26.01.2021 - 09:28
Aggiornamento: 16:19

Airolo, ennesimo tamponamento al dosaggio: un ferito grave

In pericolo di morte un automobilista 58enne del Luganese che ha centrato un camion fermo al semaforo sull'A2 prima del Gottardo

airolo-ennesimo-tamponamento-al-dosaggio-un-ferito-grave
rescue media

Si allunga il già triste elenco di tamponamenti verificatisi negli anni, quasi sempre per disattenzione, in prossimità del semaforo di dosaggio situato prima del tunnel autostradale del Gottardo. L'ultimo incidente risale a questa mattina, quando verso le 8 in territorio di Airolo poco prima dell'area di servizio di Stalvedro (altre volte è successo a Quinto, a dipendenza dei cantieri che rendevano necessario anticipare il semaforo lungo l'A2) un 58enne svizzero domiciliato nel Luganese che circolava verso nord ha tamponato un camion fermo sulla carreggiata di destra e alla cui guida si trovava un 36enne italiano.

Oltre agli agenti della Polizia cantonale, si sono precipitati sul posto anche i pompieri del Centro d'intervento del Gottardo che hanno estratto dalle lamiere il 58enne con l'ausilio di una pinza idraulica. Presenti anche Tre Valli Soccorso e Rega che dopo aver prestato le prime cure hanno elitrasportato il 58enne all'ospedale. Stando a una prima valutazione medica ha riportato gravi ferite tali da metterne in pericolo la vita. Per consentire le operazioni di soccorso e i rilievi del caso, l'A2 in direzione nord è stata temporaneamente chiusa.

Sette morti in un anno fra il 2016 e il 2017

Come si diceva, i tamponamenti al semaforo di dosaggio sono frequenti nonostante l'Ustra abbia provveduto ad aggiornare la segnaletica rendendo meglio visibile ai conducenti l'avviso di possibili colonne. Negli ultimi cinque anni la scia di incidenti mortali è iniziata il 17 maggio 2016 quando due donne israeliane incolonnate perdono la vita contro il Tir che le precede dopo essere state tamponate da un monovolume che trainava un natante. Soltando due mesi dopo, il 26 luglio si consuma la tragedia con l'esito più pesante: una famiglia tedesca (genitori e due figlie) ferma in colonna viene tamponata da un camion italiano che trasporta acqua minerale e muore schiacciata contro il Tir che la precede. Infine il 17 maggio 2017: l’autista di un Tir con targhe argoviesi muore tamponando un altro camion incolonnato. A questi episodi si aggiungono poi altri tamponamenti minori senza esiti letali e molto spesso solo con danni materiali.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved