conflitti-d-interesse-verdi-contro-bersani-e-gianini
ULTIME NOTIZIE Cantone
ELEZIONI COMUNALI
1 ora

Politica al femminile, per fare la differenza

Tra i candidati al Consiglio comunale dei Comuni del Mendrisiotto le donne rappresentano solo il 31,45%: intervista a due sindache e a una municipale
Mendrisiotto
3 ore

Destino di Valera a Mendrisio, siamo (quasi) al dunque

La bozza del rapporto della Commissione parlamentare è annunciato a 'breve'. L'obiettivo? 'Trovare l'adesione di tutte le forze politiche'
Gallery
Mendrisiotto
5 ore

Liceali di Mendrisio al microfono a caccia di record

Dal 12 al 14 aprile, in occasione dell'autogestione, diretta live su Radio LiMe di ben venticinque ore
Locarnese
5 ore

La nuova tassa sui lampioni non piace

Gambarogno vorrebbe introdurla (minimo 25, massimo 60 franchi annui, per tutti). Ma c'è chi contesta
Bellinzonese
6 ore

In Ticino 74 nuovi contagi e nessun decesso

Nelle ultime 24 ore nel Cantone altri sette ricoveri. In undici hanno potuto lasciare le strutture sanitarie
Bellinzonese
10 ore

Metadone letale per una giovane a Giubiasco

Il piccolo quartiere residenziale di via Sasso Grande s’interroga dopo il decesso di una 22enne
Mendrisiotto
19 ore

A Chiasso giocando a tennis senza l'assillo del Covid-19

Taglio del nastro volto all'inaugurazione dell'impianto di sanificazione del Centro Tennis Club di Seseglio
Ticino
19 ore

Poche le segnalazioni di autotest positivi

Zanini: ‘Non sapremo mai la percentuale di persone che farà il proprio dovere chiamando l'hotline’
Ticino
20 ore

In piazza contro la violenza sessuale

Il collettivo ‘Io l’8 ogni giorno’ invita a manifestare lunedì prossimo. Sotto accusa la riforma blanda dei reati di natura sessuale
Luganese
21 ore

Poligono di tiro a Monteceneri, vince 'Fuoco e centro'

Fra i 23 partecipanti al concorso, la spunta il Consorzio Mons Ceneris. L'investimento totale è stimato in 60 milioni di franchi
Luganese
22 ore

Paradiso chiude i conti 2020 in attivo di 1,3 milioni

Il Consiglio comunale deciderà anche su nuovi investimenti per l'autosilo in zona riva lago, acqua potabile, scuola infanzia, zone verdi
Locarnese
22 ore

Plr Locarno, incontri con i candidati

Con le misure anti-Covid, per incontrare e discutere con gli elettori in vista del voto del 18 aprile
Locarnese
22 ore

In pensione il capo-giardiniere di Muralto

Impiegato del Comune per 44 anni, è stato uno degli artefici del lungolago
Luganese
22 ore

Lugano, scagionato l'agente denunciato da Wicht

Confermato il decreto d'abbandono della Procura: senza fondamento le accuse di favoreggiamento, abuso di autorità e violazione del segreto d'ufficio
Ticino
22 ore

Ecco le località munite di radar la prossima settimana

La lista delle località nelle quali verranno effettuati controlli della velocità  dal 12.04.2021 al 18.04.2021
Luganese
23 ore

Lugano, 'il Civico non sarà di prossimità'

Il Municipio rassicura e smentisce le informazioni dell'interrogazione Plr: 'Il presidio sanitario luganese rimane centrale in Ticino'
Gallery
Luganese
23 ore

A Lugano fioriscono i tulipani per la vita

La città aderisce per la seconda volta alla campagna nazionale quale vicinanza e solidarietà alle donne vittime di tumore al seno e ai loro cari
Mendrisiotto
23 ore

Mendrisio, piazza del Ponte diventa un giardino in città

Dal 23 aprile al mese di agosto lo spazio sarà occupato da cassette coltivate con fiori, ortaggi o erbe
Bellinzonese
26.02.2021 - 10:440
Aggiornamento : 17:37

Conflitti d’interesse: Verdi contro Bersani e Gianini

A Bellinzona chiesti lumi sulle attività private svolte dai due liberali in Prosegur (vicesindaco) e Acs ed Evolve (municipale). La replica del Plr

Conflitto d’interessi: tema spinoso per chi assume una carica pubblica, specie in Municipio dove si è politici di milizia, o salariati come a Bellinzona al 50%, e difficilmente l’eletto digerisce la necessità di abbandonare altre funzioni remunerate, se potenzialmente in rotta di collisione con il suo ruolo nell’Esecutivo. La soluzione più semplice è tenersi tutti gli incarichi e all’occorrenza, in caso di decisione da adottare in un campo nel quale si ha il piede in due scarpe, astenersi. A più riprese durante l’ultima legislatura i fari si sono posati sulla doppia funzione del vicesindaco Andrea Bersani, capodicastero Sicurezza e al contempo presidente del Cda della società di sicurezza privata Prosegur. Il Municipio ha sempre assicurato il suo non coinvolgimento in decisioni adottate in questo campo.

Fuori le cifre

Ma oggi i consiglieri comunali dei Verdi Ronnie David e Marco Noi tornano all’attacco chiedendo le cifre dei mandati accordati non solo a Prosegur ma anche alle altre società del settore; ed estendono il discorso del conflitto d’interessi a un altro municipale liberale-radicale, Simone Gianini, capodicastero Territorio e mobilità e privatamente membro del comitato direttivo dell’Automobile Club Svizzero. La domanda sul suo conto è: come può garantire, da ‘paladino’ degli automobilisti, una corretta azione politica a favore della mobilità pubblica e dolce? Un altro tema, sempre per Gianini, è il fatto di essere il legale della ditta Evolve che ha fatto da direzione lavori in uno dei cantieri (Policentro Morobbia) con superamenti milionari di spesa. Secondo i Verdi la ditta in questione “risulta tra quelle maggiormente beneficiarie dei mandati diretti dati dalla Città secondo i pochi dati resi noti con il contagocce da parte del Municipio. Una situazione estremamente delicata e che fa sorgere numerosi interrogativi sulla modalità di lavoro di questo Municipio e sulla volontà di favorire gli interessi privati anziché quelli pubblici”.

Chieste garanzie

Da qui, dunque, una serie di domande dei Verdi volte a chiarire le varie situazioni: anzitutto chiedono di esporre gli importi dei mandati diretti e/o commissioni pubbliche con concorso, di cui Prosegur ha beneficiato durante la presente e la precedente legislatura, idem per altre analoghe ditte. Stessa domanda su Evolve, per tutto il periodo nel quale Gianini siede in Municipio, nonché prima del 2012. Pure richieste le cifre dei mandati affidati a tutte le ditte nei cui Cda siedono municipali di Bellinzona. E ancora, su Gianini: “Quali garanzie sussistono sul fatto che non sia al contempo personalmente, o attraverso lo studio legale del quale è associato, il rappresentante di grossi gruppi di investitori immobiliari sul territorio? Come gestisce il Municipio questo tema estremamente sensibile?”. Quanto al capitolo Acs, viene chiesto di esporre eventuali suoi introiti derivanti da questa funzione.

Lacune e questione di opportunità

Su questo capitolo non manca poi l’affondo: “Ancora oggi la nostra Città riserva una scarsa attenzione alla mobilità ciclabile pedonale, la cui rete risulta estremamente frammentata e poco efficace per poter immaginare in futuro una fetta maggiore di mobilità sostenibile. Che Bellinzona sia ancora oggi tra i fanalini di coda è emerso chiaramente anche in una recente trasmissione televisiva di ‘Patti Chiari’ che metteva in evidenza come ad anni di distanza i problemi legati alla mobilità personale non siano stati affatto risolti”. Opinioni che divergono da quelle del Municipio, secondo cui molto si è fatto, si sta facendo e si farà beneficiando anche dei contributi cantonali e federali. Dal canto loro i Verdi citati alcuni punti ritenuti lacunosi. Ed evidenziando diverse prese di posizione dell’Acs a favore del traffico motorizzato e contro le limitazioni nei suoi confronti, i Verdi chiedono al Municipio se ne condivida integralmente la visione. E, sempre su Gianini: “Non ritiene il Municipio discutibile e inopportuno che il rappresentante del Consiglio direttivo di Acs gestisca tutto il dossier mobilità della regione? Non c'è forse un conflitto d'interessi grande come una casa?”. La risposta arriverà durante la prossima seduta di Consiglio comunale agendata l’8 e il 9 marzo.

‘Si può aderire solo ad associazioni ambientaliste?’

Il Plr di Bellinzona in un comunicato replica parlando di “sterili insinuazioni e vili attacchi personali” contenuti nell'interpellanza “dall’unico e smaccato tenore elettorale”. Stando ai Verdi insomma – obietta il presidente liberale-radicale Marco Nobile – la politica comunale di milizia, la libertà di associazione e di opinione e la legittimità di far parte di associazioni della società civile “varrebbero solo per aderenti ad associazioni ambientaliste o, più in generale, di sinistra”. L'attenzione del comunicato si focalizza sulla posizione di Simone Gianini, che oltre a dirigere la mobilità cittadina presiede la Commissione regionale dei trasporti: “I risultati da lui portati in questi primi 8 anni di attività politica parlano da soli. Basta ricordare l’introduzione del trasporto pubblico del Bellinzonese con un’offerta più che raddoppiata in pochi anni e l’evidente miglioramento dell’infrastruttura al servizio dell’utenza, l’estensione delle zone 30 in tutti i quartieri del nuovo Comune, la realizzazione di numerosi collegamenti ciclabili e pedonali, così come la creazione sin dal 2012 di una Sezione della mobilità comunale che risponde alle richieste in tema di mobilità sostenibile e sicurezza della popolazione”. Quanto al Plr, conclude Marco Nobile, “è per una visione equilibrata dello sviluppo della mobilità e per avere ancora una libertà di movimento e di scelta del mezzo di trasporto, ciò che anche associazioni come l’Acs portano avanti in un dibattito costante e necessario. O, per non essere rimproverati di asseriti conflitti d’interesse, si può aderire solo all’Associazione traffico e ambiente?”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved