cadenazzo-intossicati-tre-dipendenti-del-centro-posta
Rescue Media
+1
Bellinzonese
15.01.2021 - 13:220
Aggiornamento : 18:19

Cadenazzo, intossicati tre dipendenti del centro Posta

In corso le verifiche per accertare la cause dei malori accusati da tre persone ospedalizzate. Colpito il settore oggetti trovati

Tre dipendenti del Centro logistico della Posta in via Industrie a Cadenazzo sono stati trasportati all'ospedale poiché presentavano sintomi da intossicazione. Lo comunica la Polizia cantonale specificando che verso le 11 di questa mattina le tre persone hanno lamentato dei malori. In corso le verifiche per accertarne le cause. Il Centro logistico, prosegue la PolTi, è stato nel frattempo evacuato. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale, i pompieri di Cadenazzo, gli specialisti del centro chimico dei pompieri di Bellinzona e i soccorritori della Croce Verde di Bellinzona.

Lo stato di salute ‘non desta particolari preoccupazioni’ 

Sollecitato dalla 'Regione' il Servizio comunicazione della Posta puntualizza che il Centro logistico non è stato evacuato integralmente, ma solo in parte. “Si tratta – prosegue il ‘Gigante giallo’ – della Centrale oggetti trovati, evacuata in via precauzionale dopo che alcuni collaboratori hanno accusato un malessere”. Cosa lo abbia generato e quale sia la sostanza solida o gassosa all'origine del problema, non è ancora dato sapere: “Sono attualmente in corso accertamenti per verificare le cause di questa indisposizione”, annota il Servizio comunicazione. “Ci conforta sapere che lo stato di salute dei collaboratori interessati dall’accaduto non desta attualmente particolari preoccupazioni”. L’attività del Centro logistico “non ha subìto interruzioni” dal momento che la Centrale oggetti trovati “occupa locali separati e indipendenti da quelli adibiti alla logistica”. La sicurezza del personale “permane un elemento essenziale e il Centro dispone di protocolli e ordinamenti precisi orientati alla prevenzione”. Quanto alla dinamica dell’accaduto, “è al al vaglio delle indagini”, sul cui esito la Posta non può al momento esprimersi.

Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved