembre-il-cc-di-bellinzona-avra-il-voto-elettronico
La sala del Consiglio comunale a Palazzo civico (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Cantone
Luganese
16 ore

Incidente con un ferito a Bioggio

Stando alle prime informazioni il conducente di una Range Rover immatricolata in Ticino, per cause da stabilire, è rimasto ferito in modo, pare, non grave
Luganese
17 ore

In sella, un anno dopo: il Molino torna in strada a Lugano

Una ‘critical mass’ in bicicletta ha preso il via oggi pomeriggio percorrendo le strade della città per concludersi nel prato dietro l’ex Macello
Mendrisiotto
22 ore

Assolti i due assistenti di cura della casa anziani di Balerna

I due ex assistenti di cura, secondo la Corte d’appello, non hanno maltrattato gli anziani ospiti. Saranno indennizzati per il torto morale subìto
Ticino
23 ore

Targhe, Dadò: ‘O con il nostro rapporto, o pronti alle urne’

La proposta del Plr sulle imposte di circolazione non scalfisce il Ppd. Intanto l’Udc è pronta all’iniziativa per abolire la tassa di collegamento
Luganese
1 gior

Autogestione, un quarto di secolo finito in ‘Macerie’

La storia dell’esperienza raccontata dai protagonisti nel podcast coordinato da Olmo Cerri: ‘Uno spazio di libertà che si è rivelato fondamentale’
Luganese
1 gior

Il ‘risarcimento? Quegli oggetti non avrebbero dovuto esserci’

Il sindaco Michele Foletti non si scompone in attesa della decisione della Crp e riprenderebbe le stesse decisioni adottate nel maggio scorso
Locarnese
1 gior

Tegna, ladri s’intrufolano nelle case

Sottratto denaro ma nessun oggetto di valore. Alcuni tentativi sarebbero andati a vuoto. La polizia conferma l’accaduto
Ticino
1 gior

Imposte di circolazione, il Plr svela le carte e il suo rapporto

Speziali: ‘Abbassiamole, ma come dice il governo nella sua risposta a 96 milioni e con una formula diversa’. E su riforma fiscale e settimana a 32 ore...
19.03.2021 - 17:48
Aggiornamento : 21.03.2021 - 17:37

Entro settembre il Cc di Bellinzona avrà il voto elettronico

Il Municipio fa il punto sui lavori di ristrutturazione tecnica della sala di Palazzo civico. E dice no alle buste preaffrancate nel voto per corrispondenza

“Il progetto sarà portato a termine entro giugno e messo a disposizione al più tardi per la prima seduta del Consiglio comunale a settembre, tenuto conto che è ipotizzabile dover svolgere le prossime seduta di Cc ancora presso la palestra del Ciossetto di Sementina. Non è escluso che possa venir effettuata una prova dell’impianto wireless e del voto elettronico già in una delle sedute a Sementina”. Queste le tempistiche indicate dal Municipio di Bellinzona in merito alla ristrutturazione tecnica della sala del Legislativo di Palazzo civico. Nella sua interrogazione Emilio Scossa-Baggi (Ppd) chiedeva all'Esecutivo quali erano le ragioni per cui non si è potuto approfittare del lungo periodo di non utilizzo della sala a Palazzo civico a causa del Covid-19 per dare inizio ai lavori. L'Esecutivo risponde che “il progetto è gestito dal Servizio gestione stabili che, proprio a causa della pandemia, nel corso del 2020 e dei primi mesi del 2021 è stato impegnato su più fronti (basti pensare al supporto all’allestimento e alla gestione del centro tamponi presso il mercato coperto di Giubiasco, agli interventi resisi necessari per mettere in sicurezza gli uffici amministrativi, le sedi scolastiche, ecc. e non da ultimo l’allestimento del centro vaccinale presso l’aula magna delle Scuole nord di Bellinzona), senza contare lo stop forzato a causa del lockdown la scorsa primavera”.

Evitare un aggravio finanziario

Sempre il Municipio risponde picche a un'altra interpellanza del Ppd (Gabriele Pedroni) che sollecitava la pre-affrancatura con posta A delle buste inviate agli elettori per le votazioni, così da affinare ulteriormente il voto per corrispondenza. I cittadini – replica motiva l'Esecutivo – hanno la possibilità di depositare la busta con le schede per le votazioni o le elezioni gratuitamente nei 13 sportelli multifunzionali della Città, uno in ogni quartiere; vi è inoltre la possibilità di recarsi al seggio la domenica mattina. Il Municipio ritiene pertanto che la possibilità di votare senza dover acquistare un francobollo sia ”ampiamente data” e non ritiene che preaffrancando la busta la partecipazione al voto aumenti. “Senza dimenticare l’aggravio finanziario per la Città (alcune decine di migliaia di franchi ogni anno) che – considerando l’evoluzione delle finanze comunali – andrebbe evitato”. Le buste vengono fornite dal Cantone e per le elezioni comunali del 18 aprile “non vi sarebbe in ogni caso più la possibilità di modificare la fornitura”.

Leggi anche:

Ristrutturazione sala del Cc di Bellinzona, 'A che punto siamo'?

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
bellinzona sala consiglio comunale
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved